Poker Lazio, annichilita la Fiorentina

Poker Lazio, annichilita la Fiorentina

foto articolo Lazio-FiorentinaLa sfida per l’Europa la vince la Lazio. All’Olimpico, la squadra di Pioli annichilisce i viola calando il poker. I biancocelesti potrebbero, già nel primo tempo, andare a bersaglio in più occasioni, ma non riescono a trovare il raddoppio per merito di Neto, in grande serata. I viola non sono percepibili in fase offensiva e, nel secondo tempo, si vedono solo con un tiro da fuori di lieve entità. La Lazio sfrutta le ripartenze e colpisce con il suo giocatore migliore, Klose, che sigla una doppietta che vale l’aggancio al Napoli e il vantaggio di 4 punti sulle dirette inseguitrici.

Lazio sprecona. La Fiorentina inizia la gara con grande energia ma è un fuoco di paglia perché la Lazio prende in mano le redini del gioco e inizia a creare occasioni importanti sfruttando la velocità degli esterni alti. Il vantaggio arriva da una percussione esterna di Anderson che si invola e mette al centro per Mauri, il capitano non trova il controllo e la sfera termina sull’out opposto, palla scodellata al centro e rimpallata, da fuori arriva Biglia che, al volo, insacca all’angolino lontano. Vantaggio e padroni di casa che si proiettano in avanti alla ricerca del raddoppio, solo un grande Neto evita alla Fiorentina di uscire dalla gara. L’estremo difensore della Fiorentina è abile a sbarrare la strada sulla grande giocata di Klose, ancora il portiere viola neutralizza sulla conclusione a botta sicura di Anderson. La Fiorentina riesce, alzando la linea difensiva, ad allentare il gioco veloce degli avversari. La Lazio colpisce un palo con un bellissimo tiro al volo di Biglia, in cerca del secondo gol fotocopia, insuperabile Neto che si distende e devia la sfera sul palo. Termina 1-0 con molto sollievo dei viola e molto rammarico dei biancocelesti.

Lazio padrona. I viola provano a scuotersi nella ripresa, cercando di farsi impensierire la difesa laziale con Diamanti e Fernandes. La Lazio è, però, padrona del campo. La squadra di Pioli gioca meno velocemente del primo tempo ma le proprie giocate sono velenose, la dimostrazione la fornisce Anderson che, si invola nello stretto e superando Tomovic che lo atterra in area. Rigore. Sul dischetto si presenta Candreva che, con freddezza, spiazza Neto per il raddoppio biancoceleste. Si annullano le possibilità dei viola di rientrare in partita, la Lazio cavalca l’onda dell’entusiasmo e trova il tris con Klose: Biglia raccoglie una palla persa della Fiorentina e serve in profondità Candreva, conclusione e respinta di Neto, il tedesco è il più veloce e insacca di testa. I padroni di casa non sono sazi e colpiscono ancora con Klose: Keita se ne va sulla fascia di sinista e conclude da posizione angolata, sulla respinta Klose prova a servire un compagno ma la sfera resta sui suoi piedi e viene insaccata. Il poker è servito, la partita chiusa. Vince la Lazio.

Meritano 2duerighe

Neto. Difficile che chi subisca 4 reti sia anche il migliore in campo, ma Neto salva la sua squadra nel primo tempo, cercando di tenerla a galla nel secondo dove non può nulla sui gol segnati.

Salah. Doveva essere la serata della sua definitiva consacrazione ma, l’egiziano, non riesce a concludere neanche una giocata, impalpabile e totalmente annichilito dagli avversari che non gli concedono spazi.

Tabellino

LAZIO-FIORENTINA 4-0

LAZIO (4-2-3-1) Marchetti, Basta, De Vrij, Mauricio (49’ Novaretti), Radu, Biglia, Cataldi, Candreva (76’ Keita), Mauri (81’ Onazi), F.Anderson, Klose. All. Pioli.

FIORENTINA (4-3-3) Neto, Tomovic, Savic, Basanta, Pasqual, Kurtic, Badelj (76’ Joaquin), Fernandez, Diamanti (46’ Pizarro), Ilicic (55’ Gilardino), Salah. All. Montella.

Arbitro  P. Tagliavento (sez. Terni)

Marcatori  6’ Biglia (L), 65’ rig. Candreva, 75’ Klose (L), 85’ Klose (L).

Ammoniti  Basanta (F), Mauricio (L), Kurtic (F), Tomovic (F), Candreva (L)

Damiano Rossi (Frascati)

9 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook