Raul-gol, lo Schalke ritrova il sorriso

Una doppietta del bomber spagnolo e una rete di Huntelaar piegano l’ Hannover. Terzo posto rafforzato. Termina in parità tra Amburgo e Leverkusen. Petric non basta per rovinare la festa del debuttante Lewandowski.

Dopo la cocente eliminazione in Europa League contro Athletic Bilbao e Atletico Madrid, le due società tedesche deluse Schalke 04 e Hannover si sfidano in campionato per dimenticare l’amara serata di giovedi. E’ una sfida che ha il sapore dell’ Europa ma non dello scudetto che fu vinta dagli ospiti per 4-3 in un accesa ripetizione nell’ allora calcio tedesco, riorganizzato in sedici leghe di prima divisione. La prima parte del novecento fu, comunque, un dominio assoluto dei minatori che vinsero in totale 8 trofei contro i due dei neroverdi. Era la squadra da battere con innumerevoli record come l’imbattibilità durata ben 4 anni.

In quell’ epoca gli ospiti subirono anche una retrocessione. Nel periodo che va dagli anni ’60 fino a quelli ’70 solo qualche piazzamento di vice campione per i padroni di casa mentre l’ Hannover passò dal partecipare a trofei internazionali,come la coppa delle Fiere, fino alla retrocessione. Gli anni ’80 furono simili per entrambi i club che caddero più volte in seconda serie. Negli anni ’90 gli ospiti scendono in terza divisione ma, hanno la forza di conquistare il  terzo trofeo della loro storia, accedendo cosi all’ Europa. Tornerà in massima serie dopo 13 anni.Nel frattempo i minatori alzano un trofeo internazionale. Nel venutesimo secolo lo Schalke, con un organizzazione a stampo commerciale, si posiziona al vertice sfiorando lo scudetto ma, vincendo 5 trofei. Arriverà anche la semifinale della più prestigiosa competizione europea. Per gli ospiti il miglior risultato arriva l’anno scorso con il quarto posto che significa Europa League,dove si ferma ai quarti. In due stagioni si salva da un ennesima retrocessione. Lo Schalke si sta riprendendo dopo due ko di fila. Ha l’opportunità di consolidare il terzo posto e può sfruttare il proprio campo dove ha perso due volte. Andamento altalenante per l’ Hannover che, ha perso le ultime tre uscite esterne.

Negli ultimi 22 precedenti sono nettamente avanti i padroni di casa. Nel 2005,2007 e 2008 si sono incrociati in coppa di Germania, con il passaggio del turno sempre dei blu reali. Stevens non può contare su Jones,Fuchs e Matip. Ritorna Metzelder centrale e davanti alla difesa si posizionano Hoger e Moritz. Restano a riposo Obasi,Jurado, Holtby e Pukki. Slomka ritrova in mediana Schmiedebach, inserisce dietro Haggui e Chahed e, in attacco Abdellaoue. Subito vantaggio per i padroni di casa con il colpo di testa di Raul. Farfan coglie il palo al 16′. Timida risposta dell’ Hannover che subisce il raddoppio ancora con Raul. Al 63′ il terzo sigillo lo firma Huntelaar. Assoluto controllo e con il 3-0 lo Schalke consolida la terza piazza.

Con l’inaspettata sconfitta interna con il Friburgo è saltata la panchina del Bayer Leverkusen,dopo aver subito il quarto ko consecutivo. Ora l’ attende la difficile trasferta di Amburgo che, si trova inaspettatamente in piena zona retrocessione, con un vantaggio di un solo punto visto che il Colonia ieri ha pareggiato. E’ arrivata una sospirata vittoria contro il fanalino Kaiserslautern che, tiene in piedi la panchina dei Rothosen. Per le aspirine c’è da difendere un posto in Europa che, sembrava acquisito nella prima parte di campionato.

Origini opposte per le due società. Gli Hanseaten ottengono i primi trofei, mentre le aspirine hanno oscillato tra la terza e quarta divisione fino ad arrivare solo a metà del novecento in prima divisione. Di nuovo retrocede e rimane nelle categorie inferiori per più di 15 anni. In quel periodo (circa dal 1960 al 1980)  i padroni di casa,invece, formano una bella corazzata che si afferma in Germania e anche nel mondo con il primo trofeo internazionale e tre finali perse. Nel successivo decennio arriva la prestigiosa coppa dei campioni vinta contro la Juventus, una delle poche ad averla alzata in cielo. In quel periodo alzò il suo primo trofeo europeo anche il Bayer. Insomma i padroni di casa hanno avuto un ventennio inarrestabile diventando una grande potenza del calcio teutonico, ma da li in poi si è spenta la luce con una finale sfiorata due anni fa in Europa League e un terzo posto 6 anni fa. Negli ultimi vent’anni si è affermata sui livelli alti il Leverkusen che ha perso 9 finali tra vari trofei e scudetto, tra cui quella della coppa dei campioni. Ha il record di aver vinto la coppa Uefa senza aver conquistato uno scudetto. Tanti la ritengono una squadra plastica senza tradizione,blasone e cultura sportiva. Come non ricordare campioni del mondo come Voller,Schuster,Paulo Sergio,Lucio,Jorginho nel Leverkusen e Beckenbauer nell’ Amburgo. Tanti nomi importani nei padroni di casa con il titolo di campioni d’Europa con le nazionali come Magath, Hrubesch, Kaltz. Ha vestito entrambe le maglie il portiere goleador Butt.

Nei 32 precedenti sono leggermente avanti i padroni di casa con 13 vittorie contro le 9 degli avversari. Nel 2005 si sono sfidati in coppa di Germania con il passaggio del turno per l’ Amburgo. Tre anni dopo passò ai quarti di coppa Uefa il Leverkusen,nonostante la sconfitta per 3-2. Fink perde in difesa Diekmeier e in mediana Kacar.  Dal primo minuto ci sono Tesche e Bruma. Davanti confermato Berg con Petric. Il nuovo tecnico Sascha Lewandowski ritrova a centrocampo Ballack e da fiducia ai dieci uomini che hanno perso con il Friburgo. Gara equilibrata che si sblocca con un rigore di Petric al 39′, per fallo in area di Friedrich. Inizia l’assedio del Bayer che, si concretizza con la rete del pari di Schurrle che, di testa infila Drobny al 55′. Da quel momento torna a farsi sotto l’ Amburgo che, si deve arrendere alle parate di Leno. Termina 1-1, entrambi mantengono accese le speranze di centrare i rispettivi obiettivi.

         Squadra                           PG     V   N     P      Reti           Punti

1.

Dortmund

29

20

6

3

66:22

66

2.

Bayern

29

20

3

6

69:19

63

3.

Schalke 04

29

18

3

8

64:35

57

4.

Moenchengladbach

29

15

7

7

41:20

52

5.

Stoccarda

29

11

7

10

52:39

43

6.

Bayer Leverkusen

29

11

8

10

40:39

41

7.

Werder Brema

29

11

8

10

42:44

41

8.

Hannover

29

10

11

8

37:42

41

9.

Wolfsburg

29

12

4

13

41:52

40

10.

Hoffenheim

29

9

10

10

34:40

37

11.

Magonza

29

8

9

12

43:48

33

12.

Norimberga

29

9

5

15

27:41

32

13.

Friburgo

29

8

8

13

39:55

32

14.

Amburgo

29

7

10

12

33:51

31

15.

Augusta

29

6

12

11

31:44

30

16.

Colonia

29

8

5

16

36:59

29

17.

Hertha

29

6

9

14

30:52

27

18.

Kaiserslautern

29

3

11

15

18:41

20

Wolfsburg – Dortmund   1-3

Stoccarda – Magonza    4-1

Kaiserslautern – Hoffenheim    1-2

Friburgo – Norimberga     2-2

Colonia – Werder Brema    1-1

Bayern Monaco – Augusta    2-1

Moenchengladbach – Hertha    0-0

Schalke 04 – Hannover  3-0

Amburgo – Bayer Leverkusen    1-1

Armin Sefiu

16 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook