Denis salva l’Atalanta: 2-2 in extremis contro l’Empoli

Denis salva l’Atalanta: 2-2 in extremis contro l’Empoli

Nell’anticipo delle 12 e 30 del trentaduesimo turno, l’Atalanta incappa in un pareggio casalingo che, sebbene deludente in ottica salvezza matematica, regala un sorriso per una partita condotta dall’Empoli fino a pochi secondi dal termine. Nel doppio botta e risposta dei due tempi, Saponara e Gomez i marcatori nel primo, Maccarone e Denis (93’) nel secondo. Occasione mancata per gli uomini di Sarri, autori di una gara attenta che, se portata a casa, avrebbe significato, di fatto, la sicurezza di un finale di stagione al riparo dall’incubo terz’ultimo posto. Incubo comunque distante, così come per i nerazzurri di Reja, che, forti del punto in più raggiunto allo scadere, si preparano alla decisiva trasferta del prossimo turno infrasettimanale, quando, a Cesena, potrebbe scriversi l’ultimo capitolo della vicenda retrocessione.

Senza esclusione di colpi – Non è certamente il calcolo a influenzare le strategie delle due rivali in avvio di gara. Fronteggiandosi a viso aperto sin dalle prime battute, Atalanta ed Empoli danno luogo a uno scontro salvezza tutt’altro che accomodato. Aggressiva la partenza dei bergamaschi, subito vicinissimi al gol al minuto 7, ma Estigarribia, ritrovatosi il pallone tra i piedi al centro dell’area avversaria, calcia debolmente tra le braccia di Sepe. Dall’altra parte risponde Saponara: buona la respinta di Sportiello sul tiro centrale da posizione angolata. I padroni di casa detengono il pallino del gioco, tuttavia sono gli ospiti a impensierire maggiormente la difesa opposta, grazie allo sfruttamento degli spazi in contropiede. Al 33’, dagli sviluppi di un corner, è Denis a dover vestire i panni del difensore, salvando sulla linea il colpo di testa effettuato da Rugani. Sono i prodromi del vantaggio toscano firmato Saponara, bravo, al 41’, ad allargare l’interno destro e a trafiggere sul secondo palo il portiere nerazzurro, a tu per tu con lo stesso dopo un triangolo sui 20 metri. La reazione di Denis e compagni non si fa attendere e, in anticipo sul duplice fischio, il risultato torna in equilibrio al 43’: pregevole lo scambio nello stretto tra Moralez e Gomez che disorienta la retroguardia biancoblu e libera il secondo per la conclusione a porta sguarnita.

Botta e risposta, seconda versione – Alla ripresa delle ostilità, si ripropone il medesimo copione della frazione iniziale. L’Atalanta si riversa in attacco con grande convinzione e dà l’idea di poter completare la rimonta, ma, evidentemente, senza prima aver fatto i conti con “Big Mac” Maccarone. L’attaccante di Galliate, dando prova di cinismo ed esperienza, si avventa su un cross deviato negli 11 metri e con un destro potente, di prima intenzione, fredda uno Sportiello immobile al 60’. 1-2 e bergamaschi nuovamente sotto. La furia della punta numero 7 non si esaurisce con la marcatura. Cinque minuti più tardi, sfiorando la mazzata che avrebbe mandato a tappeto gli avversari, ancora Maccarone, liberatosi abilmente, va al tiro dal dischetto impegnando il portiere in tuffo: dopo il tocco, soltanto il palo dice no alla doppietta personale per il bomber classe 79. L’Atalanta barcolla, tanto che Reja prova a donarle nuove energie con la girandola dei cambi, ma né Bianchi né D’Alessandro riescono a essere incisivi. A salvare le sorti dei nerazzuri sarà ancora Denis, che, all’ultimo respiro, insacca di testa da calcio d’angolo al 93’. Atalanta-Empoli finisce 2-2.

Meritano 2duerighe

Denis: è sempre lui l’uomo della salvezza per l’Atalanta. Il capitano della banda Reja sembrava vittima di una giornata storta, impreciso in un paio di circostanze e poco presente nella zona calda. Ma nel momento più importante sale in cattedra e fa esplodere l’“Atleti Azzurri d’Italia”.
Masiello: stordito dalla forma straripante di tutto il pacchetto offensivo empolese. Osserva più che intervenire. Maccarone e Saponara, quest’oggi, hanno una marcia in più.

Tabellino
ATALANTA-EMPOLI 2-2

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Benalouane (75’ Emanuelson), Masiello, Stendardo, Dramé; Estigarribia (69’ D’Alessandro), Cigarini, Carmona, A. Gomez (69’ Bianchi); Moralez; Denis. Allenatore: Reja.
Empoli (4-3-1-2): Sepe; Laurini (79’ Barba), Rugani, Tonelli, Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Saponara (86’ Rui); Maccarone, Pucciarelli (59’ Zielinski). Allenatore: Sarri.
Arbitro: Cervellera (sez. di Taranto).
Marcatori: 41’ Saponara (E), 43’ A. Gomez (A), 60’ Maccarone (E), 93’ Denis (A).
Cartellini: 33’ Benalouane (A), 57’ Pucciarelli (E), 62’ Cigarini (A), 85’ D’Alessandro (A).

Mattia Coletti
26 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook