La Roma operaia ritrova i tre punti

La Roma operaia ritrova i tre punti

de rossiUna Roma che lotta,  che non fa i conti nel futuro pensando solo alla gara odierna ed arriva al traguardo con i tre punti in trasferta, cosa che non accadeva dall’ 8 febbraio. Garcia sorprende tutti mettendo in campo Salih Ucan che non ha mai visto il manto erboso se non si conta un’apparizione di pochi minuti in campionato.

Vantaggio giallorosso – Due le chiavi tattiche del primo tempo: un centrocampista di qualità, Ucan, che fa da regista ma che pressa su Mudingayi e nel contempo si presenta in area di rigore; il modulo tattico del Cesena fa sì che i laterali giallorossi siano liberi di crossare in continuazione. I primi 45 minuti ricalcano questo schema tattico con la Roma compatta e corta per evitare le ripartenze del Cesena. In grande spolvero Ljajic  che si abbassa molto per cercare palloni e che al 28’ accarezza il palo alla destra di Leali con un gran sinistro a girare. Da un cross di Holebas arriva il vantaggio giallorosso. Dal numero 25 arriva un cross sulla sinistra a trovare Ucan che schiaccia la palla a terra per De Rossi il quale non ci pensa due volte a tirare e a mettere la sfera alle spalle di Leali. Un gol che serviva a lui ed alla Roma. Tutta la panchina si alza a festeggiare. Male Doumbia, avulso dal gioco della squadra.

A denti stretti – Il secondo tempo non è da tramandare ai posteri per equilibrio ed intensità di giocate. Il Cesena si esalta mettendo in area moltissimi palloni il più pericoloso al 76’Rodriguez sfiora il pareggio. E’ una Roma diversa da quella di inizio anno e, ancor di più da quella dello scorso anno, complice una diversa rosa, come dice Garcia nell’intervista post partita. Così da squadra spumeggiante diventa una squadra operaia che nel secondo tempo, sfiorato il raddoppio con Doumbia, pensa a mantenere il vantaggio subendo gli attacchi del Cesena. Una ripresa giocata perlopiù sulla difensiva ma l’importante era vincere in qualsiasi modo. Ed alla fine i tre punti arrivano e piace lo spirito di una squadra che ha lottato per vincere.

Meritano 2duerighe

De Rossi: ancora molto lontano dalla sua forma migliore, ritrova il gol e si rivela un gran trascinatore in campo.

Carbonero: non ha mai trovato la posizione in campo e non si è impegnato come i suoi compagni mostrando anche una scarsa qualità con la palla tra i piedi.

 

Tabellino

CESENA – ROMA 0-1

CESENA (4-3-1-2): Leali, Kranjnc; Lucchini, Capelli, Perico, De Feudis (Rodriguez), Mudingayi, Giorgi (Pulzetti), Carbonero, Djuric (Succi), Defrel. All.: Di Carlo.

ROMA (4-3-3): De Sancits, Manolas, Astori, Holebas, Florenzi, Ucan (Pellegrini), De Rossi, Nainggolan, Doumbia, Gervinho (Ibarbo), Ljajic (Yanga-Mbiwa). All.: Garcia.

ARBITRO: Damato di Barletta.

MARCATORI: 41’ De Rossi.

AMMONITI: Ucan, De Rossi (R), Capelli, Lucchini Mudingayi (C).

Flavia Cataldi

23 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook