Serie A, gol fantasma a Catania: si riaccende il duello Milan-Juve

Il trentesimo turno di Serie A sorride alla Juventus che si sbarazza per 3-0 del Napoli e riduce di due punti il distacco dal Milan, bloccato sabato pomeriggio a Catania dai ragazzi di Montella sul punteggio di 1-1.
Giornata piena di gol ben 35, con due vittorie esterne (Palermo e Chievo) e soltanto un pareggio a reti inviolate Lecce-Cesena.
Il Milan impatta al “Massimino” al termine di una partita vibrante, con tante occasioni da gol e un episodio di moviola che ha scatenato grandi polemiche.

La rete non concessa a Robinho ha fatto infuriare Allegri e Galliani, dopo il gol fantasma contro la Juventus ancora una volta il Milan si ritrova al centro di accese discussioni, anche se in questo caso la presunta rete di Robinho è stata accertata solo dopo numerosi replay.
Perdono così terreno Ibrahimovic e compagni, si riavvicina invece una Juve sempre più brillante che regola il Napoli il quale perde malamente, sprecando l’opportunità di riavvicinare la Lazio e il terzo posto.
I biancocelesti vengono piegati nel posticipo del sabato sera da un bel Parma che vince 3-1 scacciando la crisi ed allontanandosi dalla zona calda.
Torna alla vittoria l’Inter, la prima in panchina di Stramaccioni regala ai nerazzurri tre punti fondamentali per le residue speranze di qualificazione europea. Partita infinita e ricca di emozioni quella di San Siro, parte forte l’Inter che va sul 3-0, poi il Genoa riesce a riemergere e nel finale la giostra di episodi condanna i rossoblu ad un altro passo falso che avvicina gli uomini di Marino alle squadre di coda.
Il 5-4 mantiene l’Inter a -3 dalla Roma e a -4 dall’Udinese che scivola a Siena grazie ad una rete di Destro, altro giovane definitivamente esploso in questo campionato.
Per i friulani resta il rammarico di aver gettato un’occasione importante per ridurre il distacco dalla Lazio, con la Roma che nel frattempo si avvicina sempre di più.
Colpi esterni per Palermo e Chievo, due successi importanti per entrambe le squadre: i siciliani raccolgono il loro primo successo in trasferta, mentre il Chievo raggiunge virtualmente la salvezza mettendo nei guai la Fiorentina.
Per i viola altra sconfitta pesante, il 2-1 interno lascia la squadra di Delio Rossi a soli 5 punti dalla zona retrocessione, evidenziando ancora una volta i tantissimi problemi di una squadra in pieno caos ed attesa dalla difficile trasferta di Milano sabato prossimo.
Punti importanti per il Cagliari che supera l’Atalanta 2-0 grazie alla reti di Conti e a Pinilla (sesto gol per il cileno).
I sardi agganciano a quota 37 proprio i nerazzurri, portandosi a +9 sul Lecce, un distacco che dovrebbe rendere piuttosto sereno questo scorcio finale di stagione anche per la squadra di Ficcadenti.
Nelle ultime posizioni lo spareggio salvezza fra Lecce e Cesena termina 0-0, poche emozioni al “Via del Mare” ed un risultato che non accontenta nessuno, soprattutto i salentini che vedono svanire una grande chance per alimentare le speranze di salvezza.
La sconfitta del Novara a Roma condanna anche i piemontesi, l’illusione del gol di Caracciolo dura poco, la reazione giallorossa ed il 5-2 rendono sempre più complicata la missione di Tesser.
In classifica marcatori resta al comando Ibrahimovic con le sue 22 reti, passo in avanti invece per Milito che con una tripletta sale a quota 17 scavalcando Palacio (16 gol) e Denis fermo a 15.
Nel prossimo turno, che andrà in scena il Sabato di Pasqua, spicca Lazio-Napoli alle ore 21, un vero spareggio Champions oltre al duello tricolore che vedrà la Juve a Palermo ed il Milan ospitare la Fiorentina, dopo la supersfida di martedì prossimo al Camp  Nou contro il Barcellona.
Rimangono ancora 8 partite da giocare, tutti i verdetti devono essere decisi, tralasciando la zona retrocessione in cui la situazione sembra abbastanza delineata, il campionato si avvia ad un finale emozionante con Milan e Juventus pronte ad una sfida fino all’ultima curva e la lotta per l’Europa sempre più viva.

Matteo Ciofi

2 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook