Pari viola a Kiev, gara dominata ma l’1 a 1 arriva solo nel finale

Pari viola a Kiev, gara dominata ma l’1 a 1 arriva solo nel finale

babacar.fiorentina.esultanza.2014.2015.356x237Serata importante per Dinamo Kiev e Fiorentina, in palio c’è l’ipoteca sull’accesso alla finale di Europa League. Rebrov sfrutterà il fattore campo per scardinare la difesa ospite e schiera un 4-3-3 con Lens, Teodorczyk e Yarmolenko in avanti. Montella risponde con un modulo speculare in cui Borja Valero e Salah fungeranno da supporto a Mario Gomez. A centrocampo spazio a Badelj e Mati Fernandez.

La beffa. Parte male la squadra di casa, che per poco non combina un pasticcio difensivo sbagliando un rilancio intercettato da Salah ma non sfruttato dal giocatore viola. L’egiziano è imprendibile e crea  pericoli, specie in contropiede; al 17° – dopo una grande giocata – serve bene Mario Gomez, che fallisce sia la prima che la seconda conclusione. La Dinamo si vede al 24°, quando Yarmolenko serve Lens con un gran colpo di tacco ma il tiro che ne segue viene intercettato e respinto lontano. Poco dopo è di nuovo la Fiorentina a rendersi pericolosa con Salah, che calcia debolmente da buona posizione dopo aver ricevuto l’assist da Borja Valero. La viola spinge e al 30° Mati Fernandez va al tiro dal limite dopo una veloce triangolazione: palla alta di poco. La doccia fredda per i viola arriva al 35°, nel loro momento migliore, quando Lens riceve da posizione defilata, si accentra verso il limite dell’area e calcia di destro verso la porta di Neto: la traiettoria è sporcata dalla deviazione di Tomovic, che beffa l’estremo difensore viola e porta in vantaggio la Dinamo. La Fiorentina prova a riorganizzarsi in chiusura e conquista un buon calcio di punizione su cui va Mati Fernandez: il tiro è però deviato in angolo dalla barriera. E’ l’ultima emozione del primo tempo.

Babacar pareggia nel recupero. La Fiorentina deve osare di più per trovare il pareggio, Salah si propone subito per andare al tiro ma la conclusione è senza fortuna. L’egiziano è il più imprevedibile dei suoi ma in verità è tutta la viola ad attaccare con convinzione alla ricerca del gol. La Dinamo gioca di rimessa ma nelle poche occasioni che riesce a creare non produce conclusioni. Al 75° la viola va vicinissima al gol con Borja Valero, bravo a inserirsi in area e a intervenire di testa sul cross dalla sinistra di Alonso: solo il palo nega il pareggio agli ospiti. La Fiorentina produce un gran volume di gioco ma pecca in fase conclusiva, la Dinamo allontana e il tempo scorre inesorabile. I gigliati non demordono e in pieno recupero trovano l’agognato quanto importante pareggio con Babacar, che è bravo a insaccare in rovesciata un pallone crossato in area e non allontanato dalla difesa della Dinamo. Finisce 1 a 1 a Kiev, pareggio importante per la viola da gestire nella gara di ritorno al Franchi.

Meritano 2duerighe:

Salah: ha corso e dato spettacolo per 90 minuti, imprendibile.

Antunes: Joaquìn e Salah lo mettono spesso in difficoltà, sarata ‘no’ per il centrocampista della Dinamo.

Tabellino:

DINAMO KIEV – FIORENTINA 1 – 1

DINAMO KIEV (4-3-3): Shovkovskiy; Danilo Silva, Khacheridi, Dragovic, Antunes; Rybalka, Sydorchuk, Buyalskiy; Lens, Teodorczyk, Yarmolenko. A disp.: Rybka, Vida, Gusev, Chumak, Belhanda, Kravets, Mbokani. All. Rebrov

FIORENTINA (4-3-3): Neto; Tomovic, Gonzalo, Savic, Alonso; Fernandez, Badelj, Borja Valero; Joaquin, Gomez, Salah.
A disp.: Tatarusanu, Richards, Pasqual, Vargas, Aquilani, Ilicic, Babacar. All. Montella

ARBITRO: Marciniak (PL)

MARCATORI: Lens; Babacar

AMMONITI: Dragovic, Sydorchuk, Alonso, Khacheridi, Lens (D); Gomez, Tomovic (F)

Davide Lazzini
16 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook