Sorteggio complicato per le italiane in Europa League

Sorteggio complicato per le italiane in Europa League

sorteggiSorteggio agrodolce per le squadre italiane impegnate agli ottavi di Europa League. Quasi inevitabile il derby nazionale, vista la presenza di 5 squadre nostrane su sedici totali. Sarà Fiorentina – Roma la sfida che farà scendere inesorabilmente come massimo a 4 il numero delle italiane al turno successivo. I giallorossi proveranno a riscattare l’eliminazione in Coppia Italia subita proprio grazie alla Fiorentina dell’ex Vincenzo Montella, che dopo aver battuto ed eliminato  una delle grandi favorite come il Tottenham è deciso più che mai a regalare altre soddisfazioni ai tifosi viola.  Sfida più abbordabile per il Napoli che incontrerà la Dinamo Mosca, squadra da tenere comunque sott’occhio e da non sottovalutare, visto che nei gironi di qualificazione , prima di eliminare ai sedicesimi l’Anderlecht, ha superato il turno grazie a sei vittorie su sei, subendo solamente tre reti. L’Inter, invece, può dirsi autorizzato a tremare. Incontrerà il Wolfsburg di De Bruyne e Dost, coloro che neanche un mese fa hanno affondato il Bayern Monaco in campionato. Sfida altrettanto complicata, ma non impossibile, per il Torino di Ventura. I granata affronteranno lo Zenit di Villas Boas mai convincente in campo europeo dopo la vittoria col Porto. Per il tecnico portoghese l’Europa League è l’ultima chance per evitare di incombere nell’esonero a fine stagione, nonostante un ottimo cammino nel campionato russo. Chiudono il tabellone le sfide tra Everton e Dinamo Kiev, Dnipro e Ajax, Bruges e Besiktas e l’altro derby di turno, quello spagnolo tra Siviglia e Villareal. Sfida interessante soprattutto quest’ultima, che potrebbe inoltre permettere alle squadre italiane di rosicchiare qualche altro punto nel ranking UEFA. Tutto sommato, le italiane sono riuscite ad evitare squadre potenzialmente ancora più attrezzate per la vittoria finale, su tutte l’Everton di Martinez e Lukaku e il Siviglia di Carlos Bacca, detentore, tra l’altro, del trofeo del 2014.

Non bisogna dimenticare che il sorteggio vietava a squadre russe ed ucraine di affrontarsi tra di loro, vista la complicata situazione politica in quel territorio.

Jacopo Trevisani

27 febbario 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook