La Fiorentina vince 3 a 0 contro il Parma e conquista il 5° posto

La Fiorentina vince 3 a 0 contro il Parma e conquista il 5° posto

20141206102659-ilicicLa Viola si presenta al Franchi per centrare il 5° posto contro il Parma, autore di prove molto significative e capace di mettere in difficoltà gli avversari nonostante la classifica. Rispetto alle polemiche nate a seguito dell’eliminazione in Europa League, la tifoseria gigliata ha diramato un comunicato in cui assolve la squadra e l’allenatore ma, al contempo, accusa la società, colpevole di aver “allontanato la squadra dalla propria città”. Montella partirà con il 4-3-3 con Ilicic, Gilardino e Salah in avanti, Pizarro lavorerà in regia supportato da Aquilani. Rispondono i ducali con un 3-5-2 in cui Palladino e Ghezzal agiranno come terminali offensivi supportati da Nocerino e Joorquera.

Viola avanti con la testa. Buon inizio del Parma, che dopo un paio di minuti arriva al tiro dal limite con Ghezzal, palla alta sulla traversa. I ducali insistono e al 5° Nocerino entra in area e serve un buon pallone a Palladino, che non riesce a inquadrare lo specchio da pochi metri. Al 12° è la Viola, però, a passare in vantaggio con la rete di Gonzalo Rodriguez, bravo a risolvere insaccando di testa sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti. La squadra di casa si rende di nuovo pericolosa poco dopo con Salah, che scambia con Gilardino, si accentra e conclude: palla a lato con Mirante che osserva. Il Parma si rivede al 28° quando Palladino colpisce a botta sicura da distanza ravvicinata; Neto è reattivo e salva la porta con un bell’intervento. Sul rovesciamento di fronte, Ilicic conquista un angolo che Gilardino – di testa – trasforma in gol. In chiusura di tempo la Viola potrebbe trovare anche la terza rete ma stavolta Gilardino non inquadra e spedisce a lato un buon pallone ricevuto da Ilicic nei pressi dell’area piccola.

Tris Viola. La ripresa inizia con l’occasione fallita da Nocerino, che spreca calciando debolmente facilitando il lavoro di Neto. Al 3° Varela serve Palladino, che dal limite raccoglie e scarica verso la porta viola: palla deviata in angolo. La Fiorentina risponde poco dopo con Salah, che non trova la porta dopo aver ricevuto in area un passaggio intelligente di Mati Fernandez. Al 10°, però, Pasqual serve in area l’egiziano che stavolta non sbaglia e batte Mirante sul palo lontano. Il Parma potrebbe accorciare con Ghezzal, bravo a raccogliere un lancio dalla metà campo, ma sulla traiettoria della conclusione c’è Neto, che devia in angolo. La partita cambia ritmo, la Viola gestisce e difende con ordine sulla timida reazione ducale. Al 35° ci prova Ilicic da posizione defilata, ma Mirante è in traiettoria e controlla. In chiusura di gara si rende pericoloso anche Diamanti, che dal limite dell’area colpisce la traversa. La partita non ha più nulla da offrire e al 48° l’arbitro decreta la fine dell’incontro. Viola al 5° posto.

Meritano 2Duerighe:

Ilicic: Non ha segnato ma il suo contributo si è visto in molte delle occasioni pericolose create dai viola, quasi tutte partite dai suoi piedi.

Varela: patita decisamente ‘no’ per il centrocampista del Parma, evanescente e molto lontano dalle prestazioni offerte ai tempi del Colo-Colo.

TABELLINO:

FIORENTINA – PARMA 3 – 0

FIORENTINA (4-3-3): Neto; Tomovic, Gonzalo, Savic, Pasqual; Aquilani, Pizarro, Fernandez; Ilicic, Gilardino, Salah. A disp.: Tatarusanu, Rosati, Rosi, Alonso, Badelj, Kurtic, Joaquin, Diamanti, Basanta, Borja, Gomez, Bagadur. All.: Montella

PARMA (3-5-2): Mirante; Mendes, Lucarelli, Feddal; Varela, Nocerino, Joorquera, Mauri, Gobbi; Palladino, Ghezzal. A disp.: Bertozzi, Iacobucci, Cassani, Ravanelli, Prestia, Galloppa, Lodi, Mariga, Haraslin, Broh, Esposito, Coda. All.: Donadoni

ARBITRO: Dino Tommasi (Bassano del Grappa)

MARCATORI: G. Rodriguez, Gilardino (F)

AMMONITI: Mendes (P)

Davide Lazzini
18 maggio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook