Ruggito Zarate: battuto il Cesena! Per l’ Inter si riapre la corsa Champions

L’inseguimento qualificazione Champions per l’ Inter continua a gonfie vele. Agganciato il terzo posto in classifica, necessario per disputare il preliminare, ora per i nerazzurri incomincia la fase decisiva, che partirà già mercoledi prossimo contro il Parma, in terra emiliana. Nel frattempo la vittoria ottenuta contro il Cesena fa ben sperare i tifosi nerazzurri. La squadra c’è. Il gioco non è mancato anche se, come è accaduto in molte gare precedenti, la difesa spesso ha lasciato a desiderare. Stramaccioni, anche contro i cesenati, presenta un’ Inter tutta fantasia con Alvarez e Sneijder a supporto dell’unica punta, che questa volta è Pazzini.

In porta Castellazzi sostituisce l’infortunato Julio Cesar. A centrocampo Guarin gioca a fianco di Cambiasso con Obi esterno. In attacco il Cesena ripresenta la coppia Mutu – Iaquinta. I nerazzurri iniziano con il piglio giusto e aggrediscono i romagnoli. Al 4′ Pazzini viene anticipato da Antonioli. Poi ci prova Guarin con un destro da lontano. Il Cesena subisce la pressione interista. All’11 Santana prova ad impensierire la porta interista, ma è attento Castellazzi. Tre minuti dopo Nagatomo si inserisce e tira, ma Antonioli respinge di pugno. Nel frattempo, Alvarez e Sneijder, con le loro giocate, e alcuni tentativi pericolosi di Lucio (  una delle quali clamorosa con una respinta con il volto di Antonioli) rendono la partita divertente ed emozionante. Nella ripresa, l’Inter insiste ancora con tentativi di Alvarez, Sneijder e Guarin. All 52′ il Cesena su azione di rimessa, centra la traversa con un gran tiro di Iaquinta. Cinque minuti dopo arriva il sorprendente vantaggio deglo ospiti con Ceccarelli che di destro supera Castellazzi. Passano appena due minuti e  l’Inter trova il pari con Obi ( decisiva la deviazione di Von Bergen che spiazza il proprio portiere). Stramaccioni, a questo punto cambia Pazzini con Milito. Poi tocca a Zarate sostuire cinque minuti dopo Alvarez. Al 72′ i nerazzurri si portano in vantaggio proprio con l’argentino. L’azione è insistente: un tiro di Milito è respinto da Antonioli, riprende Zarate, ma il suo tiro è respinto, il pallone giunge a Guarin che da sinistra pennella un’ottimo traversone al centro per la testa di Zarate che supera Antonioli, regalando tre punti vitali alla sua squadra in zona Champions.

Inter – Cesena   2 – 1

Reti: 57′ Ceccarelli ( C),  59′ Obi, ( I)  72′ Zarate ( I)

Inter: Castellazzi, Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo, Guarin, Cambiasso, Obi, Alvarez. ( 66′ Zarate) Sneijder, ( 80′ Poli) Pazzini. ( 60′ Milito) All: Stramaccioni. A disposizione: Orlandoni, Cordoba, Faraoni, Forlan.

Cesena: Antonioli, Ceccarelli, ( 85′ Djokovic), Benalouane, Von Bergen, Rodriquez, Comotto, ( 65′ Martinho), Santana, Guana, Parolo, Mutu,( 75′ Lolli), Iaquinta. All: Beretta. A diposizione: Ravaglia, Rossi, Malonga, Arrigoni.

Arbitro: Romeo di Verona

Note: Ammoniti: 42′ Benalouane e 62′ Santana ( C)

          Espulso:  al 92′ il tecnico del Cesena Beretta.

Luigi Rubino

30 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook