Inter – Cesena 1-1, Palacio risponde a Defrel

Inter – Cesena 1-1, Palacio risponde a Defrel

Nx208xl43-palacio-cesena-150315225221_medium.jpg.pagespeed.ic.4XFDVIeRUOL’Inter non sa più vincere. Nel posticipo domenicale della ventisettesima giornata di Serie A, la squadra di Mancini si lascia imporre l’1-1 dal Cesena sul campo amico di San Siro, vedendo così allontanarsi i sogni europei. Palacio risponde a Defrel. Nella ripresa palo di Podolski. Significativo il fatto che il Cesena, nel girone di ritorno, abbia messo assieme 12 punti in 8 gare, uno in più dei nerazzurri di Mancini.

Il tecnico jesino lascia fuori Brozovic e Podolski e manda in campo dal primo minuto Kuzmanovic (schierato con Guarin e Medel a centrocampo) e Palacio al fianco di Icardi.

Defrel come una freccia – Anche Di Carlo sorprende, lasciando in panchina Brienza e schierando al suo posto Carbonero. Una scelta che si rivelerà decisiva: è proprio il colombiano infatti che farà partire l’azione dell’1-0 ospite, al 30’ del primo tempo. L’Inter perde palla sulla trequarti, Carbonero approfitta dell’occasione e serve centralmente Defrel, il quale scavalca Handanovic con un bel tocco sotto. La reazione nerazzurra è praticamente inesistente. Al centro è povera di idee e, di conseguenza, gli attaccanti non vengono serviti con la giusta regolarità.

Pareggia Palacio – Nella ripresa Mancini ridisegna la squadra, inserendo Podolski al posto di Kuzmanovic e passando al 4-3-3. Icardi segna in rovesciata, ma Gervasoni annulla per fuorigioco inesistente. Al 2’, però, i tifosi nerazzurri possono davvero festeggiare: Palacio raccoglie l’assist di Icardi e supera Leali con un tocco sotto porta. Pochi minuti più tardi Podolski sfiora la prima gioia in nerazzurro (la sua botta da fuori colpisce il palo). Nella restante parte di gara l’Inter prova a scardinare la difesa ospite con le accelerazioni sulla fascia, ma la squadra di Di Carlo si copre bene e passa indenne anche al forcing finale. Inter – Cesena si chiude sul punteggio di 1-1. Troppo poco per una squadra che mira a ritornare grande.

Meritano 2duerighe:

Icardi: Gervasoni e il guardalinee gli annullano un gol da cineteca. Subito dopo confezione l’assist per Palacio. Una grande gara la sua

Kuzmanovic: una partita sottotono. Viene sostituito e l’Inter inizia a girare meglio. Non può essere soltanto un caso.

Tabellino:

Inter-Cesena 1-1 (primo tempo 0-1)

Marcatori: Defrel (C) al 30′ p.t.; Palacio (I) al 3′ s.t.

Inter (4-3-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Andreolli, Dodò (dal 17′ s.t. Santon); Guarin, Medel, Kuzmanovic; Shaqiri (dal 24′ p.t. Kovacic); Palacio, Icardi. (Carrizo, Berni, Felipe, Campagnaro, Brozovic, Obi, Hernanes, Podolski, Puscas). All. Mancini.

Cesena (4-3-1-2): Leali; Perico, Capelli, Krajnc, Magnusson; Giorgi, Mudingayi (dal 35′ s.t. Cascione), De Feudis (dal 29′ s.t. Pulzetti); Carbonero; Defrel, Djuric (dal 35′ s.t. Rodriguez). (Agliardi, Bressan, Volta, Nica, Gaiola, Moncini, Brienza, Succi). All. Di Carlo.

Arbitro: Gervasoni di Mantova.

Giuseppe Ferrara
15 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook