La Juventus non si arresta: Tevez e Bonucci stendono la Lazio

La Juventus non si arresta: Tevez e Bonucci stendono la Lazio

Juventus-Lazio 2-0Una Juventus cinica e concreta batte per 2-0 la Lazio seconda in classifica. La squadra di Pioli scende in campo cercando di fare la gara ma il coraggio biancoceleste viene trafitto dalla micidiali ripartenze bianconere che portano alla rete i nel primo tempo prima di Tevez e poi di Bonucci. La Juventus si porta così a quindici lunghezze dalla Lazio e ad sedici dalla Roma, impegnata domani contro l’Atalanta.

Uno due bianconero-La Lazio parte con personalità e senza timori reverenziali. Pioli deve rinunciare al perno della difesa De Vrij schierando un 4-3-3 con il tridente Felipe Anderson, Klose, Mauri. La Juventus scende in campo con il 3-5-2, in avanti Allegri dà fiducia a Matri, titolare dal primo minuto. Alla prima sortita offensiva la Juventus passa in vantaggio: spizzata di Vidal che lancia Tevez in posizione regolare, l’Apache approfitta della difesa alta biancoceleste per trafiggere al 17’ Marchetti. Al 25’ è la Lazio ad avere una buona occasione con Klose servito in ottima posizione da un intervento sciagurato di Chiellini, il tiro del tedesco viene deviato in extremis da Bonucci con un intervento in scivolata. Pochi minuti dopo è sempre Bonucci a esaltarsi in veste di attaccante con un coast to coast dall’aria bianconera a quella avversaria realizzando la rete del raddoppio della Juventus. La reazione della Lazio è affidata ad un tiro dalla distanza di Cataldi che non trova lo specchio della porta. Nel finale di frazione Evra sfiora di testa la rete del K.o bianconero.

Candreva spinge la Lazio-Pioli decide di buttare nella mischia Candreva ridisegnando la Lazio con il 4-2-3-1, con Lulic che passa a fare il terzino. La Lazio cerca di riaprire il match prestando il fianco alla qualità d’attacco della Juventus. L’innesto di Candreva fornisce maggiore vitalità ai biancocelesti  e Allegri decide allora di rompere il forcing avversario inserendo Morata per Matri. Nonostante il pressing i biancocelesti non riescono a creare reali pericoli alla retroguardia bianconera e al 65’ solo da calcio piazzato Candreva spaventa Buffon colpendo la traversa con una potente conclusione. Allegri decide di dare maggiore velocità e freschezza al centrocampo sostituendo Pirlo con Pereyra e Vidal per Sturaro. Nel finale Cataldi viene espulso per un intervento ingenuo su Tevez e al 92’ Felipe Anderson sfiora la rete dopo un errore di Chiellini, ma Buffon è reattivo nell’intervento.

Meritano 2duerighe:

Bonucci: il difensore salva prima sul tiro a botta sicura di Klose per poi inventarsi bomber finalizzando  un’azione a tutto campo.

Felipe Anderson:il talento brasiliano non è riuscito ad esprimere tutto il proprio talento risultando spesso troppo isolato e fumoso

Tabellino:

Juventus-Lazio 2-0

Juventus (3-5-2): Buffon,Barzagli, Bonucci, Chiellini, Padoin, Marchisio, Pirlo (27′ st Pereyra), Vidal (39′ st Sturaro), Evra, Tevez, Matri (13′ st Morata). A disp. Storari, Rubinho, De Ceglie, Lichtsteiner, Marrone, Pepe, Llorente, Coman. All. Allegri

Lazio (4-3-3): Marchetti, Basta, Cana, Mauricio, Braafheid (1′ st Candreva), Cataldi, Biglia, Lulic, Mauri (21′ st Keita), Klose (45’+2′ st Ledesma), Felipe Anderson. A disp. Berisha, Strakosha, Ciani, Pereirinha, Onazi, Ederson, Perea. All. Pioli

Arbitro: Rizzoli

Marcatori: 17′ Tevez (J), 28′ Bonucci (J)

Ammoniti: Evra, Marchisio, Chiellini (J), Mauricio, Lulic, Candreva, Cana (L)

Damiano Rossi(Roma)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook