Il Milan vince 2-0 e si avvicina alla Juventus

A San Siro il Milan supera agevolmente l’Atalanta 2-0 e riduce il distacco dalla Juve bloccata in casa dal Lecce.

Allegri punta sul giovane De Sciglio a destra, rilancia Mexes in difesa e conferma in avanti il trio Boateng-Ibra-Cassano.

Colantuono risponde con il suo 4-4-2, rinuncia a Schelotto ed in attacco si affida a Tiribocchi in appoggio a Denis.

Partono bene i padroni di casa che spingono subito sull’acceleratore e al minuto 8 trovano il vantaggio con Muntari: il ghanese viene imbeccato da un assist di Boateng e al volo di destro batte Consigli da distanza ravvicinata.

 

L’Atalanta reagisce subito e minaccia la porta milanista in un paio di occasioni, al 14’ Abbiati deve compiere un grande intervento su un colpo di testa di Denis, mentre sul finire del tempo il portiere rossonero rischia grosso su una bella conclusione di Cazzola che sfiora il palo destro.

Il Milan fatica e non riesce a manovrare in maniera fluida, Cassano e Ibrahimovic non si trovano a meraviglia ed il gioco rossonero ne risente. Il primo tempo sfila via fra poche emozioni, con il vantaggio milanista ed una Atalanta sempre viva e pronta a ripartire in contropiede.

La ripresa conferma le sensazioni della prima frazione anche se il Milan confeziona una bella palla gol in apertura. Al sesto minuto Cassano serve Ibrahimovic che dal limite dell’area piccola conclude al lato di poco sfiorando il palo alla destra dell’estremo difensore nerazzurro.

L’Atalanta insiste ma non trova la via del gol, il Milan sciupa clamorosamente il raddoppio al 38’ ancora con il suo bomber svedese che spreca malamente l’occasione tirando fuori davanti a Consigli.

L’errore di Ibra è però il prologo al 2-0: il numero 11 rossonero calcia una punizione da oltre 30 metri, Consigli respinge con i pugni la conclusione e Robinho di testa infila il portiere atalantino sul secondo palo per il gol che chiude la partita e riapre definitivamente il campionato.

La notizia del pari leccese a Torino rianima il Milan ed il pubblico rossonero del Meazza, domenica ci sarà il derby con la squadra di Allegri obbligata a vincere per prolungare ulteriormente uno splendido duello tricolore che sembra non voler finire mai.

 

 

 

 

 

MILAN-ATALANTA 2-0 (primo tempo 1-0)

Marcatori: Muntari 8’, Robinho 93’.

 

Milan (4-3-1-2): Abbiati; De Sciglio, Nesta, Mexes, Antonini; Nocerino, Ambrosini (33’ s.t. Gattuso), Muntari; Boateng (28’ s.t. Flamini); Ibrahimovic, Cassano (23’ s.t. Robinho).

A disposizione: Amelia, Yepes, Bonera, Maxi Lopez.

Allenatore: M. Allegri.

 

Atalanta (4-4-2): Consigli; Ferri (8’ s.t. Schelotto), Stendardo, Lucchini, Peluso; Raimondi, Cigarini, Cazzola, Bonaventura (16’ s.t. Moralez); Tiribocchi (32’ s.t. Carrozza), Denis.

A disposizione: Frezzolini, Manfredini, Minotti, Gabbiadini.

Allenatore: S. Colantuono.

 

Arbitro: Marco Guida

Assistenti: Padovan, Manganelli.

Spettatori: 38.204

Matteo Ciofi

3 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook