Cinquina della Roma, Novara travolto all’Olimpico

Nell’anticipo delle 12.30 la Roma si impone nettamente sul Novara con il punteggio di 5-2. Luis Enrique si affida in avanti al trio Totti-Osvaldo-Bojan mentre Tesser lancia Caracciolo e Jeda per trovare punti vitali in ottica salvezza.
Parte bene il Novara, al minuto 17’ Gemiti crossa dentro, Caracciolo prende il tempo a De Rossi, grande girata di testa con il pallone che colpisce prima il palo sinistro e poi finisce in rete.
Il vantaggio degli ospiti scuote la Roma ma al 23’ il Novara si rende ancora pericoloso con un’azione sempre di Caracciolo il quale tenta un destro da posizione defilata senza centrare la porta, il pallone sfila con Stekelenburg che controlla.

Al 25’ reazione giallorossa guidata da Osvaldo che di sinistro imbecca Marquinho al centro dell’area di rigore, il brasiliano indisturbato insacca di testa pareggiando.
Passano otto minuti e la Roma ribalta il risultato grazie alla decima reta in campionato di Osvaldo, al terzo sigillo consecutivo. Calcio d’angolo dalla destra battuto da Totti, il centravanti italo-argentino si libera dalla marcatura di Garcia e schiaccia di testa con il pallone che si infila alla destra di Ujkani.
La Roma insiste e al trentottesimo si rende pericolosa sempre con Osvaldo. José Angel crossa di sinistro, Osvaldo gira nuovamente di testa anticipando il difensore del Novara ma il pallone sbatte sulla traversa con Ujkani battuto.
In chiusura di primo tempo altra occasione per i padroni di casa con Osvaldo. Il numero 9 giallorosso di destro cerca di incrociare il tiro un metro fuori dall’area piccola, la palla si alza di poco superando la traversa.
La ripresa si apre con una fiammata del Novara, al terzo minuto, ancora sull’asse Gemiti-Caracciolo, l’esterno sinistro mette dentro un bel pallone sul quale si avventa Caracciolo che in spaccata anticipa De Rossi ma Stekelenburg è bravo ad allungarsi e riesce a respingere.
Al 56’ lancio in profondità per Jeda, l’attaccante del Novara stoppa bene, supera Kjaer, prova il diagonale ma non prende la porta mancando un’occasione importante.
Un minuto dopo la Roma trova il 3-1: azione insistita in area biancoblu di Marquinho, Ujkani respinge il tiro ravvicinato del brasiliano, F. Simplicio è caparbio nel recuperare la sfera e con un pallonetto straordinario insacca.
Il Novara accusa il colpo e si sbilancia, la Roma riparte in contropiede, Marquinho lancia Bojan che scatta e si invola verso la porta trafiggendo Ujkani con un preciso diagonale sinistro che fissa il risultato sul 4-1. Dopo il gol, il giovane attaccante esulta mostrando una maglietta di incoraggiamento per l’ex compagno di squadra Abidal che tra qualche giorno si sottoporrà ad un altro trapianto di fegato.
Al 32’ il Novara trova la rete del 4-2 con Morimoto lanciato da Caracciolo, il giapponese oltre la linea del fuorigioco stoppa indisturbato in area e batte il portiere giallorosso con un tocco morbido.
Due minuti più tardi, altra palla gol per la Roma: Fontana esce dall’area, pasticcia con Lisuzzo ed il pallone finisce a Lamela che tenta un tiro rasoterra da 20 metri ma trova la pronta respinta sulla linea di porta.
Negli ultimi minuti di gioco la Roma si rende nuovamente pericolosa, José Angel è bravo a tenere in gioco un pallone sulla sinistra, riesce a crossare per Marquinho che arriva a rimorchio e colpisce di testa ma Fontana è reattivo e devia oltre la traversa.
L’ultima emozione della partita è al secondo dei tre minuti di recupero: una ripartenza della Roma guidata da Osvaldo permette e Lamela di trovare il quinto gol, l’argentino punta Paci in area ed infila Fontana sul secondo palo con un sinistro preciso che chiude definitivamente il match.
I giallorossi conquistano una vittoria meritata e volano a 47 punti in classifica, candidandosi ancora una volta per la corsa al terzo posto, il Novara invece vede lo spettro della retrocessione sempre più vicino.

ROMA – NOVARA 5-2 (primo tempo 2-1)

Roma (4-3-1-2): Stekelenburg; Taddei, Kjaer, De Rossi, José Angel; Gago, F. Simplicio (12’ s.t. Perrotta), Marquinho; Totti (37’ s.t. Viviani)i; Osvaldo, Bojan (19’ s.t. Lamela).
A disposizione: Curci, Cicinho, Rosi, Lamela, Viviani, Perrotta, Piscitella.
All. Luis Enrique.

Novara (5-3-2): Ujkani (1’ s.t. Fontana); Morganella, Paci, Lisuzzo, Garcia, Gemiti; Porcari, Jensen (20’ s.t. Mazzarani), Pesce;  Caracciolo, Jeda (15’ s.t. Morimoto).  
A disposizione:  Fontana, Centurioni, Rinaudo, Mazzarani, Radovanovic, Morimoto, Rubino.
All. A. Tesser.

Marcatori: Caracciolo 17’ p.t., Marquinho 25’ p.t., Osvaldo 33’ p.t., F. Simplicio 12’ s.t., Bojan 17’ s.t., Morimoto 32’ s.t., Lamela 47 s.t.

Ammoniti: Paci, Bojan.

Arbitro: Romeo.
Assistenti: Giachero, Comito.

Matteo Ciofi

1 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook