L’Inter rivede l’Europa, Icardi e Podolski stendono un’ottima Udinese

L’Inter rivede l’Europa, Icardi e Podolski stendono un’ottima Udinese

 CDtIw2oWAAAqo24Formazioni speculari per Stramaccioni e Mancini. I padroni di casa shcierano il tandem Di Natale-Thereau con Guilherme a supporto, mentre i neroazzurri si trovano con una difesa arrangiata e inedita con Santon e Felipe titolari; nel mezzo Brozovic si accomoda in panchina con Medel e Kovacic titolari ed Hernanes (in grande spolvero nelle ultime partite) a fare il trequartista dietro a Icardi e Palacio.
Il primo tempo è un tiro al bersaglio nella porta di Karnezis, ma il portiere greco è in serata di grazia e para di tutto.
La ripresa si anima subito con le reti di Icardi e di Di Natale ma è sempre l’Inter a fare la partita, forte della superiorità numerica. Ma nel finale di gara sono emersi tutti i limiti difensivi degli ospiti, rischiando persino con due uomini in più.
L’Udinese ha sofferto molto la vivacità degli avversari e le capacità balistiche degli interisti, capaci di impegnare Karnezis anche dalla distanza. Ma la squadra di Stramaccioni, anche in dieci, è stata brava a reagire e a non concedere troppi spazi. Persino in nove è stata in grado di creare problemi fino all’ultimissimo secondo, sfiorando anche con Perica un clamoroso pareggio nel finale.
La vittoria consente a Mancini e ai suoi di vedere la zona Europa League a portata di mano, un traguardo che per questa Inter sarebbe stato impensabile solo qualche settimana fa.

Karnezis super – Il primo tempo è una passerella per il portiere dell’Udinese. Hernanes al 15’ ci prova su calcio di punizione ma Karnezis è bravo a negargli la gioia del gol. Sempre l’ex laziale ci prova un quarto d’ora dopo di testa da posizione favorevole ma l’estremo difensore è ben piazzato e blocca la sfera. Al 40’ arriva l’espulsione per Domizzi che riceve il secondo giallo (il primo era per proteste) e si vede sventolare in faccia il cartellino rosso. Al 42’ è ancora Hernanes a provarci con una conclusione che non inquadra la porta. E sempre il portiere greco è protagonista negli ultimissimi minuti di tempo con due interventi prodigiosi su Icardi prima ed Hernanes poi. Ottima Inter nel primo tempo ma Karnezis è in serata di grazia.

Gol, cartellini e brividi – La seconda frazione di gara si apre con un brutto intervento di Danilo ai danni di Kovacic. L’arbitro Rocchi assegna il calcio di rigore a favore dei neroazzurri. Stavolta Karnezis non può fare nulla e rimane a guardare la realizzazione di Icardi dal dischetto. Inter in vantaggio!
Ma la gioia dura poco per gli uomini di Mancini. L’Udinese reagisce con Allan che pesca Di Natale con un passaggio preciso. Totò salta Vidic con un controllo di palla eccezionale, si trova solo davanti ad Handanovic e conclude a botta sicura. Per lui è la rete numero 205 in Serie A (come Baggio).
L’Inter continua ad attaccare e ci prova con Kovacic (che dalla distanza non è preciso) e con Hernanes (che ha ingaggiato un duello personale con Karnezis).
Al 58’ Badu perde la testa e si fa espellere per delle proteste inutili lasciando la squadra in nove uomini.
Al 65’ ci pensa Podolski (entrato da una manciata di secondi al posto di Guarin) a siglare la rete della vittoria. Dal limite dell’area lascia partire una conclusione imparabile che si insacca alle spalle di Karnezis. L’Inter è di nuovo in vantaggio!
Gli uomini di Mancini tentano in ogni modo a chiudere la partita approfittando anche della doppia superiorità numerica: Kovacic, Hernanes, D’Ambrosio, Podolski, Icardi (gol annullato per fuorigioco per lui) ci provano tutti ma l’Udinese non ci sta ad arrendersi così.
Al 94’ minuto i tifosi neroazzurri tremano: il nuovo entrato Perica colpisce di testa a due passi da Handanovic ma è bravissimo D’Ambrosio a togliere la sfera dalla traiettoria della porta. Pochi secondi dopo è la volta di Kone (entrato per Di Natale) che entra in area ma conclude malissimo e spara in curva l’ultimo pallone della partita.

Meritano 2duerighe:

Podolski: dopo tante prestazioni opache arriva anche il suo momento di gloria. Entra e segna in pochi secondi il gol decisivo. Sfiora anche la doppietta con una conclusione che sfiora il palo. Finalmente fa vedere le sue qualità.

Badu e Domizzi: troppo nervosismo, troppe polemiche e poca sostanza in campo. Si fanno espellere per delle proteste inutili e lasciano la squadra in inferiorità numerica.

Tabellino
UDINESE – INTER 1-2

Udinese (4-3-1-2): Karnezis, Widmer,Danilo, Domizzi, Piris, Allan, Pinzi, Badu, Guilherme (44’ Pasquale, 87’ Perica), Thereau, Di Natale (61’ Kone). All. Stramaccioni.

Inter (4-3-1-2): Handanovic, D’Ambrosio, Vidic, Felipe, Santon, Guarin (65’ Podolski), Medel, Kovacic, Hernanes (90’ Gnokouri), Palacio, Icardi. All. Mancini.

Marcatori: 48’ rig. Icardi (I), 50’ Di Natale (U), 65’ Podolski (I)

Ammoniti: Pinzi, Karnezis, Widmer (U), Guarin, Podolski, Palacio, Medel (I)

Espulsi: Domizzi, Badu per somma di ammonizioni (U)

Andrea Speziale
29 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook