La Lazio vince contro la Samp, decide Gentiletti

La Lazio vince contro la Samp, decide Gentiletti

foto articolo Sampdoria lazioLa Lazio vince una delicatissima partita e si lancia un segnale chiaro alla Roma. Contro i blucerchiati, gli uomini di Pioli forniscono una prestazione fatta di nervi, testa e molto cuore. La decide Gentiletti al ritorno dopo un lunghissimo stop. La Sampdoria spreca due ghiotte occasioni con Obiang e Eto’o e rischia di chiudere il match subendo una goleada. Punti importanti per la Lazio, punti persi per la Sampdoria che, in virtù della sconfitta subita dall’Inter, poteva chiudere la discussione Europa League. Termina 1-0 per i biancocelesti.

Obiang spreca. La Lazio parte forte, aggressiva e ben ispirata si riversa nella metà campo avversaria con gli esterni laterali, Anderson e Candreva. Quest’ultimo è l’uomo più pericoloso, crea spazi e dribbla gli avversari, tuttavia, non trova la giocata decisiva negli ultimi metri. La partita è sentita e maschia, a centrocampo la sfera passa di squadra in squadra in virtù di un pressing asfissiante che non rende la sfera giocabile. Ne scaturisce una partita viva a livello di agonismo, ma povera di occasioni. Al 20’ arriva la prima conclusione, ad opera di Parolo. La Lazio cala d’intensità e la Sampdoria si fa pericolosa. Soriano esplode una conclusione che termina di poco oltre il secondo palo. I blucerchiati ci credono e creano l’occasione più nitida del primo tempo: azione insistita sul lato destro dell’area, palla che sbuca al centro dove Obiang, tutto solo, colpisce di prima intenzione spedendo sopra la traversa. La prima frazione termina a reti bianche.

Decide Gentiletti. La Lazio apre il secondo tempo con la solita decisione e aggressività, Candreva è il più propositivo e cerca di creare situazioni favorevoli per i suoi che, però, non trovano risvolti. La Sampdoria sfrutta alla perfezione un contropiede e lancia in porta Eto’o che, a tu per tu, con Berisha apre troppo la conclusione che si spegne oltre il secondo palo. Dall’errore dei blucerchiati al gol dei biancocelesti: angolo dalla sinistra, la sfera viene mancata da Ciani ma termina sul ginocchio di Gentiletti, traiettoria a pallonetto dove Eto’o, sulla linea di porta, non può nulla. La Sampdoria sparisce dal campo e la Lazio tenta l’affondo  per il raddoppio. Anderson e Candreva si alternano con  discese rapide e insidiose che, in un paio di occasioni, portano a conclusioni velenose. Contropiede biancoceleste con Candreva che serve Lulic sulla sinistra, sfera al centro dove Djordjevic conclude a colpo sicuro ma viene murato. La Lazio ha in mano le redini del gioco, ci prova fino alla fine senza concedere nulla agli avversari. Termina 1-0 per i biancocelesti.

Meritano 2duerighe

Candreva. L’anima della Lazio. Corre, lotta e crea occasioni. E’ l’uomo più pericoloso dei suoi, anche se, a volte, è troppo innamorato del pallone e non passa quando dovrebbe.

Eto’o. Il campione dei blucerchiati si divora l’occasione più nitida della partita. Conclude inverosimilmente fuori non consentendo ai suoi di trovare un prezioso vantaggio. Viene sostituito a metà ripresa.

Tabellino

SAMPDORIA-LAZIO 0-1

SAMPDORIA (4-3-1-2)  Viviano, De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini, Acquah (62′ Rizzo), Palombo (81′ Okaka), Obiang, Soriano, Muriel, Eto’o (61′ Bergessio). All. Mihajlovic.

 

LAZIO (4-3-3) Berisha, Basta, Gentiletti (76′ de Vrij), Ciani, Radu, Parolo, Ledesma, Lulic, Candreva (83′ Mauri), Felipe Anderson, Klose (70’F.Djordjevic). All. Pioli.

 

Arbitro  Mazzoleni (sez. Bergamo)

Marcatori  54’ Gentiletti (L)

 Ammoniti 16′ Palombo (S), 40′ Silvestre (S)

Damiano Rossi (Frascati)

16 maggio 2015

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook