Napoli-Inter gol e spettacolo ma il pari non serve a nessuno

Napoli-Inter gol e spettacolo ma il pari non serve a nessuno

hiuguainMancini cerca i tre punti per riavvicinarsi alla zona Europa League, Benitez cerca i tre punti per portari a -2 dalla Roma seconda in classifica e tenere lontane Lazio e Fiorentina. E invece arriva un pari che non serve a nessuno.
L’Inter si presenta con il classico 4-3-1-2: Shaqiri a supporto di Palacio e Icardi e a centrocampo Brozovic preferito a Kovacic. Il Napoli invece conferma Andujar tra i pali e in avanti Mertens parte titolare con Gabbiadini in panchina.
La partita è avvincente con tante occasioni e Higuain che nel primo tempo spreca almeno tre o quattro palle gol. La ripresa vede i padroni di casa andare in vantaggio per 2-0 grazie alle clamorose lacune difensive di Juan Jesus e Ranocchia ma l’Inter rimane in partita e agguanta il pareggio con Palacio e il rigore “a cucchiaio” di Icardi. Per come si era messa è un punto guadagnato per i neroazzurri (che però rimangono ancora molto lontani dalle zone alte della classifica) e due punti persi per i partenopei che non riescono a gestire il doppio vantaggio e mostrano ancora molte sbavature difensive, soprattutto sugli esterni.

Occasioni molte, gol zero – Al San Paolo è una continua emozione sin dai primissimi minuti. Apre le danze Mertens che di testa manda di poco a lato, al 7’ è la volta di Higuain che cerca di sorprendre Handanovic con un tiro a giro dalla media distanza ma il portiere è bravo ad arrivarci con una gran parata. L’Inter risponde con una conclusione dalla distanza di Guarin che sorvola la traversa, ma è sempre il Napoli ad avere le occasioni migliori nel primo tempo: Higuain riceve un passaggio invitante in area di rigore, controlla e tira ma il pallone esce di poco alla sinistra della porta. Handanovic è poi costretto agli straordinari negando il gol prima a Hamsik e poi a Higuain.

Gli ospiti soffrono il gioco dei partenopei e solo una conclusione di Brozovic di poco alta riesce a impensierire Andujar. Al 32’ Mertens serve un pallone d’oro a Gonzalo Higuain che però conclude malamente e non inquadra la porta (davvero molte le occasioni sprecate dalla punta napoletana nella prima frazione di gioco) e pochi minuti più tardi è sempre l’ex giocatore del Real Madrid a costringere il portiere dell’Inter ad un intervento decisivo.
Al 42’ arriva la prima vera occasione per i neroazzurri con Shaqiri che dal limite dell’area lascia partire una rasoiata che Andujar respinge.

Avanti Napoli, Inter in rimonta – La ripresa si apre con il vantaggio del Napoli. I padroni di casa al 52’ giocano il pallone sulla fascia destra dove Henrique lascia partire un cross preciso per Hamsik che (lasciato solo dalla difesa interista) stacca di testa indisturbato e insacca da due passi.
Ma la squadra di Mancini non ci sta e un minuto dopo sfiora il gol del pareggio con Icardi che di testa manda di poco a lato. Al 60’ Hamsik lascia partire una bordata su cui Handanovic è bravo a intervenire.
Al 63’ è il capitano del Napoli che serve Higuain con un un ottimo pallone e l’attaccante è bravo a sfruttare un varco lasciato dalla difesa dell’Inter per lasciar partire un tiro a giro dalla media distanza che beffa Handanovi: è il raddoppio per i partenopei.
Ma proprio nel miglior momento dei padroni di casa l’Inter tira fuori l’orgoglio e reagisce. Santon sulla fascia salta gli avversari come birilli e serve un pallone d’oro per Icardi che a botta sicura non inquadra la porta per pochi centimetri. Ma è solo il preludio al gol dei neroazzurri: al 72’ è sempre Santon che mette un pallone invitante in area di rigore e dopo un batti e ribatti la sfera arriva sui piedi di Palacio che da due passi e con Andujar fuori causa non sbaglia e sigla il gol del 2-1 che riapre il match.
Al minuto 80’ è bravo il portiere dei padroni di casa a negare il gol su punizione ad Hernanes (entrato per Brozovic).
Al minuto 86’ arriva il pareggio per l’Inter. Palacio viene trattenuti in area da Henrique e l’arbitro assegna un calcio di rigore per gli ospiti (espellendo anche il difensore che riceve il secondo giallo). Sul dischetto si presenta Icardi che insacca con un “cucchiaio” che beffa Andujar.

Meritano 2duerighe:

Hamsik: il capitano del Napoli è in serata e lo dimostra ampiamente. Sigla il gol del vantaggio azzurro e regala un assist prezioso a Higuain per il raddoppio. Marek è tornato!

Ranocchia e J. Jesus: la coppia centrale dell’Inter è disastrosa: lascia Hamsik completamente libero di saltare sul primo gol e concedono un varco enorme a Higuain sul secondo. Solo Handanovic evita il disastro completo.

Tabellino

NAPOLI – INTER 2-2

Napoli (4-2-3-1): Andujar, Henrique, Koulibaly, Strinic, Lopez, Inler, Callejon (88’ Mesto), Hamsik (80’ Gabbiadini), Mertens (73’ De Guzman), Higuain. All. Benitez.

Inter (4-3-1-2): Handanovic, Santon, Ranocchia, J. Jesus (84’ Puscas), D’Ambrosio, Brozovic (64’ Hernanes), Medel, Guarin, Shaqiri, Palacio, Icardi. All. Mancini.

Arbitro: Rocchi di Firenze

Marcatori: 51’ Hamsik, 63’ Higuain (N), 72’ Palacio, 87’ rig. Icardi (I)

Ammoniti: J. Jesus, Brozovic, Guarin (I), Mertens (N)

Espulsi: Henrique (N, per somma di ammonizioni)

Andrea Speziale

9 marzio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook