La Roma fa solo 2-2 con il Catania

Una doppietta di Totti salva i giallorossi dal ko interno, dopo aver creato tanto. Buona prova degli etnei che,avevano rimontato con Lodi su rigore e Marchese ma,poi, dopo il pari, la fortuna gli ha salvati. Era la prima da ex all’ Olimpico per Montella. Totti ha sbagliato un rigore.

Nell’ anticipo serale della 37/a giornata la Roma si gioca le poche chance europee contro il Catania, da tempo salvo. I giallorossi distano soltanto tre punti dall’Inter e quattro dalla Lazio, impegnate domani rispettivamente nel derby e a Bergamo.  A ostacolare i capitolini ci sarà un avversario particolare: Vincenzo Montella torna all’Olimpico, guidando un Catania che nelle ultime giornate è però apparso in caduta libera, una volta centrato l’obiettivo salvezza, con una media di un punto nelle ultime 4 uscite.

Hanno fatto peggio i capitolini che, hanno racimolato in quattro gare solo due punti, l’ultimo con il Chievo. Il bilancio del Catania nelle gare disputate in casa della Roma è sostanzialmente pessimo: dodici sconfitte (alcune delle quali veramente pesanti) e appena due pareggi entrambi giunti nei lontani anni ’60. Rossazzurri mai vittoriosi in terra romanista. 39 le reti capitoline, 14 quelle etnee.

Luis Enrique, a corto di terzini ( mancano Rosi, Cicinho, Jose Angel,Cassetti), sposta Marquinho sulla linea di difesa. Tra i pali va Lobont (indisponibile Stekelenburg), con Taddei sull’out di destra e la coppia centrale composta da  Kjaer e Heinze. Davanti alla retroguardia gioca De Rossi. Gli intermedi sono Gago e Pjanic. Solo panchina per Perrotta e Simplicio. Torna in avanti Osvaldo che sarà la spalla di Borini. Alle spalle delle punte agirà il capitano Totti. Resta a riposo Lamela. Montella non può contare su Potenza,Spolli, Llama e Biagianti. Solo due cambi rispetto alla sconfitta con il Bologna. Nel pacchetto difensivo gioca Marchese mentre, torna in attacco Barrientos che, insieme a Gomez, avranno il compito di ispirare Bergessio.

Gara spettacolare con occasioni da una parte e dall’ altra. I giallorossi sbagliano molto e non concretizzano neanche il penalty. Catania arroccato dietro che, controbbatte con molta pericolosità, facilitata anche dall’ atteggiamento offensvo della squadra di Luis Enrique. Bastano solo 3 minuti alla Roma per creare una nitida occasione da gol. Triangolazione Osvaldo-Totti-Pjanic, il bosniaco si trova a tu per tu con il portiere ma, il suo tiro viene deviato. Cinque minuti dopo cross di Osvaldo, Carrizo esce male toccandosi con Borini che cade a terra, per l’arbitro è rigore, anche se il penalty sembra generoso. Dal dischetto Carrizo ipnotizza Totti che, sulla ribattuta spara incredibilmente alle stelle. Solo al 14′ si affacciano gli ospiti con Lodi, blocca centralmente Lobont.
Due minuti dopo Totti cerca il riscatto. Buco clamoroso di Bellusci su una sponda di Borini, il capitano si inserisce e conclude in diagonale, Carrizo dice no con i piedi. Il Catania rischia di far male al 18′. Totti regala palla a Gomez, el Papu guida il contropiede, scaricando su Bergessio, ma l’argentino conclude debolmente. La Roma continua a proporsi e prova a pungere sulle palle inattive. Su un corner, il tiro di Gago viene respinto, l’azione prosegue con Heinze che, non riesce a girare con la giusta potenza di testa e Carrizo blocca. Brividi dall’ altro fronte quando Lobont si supera sul destro di Legrottaglie. La difesa del Catania traballa e rischia grosso sulla percussione di Borini che tira alto in area. Qunado gli etnei superano la metà campo,si destreggiano molto bene e, inquadrano spesso lo specchio della porta.  Al 32′ la sassata di Gomez impegna Lobont che, si distende e mette in angolo. Risponde Gago dai 20 metri, Carrizo alza sopra la traversa. Il finale di tempo è della Roma. Borini conclude fuori di un nulla su un gran rasoterra, Totti spara alto. Si va al riposo incredibilmente sullo 0-0.

I giallorossi partono a mille nella ripresa. Al 48′ Marquinho serve Totti che innesca Osvaldo, il suo cucchiaio al limite termina alto di un paio di metri. Peruzzo non fischia un fallo di Gago e la Roma riparte con Totti che, scalda i guanti all’ estremo difensore avversario che, si rifugia in corner. La resistenza ospite dura solo 7 minut perchè al 52′ i giallorossi passano. Gago e Totti possono andare col fraseggio ai 20 metri, il capitano giallorosso sfoga il mancino, niente da fare per Carrizo. La Roma è scatenata in contropiede, Osvaldo serve in area Borini, Carrizo blocca. Il Catania ribalta immediatamente il fronte, pallone lungo per Bergessio che, spara alto col destro. L’ argentino insiste in rovesciata ma la palla termina a lato. Al 57′ Heinze atterra Barrientos e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Lodi spiazza Lobont. Il Catania continua a ballare in difesa ma, resiste grazie alla poca precisione dei capitolini. Al 60′ Marquinho serve di testa Borini che, spara alto da pochi passi. Il primo cambio Luis Enrique lo effettua al 65′ quando toglie Osvaldo e inserisce Bojan. Due minuti dopo, però, gli ospiti affondano il colpo. Su una punizione dalla linea di fondo, Lodi sviluppa lo schema e pesca l’inserimento da dietro di Marchese: sberla mancina del terzino, niente da fare per Lobont.

La Roma non accusa il colpo e, si ripropone subito in avanti. Al 69′  il destro  volante di Totti esce a alto. La Roma non riesce a leggere le palle inattive del Catania e, allora Lodi pennella per la testa di Motta, la sua girata è alta di un niente. Al 73′ si fa vedere anche Bojan. Su un cross molto tagliato di Gago, Motta manca la chiusura acrobatica e il catalano va sul pallone col petto, Carrizo controlla. Quattro minuti dopo la Roma agguanta il pari. Motta chiude male servendo Marquinho, il brasiliano scatena l’ex Lione Pjanic che, crossa per Totti a centro area, il capitano tutto solo non sbaglia col piatto destro.  Gli ultimi dieci minuti sono un vero e proprio assedio, con il Catania che fatica ad uscirne fuori. Gli etnei sono sulle ginocchia e risentono dell’ impegno infrasettimanale. Nervi tesissimi in campo. Begessio a terra, la Roma non butta fuori il pallone, Almiron fa fallo su Pjanic ,padroni di casa che proseguono ancora e, Bojan va vicino al gran gol con un destro a giro che, esalta i riflessi di Carrizo. Montella è costretto a togliere Bergessio, infortunato, e inserisce Catellani.  All’ 81′ ancora un altra occasione da rete per i giallorossi. Gran lavoro di Lamela che, mette Pjanic solo davanti a Carrizo, anche se in posizione defilata: l’ex Lazio mette in corner. Altra perdita per Montella che fa uscire Barrientos per problemi fisici, entra Seymour. Incredibile la raffica di occasioni che i padroni di casa sprecano. All’ 84′ eccellente giocata di Bojan, l’ex Barça lancia Lamela che, va solo in porta contro Carrizo, il suo mancino è lento e centrale, risponde sempre con i piedi l’estremo argentino. Finisce la gara di Pjanic all’ 86′, entra Simplicio per dare maggiore spinta sul fronte offensivo. L’ ultimo sussulto lo regala De Rossi, la sua incornata esce fuori. Termina 2-2, un pari che sta stretto alla Roma per la mole di gioco creata e le tante occasioni sciupate. I giallorossi sono quasi fuori dalla Europa, aspettando i risultati di domani.

Cerca di sorridere Luis Enrique dopo l’amaro pareggio con il Catania che, esclude la Roma dalla corsa alla Champions e, forse la tiene a galla per un posto in Europa League: “E’ stata una partita bellissima, e faccio i complimenti a Montella e al Catania per aver cercato sempre il risultato. Oggi chi è entrato in campo dalla panchina ha dato cattiveria e grinta alla squadra. La gara sarebbe potuta terminare sia con una vittoria nostra che degli avversari. Non è il momento di parlare del mio futuro, manca ancora una partita e vediamo se ci qualificheremo per l’ Europa. Questa opportunità mi entusiasma. E’ stato un anno difficile, forse uno dei meno fortunati per la Roma, ma la fortuna si cambia lavorando e dando il meglio”.

Vincenzo Montella è soddisfatto per la splendida stagione del Catania ed anche per il pareggio odierno contro la Roma “Abbiamo fatto una bella annata, ultimamente un pò meno per le minori motivazioni. Questa sera però c’erano e lo abbiamo dimostrato. Cerchiamo sempre di giocarci la partita, oggi la prima parte è stata sottoritmo, ci siamo sciolti dopo aver preso il gol. Totti? Oggi ha giocato una grande partita ed è sempre un piacere vederlo giocare”.

Stadio : Olimpico (Roma)

37 a giornata serie A

Roma – Catania   2-2
Marcatori: 52′ e 77′  Totti ( R), 58′ Lodi rig. ( C), 67′ Marchese ( C)
Ammoniti: De Rossi ( R), Barrientos ( C), Heinze ( R), Pjanic ( R), Taddei ( R), Lodi ( C)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

ROMA (4-3-1-2): Lobont; Marquinho, Kjaer, Heinze, Taddei; De Rossi, Gago, Pjanic; Totti; Borini, Osvaldo.
A disposizione: Tallo,Curci, Greco, Bojan, Perrotta, Lamela, Simplicio  
All. Luis Enrique

CATANIA (4-3-3): Carrizo; Marchese,Legrottaglie, Bellusci, Motta; Almiron, Lodi, Izco; Barrientos, Bergessio, Gomez.
A disposizione: Calapai, Capuano, Catellani, Lanzafame, Ricchiuti, Seymour, Terracciano   
All. Montella

Arbitro: Peruzzo

Armin Sefiu

7 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook