Il Chelsea vince la FA Cup, battuto il Liverpool 2-1

La finale numero 131 di FA Cup è del Chelsea, gli uomini di Di Matteo battono 2-1 il Liverpool a Wembley e si aggiudicano la settima Coppa d’Inghilterra della loro storia.

Le assenze di Cahill e David Luiz costringono il tecnico italiano a schierare Ivanovic al centro della difesa vicino a Terry, a centrocampo torna Kalou con Drogba confermatissimo in avanti.

Dalglish preferisce Bellamy a Carroll e ripropone il collaudato 4-2-3-1 con Suarez unica punta.

Dopo i primi minuti di studio, al decimo il Chelsea affonda per la prima volta e trova la rete. Mata innesca Ramires, il brasiliano supera in velocità Enrique, entra in area e batte Reina sul primo palo per il vantaggio dei Blues.

 

Il Liverpool prova a reagire e al 13’ Johnson crossa in area, la difesa del Chelsea non riesce ad allontanare rapidamente e Bellamy carica il destro, sulla conclusione del gallese Ivanovic si oppone con il corpo salvando Cech. I Reds non riescono a dare continuità ai loro tentativi offensivi, la manovra del Liverpool è troppo compassata e per il Chelsea con il passare dei minuti è facile difendere il risultato.

Al 38′ Drogba riceve il pallone poco oltre la metà campo e lascia partire un bel destro che si spegne sul fondo senza impensierire troppo Reina.

È questa l’ultima vera azione di un primo tempo bloccato ed avaro di emozioni, con il Liverpool incapace di creare grossi pericoli alla porta del Chelsea e la squadra di Di Matteo abile nel gestire il vantaggio maturato.

La prima fiammata della ripresa è ancora dei Blues, al 7’ Lampard serve Drogba al limite dell’area, l’ivoriano punta Skrtel e con un preciso diagonale sinistro batte Reina sul secondo palo firmando il 2-0.

Il Liverpool accusa il colpo ma alla prima sortita offensiva trova comunque la rete che riapre il match. Al 64’ Henderson attacca Bosingwa sulla fascia destra vicino la bandierina del corner, sul contrasto la palla carambola tra i piedi di Carroll dentro l’area, il centravanti dei Reds dribbla Terry e di sinistro supera Cech.

Passano 8 minuti e ancora il Liverpool si affaccia in avanti pericolosamente con un bel destro di Suarez dal limite dell’area che Cech devia in angolo.

Il Chelsea cala nel finale ed il Liverpool spinge per acciuffare il pari: al 82’ Suarez serve con un bel cross Carroll che schiaccia di testa, Cech salva il risultato con un miracolo sulla linea. Il gol fantasma non viene assegnato dall’assistente, le immagini e i replay successivi confermano la corretta scelta del guardalinee.

La spinta del Liverpool si esaurisce nel finale senza risultati mentre il Chelsea sfiora la rete del 3-1, su una uscita sbagliata di Reina, Drogba non riesce a capitalizzare. Dopo quasi sei minuti di recupero Dowd sancisce la fine dell’incontro, un trionfo per Di Matteo che ottiene il primo successo da allenatore sognando già il bis in Champions. Per Dalglish invece il rammarico è quello di aver sprecato un tempo e la possibilità di compiere il double dopo la Coppa di Lega vinta a fine febbraio.

Vince il Chelsea, vince un tecnico italiano, domani Mancini avrà l’occasione per emulare il suo collega cercando di conquistare la Premier League per una doppietta tutta nostrana in terra britannica. 

 

 

CHELSEA – LIVERPOOL 2-1 (primo tempo 1-0)

Marcatori: Ramires 10’, Drogba 55’, Carroll 64’.

Ammoniti: Mikel, Agger, Suarez.

 

Chelsea (4-2-3-1): Cech; Bosingwa, Terry, Ivanovic, A. Cole; Mikel, Lampard; Ramires (76’ Meireles), Mata (91’ Malouda), Kalou; Drogba.

A disposizione: Turnbull, Essien, Sturridge, Torres, Ferreira.

Allenatore: R. Di Matteo.

Liverpool (4-2-3-1): Reina; Johnson, Agger, Skrtel, Enrique; Spearing (54’ Carroll), Henderson; Gerrard, Bellamy (78’ Kuyt), Downing; Suarez.

A disposizione: Doni, Carragher, Shelvey, Maxi, Kelly.

Allenatore: K. Dalglish.

Arbitro: P. Dowd

Matteo Ciofi

6 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook