Il Verona espugna Firenze con un gol-beffa allo scadere

Il Verona espugna Firenze con un gol-beffa allo scadere

612397La Fiorentina ospita il Verona al Franchi, nel posticipo della trentunesima giornata del campionato di Serie A. La formazione di Montella cerca punti importanti per proseguire la rincorsa all’Europa che conta, affidandosi alla fantasia di Diamanti e Ilicic a supporto di Gilardino. Per contro, la squadra di Mandorlini è a un passo dalla salvezza, e proverà a conquistare gli ultimi punti necessari schierandosi con un 4-3-3- in cui davanti agiranno Toni, Gomez e Jankovic.

Primo tempo sterile. Dopo una prima fase di studio, è la Fiorentina a rendersi pericolosa all’11°con un tiro di Diamanti, la conclusione viene diviata in angolo. Il Verona fatica a ingranare mentre la Viola imposta lunghi fraseggi che gli consentono di guadagnare campo. Al 29° Gilardino gira a rete di testa il cross di Lazzari, Rafael vola e devia in corner. La prima frazione stenta a decollare, grande possesso palla della Fiorentina ma difficoltà ad arrivare alla conclusione. Il Verona si difende con ordine e lascia pochi spazi agli avanti viola.

Diamanti fallisce il penalty, Obbadi risolve al 90°. Fiorentina subito pericolosa con Lazzari, che controlla in area e serve Diamanti, la cui conclusione è smorzata dalla retroguardia del Verona. Al 49° ci riprova Diamanti, ma anche stavolta Rafael devia in angolo. La Viola insiste e una manciata di minuti più tardi si rende pericolosa con Lazzari, che si coordina e libera un buon destro al volo da dentro l’area, la mira non è però perfetta e l’occasione sfuma. Il Verona ha un sussulto al 65° con Toni, che controlla e si gira in area di rigore, attento Neto nello sventare la minaccia. Sul rovesciamento di fronte la Viola conquista un calcio di rigore con Gilardino: sul dischetto si presenta Diamanti ma Rafael intuisce il sinistro del trequartista e para. L’errore pesa ma al 72° c’è una nuova opportunità con Salah, che calcia da posizione favorevole; sul suo tiro si immola Moras, che allontana di testa. Il Verona, finora praticamente non pervenuto, ha una buona opportunità con Obbadi, che prova la conclusione al volo su assist di Sala. Il pallone termina di poco a lato. L’avanti del Verona, però, gela il Franchi al 90° insaccando da pochi passi un pallone non trattenuto da Neto, che si era opposto al tiro di Christodoulopoulos. L’arbitro concede 5 minuti di recupero ma la squadra di casa non ha più cartucce e si arrende a un Verona bruttino e contratto, ma cinico nel finale.

Meritano 2duerighe:

Rafael: bravissimo a intuire la traiettoria del rigore calciato da Diamanti e sempre attento quando viene chiamato in causa.

Tachtsidis: Gira spesso a vuoto e non è mai incisivo. Lo sostituisce Obbadi, che dà uno scossone alla squadra.

TABELLINO:

FIORENTINA – VERONA 0 – 1

FIORENTINA (4-3-2-1): Neto; Rosi, Tomovic, Basanta, Pasqual; Aquilani, Badelj, Lazzari; Diamanti, Ilicic; Gilardino. A disp: Tatarusanu, Gonzalo, Richards, Vargas, Savic, Mati Fernandez, Kurtic, Joaquin, Marcos Alonso, Gomez, Salah, Babacar. All.: Montella.

HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Pisano, Moras, Marquez, Agostini; Sala, Tachtsidis, Greco; Jankovic, 9 Toni, 21 Gomez. A disp.: Benussi, Sorensen, Rodriguez, Saviola, Marques, Valoti, Brivio, Campanharo, Fernandinho, Obbadi, Lazaros, Martic. All.: Mandorlini.

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni

Marcatori: Obbadi

Ammoniti: Ilicic, Rosi (F); Gomez, Jankovic, Sala, Rafael, Pisano (V)

Davide Lazzini
20 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook