Il Chelsea vola a Monaco: 2-2 al Camp Nou

Il Chelsea pareggia 2-2 a Barcellona e conquista l’accesso alla finale di Champions, al termine di una partita straordinaria ed emozionante che vede i blaugrana abdicare in maniera inattesa considerando anche la superiorità numerica per quasi un’ora.

Guardiola cambia molto rispetto al Clasico di sabato scorso, Piqué in difesa e Sanchez confermato in avanti, mentre Di Matteo si affida agli stessi undici dell’andata.

Partono bene i catalani che creano la prima palla gol dopo soli due minuti con Messi, l’argentino sbaglia da pochi metri calciando sull’esterno della rete. Al 19’ sempre il 10 blaugrana chiude un bel triangolo con Fabregas con un una conclusione intercettata da Cech che respinge di piede.

 

Il Chelsea si vede in avanti per la prima volta poco prima della mezz’ora con Drogba che vince un duello fisico con Piquè ma sbaglia il tiro da posizione defilata.

Al minuto 35 il Barça passa in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, D. Alves allarga sulla sinistra per Cuenca il quale mette in mezzo e Busquets è bravo e puntuale a concludere per il gol dell’1-0.

Un minuto dopo, altro episodio chiave: Terry perde la testa e colpisce con una ginocchiata da dietro Sanchez a palla lontana, vede tutto l’assistente ed il direttore di gara non può far altro che espellere il difensore dei Blues.

Con il vantaggio momentaneo e l’uomo in più il Barcellona si butta in avanti nuovamente e trova il raddoppio. Al 43’ Sanchez gestisce bene un pallone a metà campo, serve Messi che suggerisce a Iniesta, per il mediano spagnolo non è difficile battere Cech con un bell’interno destro sul palo lungo.

Sembra già tutto scritto quando il Chelsea affonda con Lampard che lancia in profondità Ramires, il brasiliano si presenta davanti a Valdes e lo batte con un pallonetto delizioso per il 2-1 che chiude la prima frazione.

La ripresa inizia con un rigore per il Barça, Drogba stende al 47’ Fabregas e l’arbitro decreta il penalty. Calcia Messi ma colpisce clamorosamente la traversa con Cech battuto.

I padroni di casa sfiorano il gol al 9’ con Sanchez di testa e con Cuenca fermato da un bell’intervento di Cech in uscita sette minuti più tardi.

Il Barcellona continua ad attaccare seppur in maniera sterile, il possesso prolungato dei catalani non sfocia in occasioni nitide, il Chelsea si difende con due linee vicinissime e riesce ad ostruire le linee di passaggio, non concedendo spazi agli avversari. La grande palla gol per il Barça arriva all’82’ con Messi che dal limite calcia in porta di sinistro ma Cech compie un grande intervento deviando sul palo.

Nel finale la squadra di Guardiola tenta gli ultimi assalti senza trovare lo spiraglio giusto e così gli inglesi realizzano addirittura il 2-2. Da un rilancio disperato di Cole, Torres parte in posizione regolare e con 50 metri di campo davanti ha tutto il tempo per puntare e saltare Valdes prima di depositare in rete la palla della qualificazione e siglare l’ottavo gol della sua carriera ai catalani. Passa il Chelsea mentre il Barcellona esce dalla Champions dopo aver salutato la Liga tre giorni fa. Per gli spagnoli si materializza l’incubo di veder sfumare tutto in una settimana a differenza del Chelsea che a sorpresa vola a Monaco riprendendosi la rivincita della semifinale del 2009. Sabato 19 maggio un pezzettino d’Italia sarà rappresentata dall’ottimo Di Matteo autore di un vero e proprio capolavoro che domani sera scoprirà l’avversario della finale dell’Allianz Arena.

 

 

BARCELLONA-CHELSEA 2-2 (primo tempo 2-1)

Marcatori: Busquets 35’, Iniesta 43’, Ramires 46’, Torres 91’.

Ammoniti: Mikel, Ramires, Cech, Messi, Lampard, Ivanovic, Meireles, Iniesta.

Espulsi: Terry.

 

Barcellona (3-4-3): Valdés; Piqué (25’ D. Alves), Mascherano, Puyol; Xavi, Busquets, Iniesta, Cuenca (64’ Tello); Fábregas (74’ Keita), Messi, Sánchez.

A disposizione: Pinto, Thiago, Adriano, Pedro.

All.: J. Guardiola.

 

Chelsea (4-2-3-1): Cech; Ivanovic, Terry, Cahill (12’ Bosingwa), Cole; Obi Mikel, Meireles; Mata (70’ Kalou), Ramires, Lampard; Drogba (79’ Torres).

A disposizione: Turnbull, Essien, Malouda, Sturridge.

All.: R. Di Matteo.

Arbitro: C. Cakir (TUR).

Assistenti: Duran, Ongun (TUR).

Spettatori: 98.760

Matteo Ciofi

25 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook