ROMA CORSARA, AGGUANTA LA VITTORIA A BARI!

di Luigi Rubino

Cinque reti, due rigori e tre espulsioni hanno caratterizzato la gara tra il Bari e la Roma costretta a giocare in nove uomini di fronte ad un Bari mai domo. La rete decisiva, giunta al 94′ porta la firma di Rosi. Con questa vittoria, i giallorossi si stabizzano in quarta posizione, alle spalle della Lazio, impegnata nel posticipo del Lunedi con la Juventus.Inizio di gara alla camomilla fino al 22′ quando l’arbitro Russo di Nola concede un rigore al Bari per un fallo di mano commesso Trasforma  Bentivoglio. Sette minuti dopo la Roma pareggia: punizione dal limite dell’area di Totti ed esterno vincente nell’angolo basso di Gillet. Al 36′ Menes triangola con Totti, ma un difensore ferma il tiro del capitano giallorosso. Al 41′  i padroni di casa si portano in vantaggio: cross di Romeo da destra e grande girata di testa di Huseklepp che batte Doni. Nella ripresa la Roma sostituisce Borriello con Menez.

Poi arriva un cartellino rosso per De Rossi che colpisce con una gomitata al volto Bentivoglio. C’è tanto nervosismo in campo!  Al 56′ i giallorossi si portano in vantaggio su penalty battuto da Totti, per fallo  di Parisi commesso su Juan. Per il capitano è il gol  numero 206 della sua carriera realizzato in serie A.  Al 57′ Bari vicino al pari. E’ Juan a sfiorare un clamoroso autogol su cross di Romero. La deviazione del difensore della Roma viene respinta dal palo. La partita è più divertente ed agonisticamente valida rispetto al primo tempo. Le azioni si susseguono su l’uno e l’altro fronte.  Al 59′ Totti tira sul palo un rigore. Nel finale le emozioni  si susseguono. Al 77′ viene espulso Glik. Poi è  Ghezzal che coglie la traversa e fa gridare al gol i tifosi romagnoli. Intanto, anche Perrotta viene allontanato dal campo: per lui rosso diretto.  Al 94′ la Roma poi agguanta inaspettamente la vittoria. L’azione parte da Riise dalla sinistra, il pallone viene appena toccato da Borriello, palla sul petto di Rosi che realizza il suo primo gol in questa stagione.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook