Fiorentina corsara a San Siro, 1-0 all’Inter

Fiorentina corsara a San Siro, 1-0 all’Inter

20150301_salah.jpg.pagespeed.ce.KXoRquXc5XNiente quarta vittoria consecutiva per l’Inter. I nerazzurri si lasciano superare in casa dalla Fiorentina di Vincenzo Montella e frenano la corsa al quinto posto che varrebbe l’Europa League. Decisivo Salah, al quarto gol in sei partite.

Roberto Mancini disattende qualsiasi previsione della vigilia: dentro Vidic e Kovacic, fuori Ranocchia e Shaqiri.
Montella lascia Salah in panchina e schiera Ilicic al fianco di Diamanti per supportare Babacar.

Primo tempo noioso – L’Inter del primo tempo appare svogliata, l’esatto opposto dei viola, invece determinati e attenti. Lo spettacolo latita e la partita si trascina, lenta, fino al 30’, quando la Fiorentina ha la prima occasione per passare in vantaggio: Tomovic salta Santon con disinvoltura, arriva sul fondo e serve a Kurtic un assist al bacio che però lo sloveno non riesce ad indirizzare verso la porta.
L’Inter si affida ai singoli e, in particolare, a Guarin, che appare il più in palla dei suoi. Mancini capisce le difficoltà di costruzione del gioco della sua squadra e al 35’ abbandona l’iniziale 4-3-1-2 per passare ad un 4-2-3-1, con Guarin e Medel davanti la difesa, Brozovic, Kovacic e Podolski dietro ad Icardi. Ma da qui alla fine del primo tempo non accade null’altro.

Decide Salah – A fine primo tempo Montella inserisce Salah, che nella ripresa regala subito più mobilità al tridente offensivo. Anche se il secondo tempo sembra riproporre il copione del primo. Almeno fino al lampo che decide la gara: Pasqual disegna un traversone insidioso sul quale Handanovic ci arriva senza trattenerlo. La palla vagante capita sui piedi di Salah, che con un sinistro preciso supera il portiere sloveno. Il gol del vantaggio ospite mette pressione a Mancini, che inserisce Shaqiri al posto di Podolski. Lo svizzero si rende subito protagonista innescando con precisione Icardi e provando egli stesso la conclusione (Neto attentissimo). Al 27’ l’Inter ha l’occasione per trovare il pareggio: Guarin-Shaqiri-Icardi combinano molto bene, ma l’attaccante argentino non riesce a tenere bassa la palla da ottima posizione. Praticamente un rigore in movimento. Nei minuti finali ci provano Vidic di testa, Palacio e Icardi. Ma l’Inter (nonostante la doppia superiorità numerica per gli infortuni di Tomovic e Savic avvenuti a cambi esauriti) non riesce a trovare il pareggio, ed è costretta a vedere allontanarsi il treno per l’Europa.

Meritano 2duerighe:

Salah: al quarto gol in sei partite. Il giocatore egiziano è la grande sorpresa di questo inizio di anno. Un acquisto che appare davvero azzeccato.

Podolski: apatico e svogliato. L’Emblema della sua partita è il clamoroso svarione che lo porta, in occasione di un calcio d’angolo, a colpire la bandierina piuttosto che il pallone. Addirittura fischiato quando viene sostituito con Shaqiri.

Tabellino:

Inter-Fiorentina 0-1 (primo tempo 0-0)

Marcatore: Salah al 10′ s.t.

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Campagnaro, Vidic, Juan Jesus, Santon (dal 32′ s.t. D’Ambrosio); Guarin, Medel, Brozovic; Kovacic (dal 28′ s.t. Palacio); Icardi, Podolski (dal 21′ s.t. Shaqiri). (Carrizo, Andreolli, Kuzmanovic, Obi, Dodò, Ranocchia, Felipe, Puscas, Hernanes). All. Mancini.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Savic, Rodriguez, Pasqual; Kurtic, Badelj, Aquilani (dal 36′ s.t. Vargas); Diamanti (dal 27′ s.t. Joaquin), Babacar (dal 43′ p.t. Salah), Ilicic. (Rosati, Lezzerini, Richards, Pizarro, Gilardino, Borja Valero, Alonso, Lazzari, Rosi). All. Montella.

Arbitro: Massa di Imperia.

Giuseppe Ferrara
2 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook