Cuore Parma: Napoli fermato sul 2-2

Cuore Parma: Napoli fermato sul 2-2

Nello scontro del “Tardini” valevole per il 35esimo turno di A, il Parma frena il Napoli sul pari dopo essere passato, in aggiunta, per due volte in vantaggio. Alla rete di Palladino risponde Gabbiadini, prima del gol di Jorquera sul finire di tempo. Nella ripresa pareggia Mertens a venti dal termine, ma non basta l’arrembaggio conclusivo per conseguire i tre punti. Un Parma dall’atteggiamento encomiabile, senza obiettivi, già retrocesso, ma mai arrendevole, sbarra la strada a un Napoli evidentemente colpevole di eccessiva superficialità nell’approccio alla gara. La lezione arriva da un undici, quello parmigiano, combattivo all’inverosimile per novanta minuti, opposto a una compagine, quella napoletana, all’altezza delle aspettative solamente nel quarto d’ora finale. A tre giornate dall’arrivo, troppo poco per chi ambisce a strappare la Champions a Roma e Lazio.

Napoli shock, sotto due volte – Non è stanco di stupire questo Parma, reduce da un’annata tormentata e matematicamente retrocesso da tempo. Aggredisce un Napoli (anch’esso a suo modo sorprendente) leggero sin dai primi minuti, esibendosi in un forcing corale che culmina con la rete del vantaggio al 9’. Bravo l’autore del gol, Palladino, ad approfittare di una palla vagante al centro dell’area prepotentemente ribadita in rete; sciagurato il portiere partenopeo, Andujar, in uscita goffa e fuori tempo sul corner degli avversari. Gli ospiti hanno un sussulto d’orgoglio e si riversano all’attacco, ma i parmigiani, ordinati e tenaci in fase difensiva, non sono in vena di regali. Il sogno dei padroni di casa si incrina al 28’, quando, a seguito di un errore difensivo, Hamsik è lesto a servire un Gabbiadini totalmente smarcato che non sbaglia a tu per tu con Mirante. 1-1 ed equilibrio ristabilito. Per cinque minuti. Con un missile che lascia di stucco Benitez e i suoi, Jorquera riceve il tocco da punizione e scaglia la sfera dal limite verso la porta biancoblù: Andujar ancora difettoso e Parma ancora avanti. 2-1 al 34’. È l’episodio che chiude un primo tempo meritatamente a favore dell’undici di Donadoni.

Orgoglio da Serie A – Riprende il match e i campani tentano subito di raggiungere il pareggio. Svetta Hamsik su un calcio d’angolo al 4’, ma Mirante dice no con un notevole colpo di reni. Il vero prodigio dell’estremo difensore arriva cinque minuti più tardi, quando il numero 83 è dapprima attento a smanacciare su un cross pericoloso, per poi mostrarsi reattivo fino all’incredibile bloccando sulla riga il successivo tiro di Callejon. Nuovamente il portiere gialloblù, pochi secondi prima della metà di frazione, respinge due volte sul neo entrato Higuain. Sembra una sfida undici contro uno: stavolta Gabbiadini prova a giro dalla lunetta, ma Mirante devia in corner con la punta dei guanti. A riuscire nell’ardua impresa di insaccare nella rete del Parma è Mertens, che, al 72’, approfittando della disattenzione in marcatura di Cassani, avanza verso il dischetto e piazza rasoterra sul palo più lontano. Ora il Napoli ci crede e intensifica l’assedio a un Parma che comunque non vuole saperne di darsi per vinto. Un Mirante stoico tiene in vita i suoi con un grande intervento su Higuain all’87’. Non basteranno quattro minuti di recupero all’assalto napoletano. Parma-Napoli finisce 2-2.

Meritano 2duerighe
Mirante: Mira(bo)lante. Partita superba del portiere parmigiano, riflesso di un atteggiamento collettivo encomiabile e giustamente premiato dal campo. Tentacolare.
Andujar: Il contraltare del collega avversario. Disastroso su entrambe le reti del Parma. A questo Napoli servono almeno un portiere e un difensore di alto livello.

Tabellino
PARMA-NAPOLI 2-2

Parma (3-5-2): Mirante; Cassani (73’ Costa), Mendes, Feddal; Lila, Mauri (79’ Ghezzal), Nocerino, Jorquera (70’ Mariga), Gobbi; Varela, Palladino. Allenatore: Donadoni.
Napoli (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Albiol, Koulibaly, Strinic; Inler (75’ D. Lopez), Gargano (57’ Higuain); Gabbiadini, Hamsik, Mertens; Duvan Zapata (52’ Callejon). Allenatore: Benitez.
Arbitro: Giacomelli di Trieste.
Marcatori: 9’ Palladino (P), 28’ Gabbiadini (N), 34’ Jorquera (P), 72’ Mertens (N).
Cartellini: 22’ Mendes (P), 53’ Lila (P), 82’ Albiol (N).

Mattia Coletti
10 maggio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook