Brutta Viola esce dall’Europa sotto i fischi del Franchi

Brutta Viola esce dall’Europa sotto i fischi del Franchi

Salah-FiorentinaLa Fiorentina si è giocata tutta una stagione questa sera al Franchi contro il Siviglia di mister Emery. I viola, costretti a fare la partita perfetta per ribaltare lo 0 – 3 dell’andata, non sono stati in grado di imporre il loro ritmo alla gara e al 45° erano già sotto di 2 reti a 0. Gli ospiti si sono dimostrati squadra solida e ben organizzata mentre i padroni di casa hanno costruito poco, sprecato tanto – pure un rigore con Ilicic – ma soprattutto non hanno messo in campo l’agonismo che serve per compiere grandi imprese: da qui le bordate di fischi dalla Fiesole e gli scherni durante il possesso palla Viola.

Uno – due Siviglia. La partita entra subito nel vivo con gli ospiti che si affacciano in avanti e la Viola che risponde colpo su colpo. Gli uomini di Montella crescono e si rendono pericolosi prima con Pizarro, poi con Ilicic. Al 17° Gonzalo Rodriguez potrebbe portare in vantaggio la Fiorentina, ma un grande intervento di Rico salva la porta del Siviglia. La partita sembra volgere in favore della squadra di casa ma – come all’andata – gli spagnoli sono bravi a sfruttare le occasioni e al 22° si portano in vantaggio con Bacca, bravo a insaccare in area sugli sviluppi di un calcio di punizione. La Viola accusa il colpo e 5 minuti più tardi arriva lo 0 – 2 ospite con Carriço. Il Siviglia è galvanizzato e al 33° sfiora il tris con il tiro di Banega su cui però interviene Neto. La Viola prova a riorganizzarsi e a segnare almeno un gol prima dell’intervallo ma senza riuscirci. Fischi del pubblico stizzito dal risultato e dalla poca combattività dei giocatori in campo.

Ilicic sbaglia il rigore, esulta la Fiesole. La seconda frazione si apre con una grossa opportunità per la Viola ma Borja Valero non ha fortuna e la palla esce di poco. Serve un miracolo alla squadra di casa per poter passare il turno e a questo punto della partita si lotta per salvare almeno la faccia. Salah e Ilicic provano ad accorciare, ma Rico è attento e devia su entrambe le conclusioni. I veri protagonisti in questa fase sono i tifosi gigliati che intonano cori contro la propria squadra. La Viola tenta in tutti i modi di trovare almeno un gol ma senza successo. Al 20° Pizarro viene atterrato in area ma neppure la massima punizione consente alla Fiorentina di salvare l’onore: Ilicic, infatti, spara in curva e la Fiesole esulta beffardamente. La partita non ha praticamente più nulla da dire e a far cronaca ci sono i cori dei tifosi della Fiorentina rivolti contro giocatori e società. La partita termina al 47° tra i fischi di uno stadio quasi vuoto. La Fiorentina lascia l’Europa League nel peggiore dei modi; perdere ci sta, ma ora bisogna ricucire anche lo strappo con la tifoseria.

Meritano 2Duerighe:

Bacca: Il colombiano è puntuale e abile a insaccare alla prima occasione.

Fiorentina: Le aspettative erano tante, forse troppe considerando il risultato dell’andata, e sono state tutte deluse. La mancanza di carattere non è stata digerita dal pubblico, che già dall’intervallo ha cominciato a lasciare il Franchi.

TABELLINO:

FIORENTINA – SIVIGLIA

FIORENTINA: Neto; Savic, Gonzalo, Basanta, Alonso; Borja Valero, Pizarro, Fernandez; Joaquin, Ilicic, Salah.
A disposizione: Tatarusanu, Pasqual, Badelj, Aquilani, Lazzari, Bernardeschi, Gomez. Allenatore: Vincenzo Montella

SIVIGLIA: Rico; Coke, Carriço, Kolo, Trémoulinas; Krychowiak, Mbia; Aleix Vidal, Banega, Vitolo; Bacca.
A disposizione: Beto, Navarro, Figueiras, Reyes, Iborra, Suarez, Gameiro. Allenatore: Unai Emery

Arbitro:  Skomina (Slovenia)

Marcatori: Bacca, Carriço, (S)

Ammoniti: Pizarro, Savic (F); Banega (S)

Davide Lazzini
14 maggio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook