Tevez e Morata trascinano la Juventus: i bianconeri superano 2-1 il Borussia Dortmund

Tevez e Morata trascinano la Juventus: i bianconeri superano 2-1 il Borussia Dortmund

Juventus-Borussia 2-1Una Juventus operaia getta il cuore oltre l’ostacolo riuscendo con sacrificio e caparbietà ad avere la meglio di un combattivo Borussia Dortmund. Il risultato, nonostante la vittoria, non permette ai bianconeri di dormire sonni tranquilli in vista del ritorno,il 18 Marzo,al  Westfalenstadion dove i gialloneri proveranno a mettere a frutto la rete realizzata fuori casa. Accade tutto nella prima frazione di gioco, quando Tevez squarcia l’equilibrio segnando il gol del vantaggio bianconero. All’Apache risponde l’altra stella del Borussia, Reus, che  approfittando di un errore di Chiellini porta il punteggio sul risultato di parità. Nel momento di maggiore pressione giallonera si accende l’orgoglio bianconero che, nella serata dello Stadium, porta  il nome di Morata, l’ex Real riporta in avanti la Juventus fissando il tabellino sul 2-1.

Reus spaventa la Juventus- Klopp opta per un modulo offensivo con Immobile supportato dal tridente tutto velocità Reus, Mkhitaryan, Aubameyang. A centrocampo fuori il portatore d’acqua Bender per la fantasia del duo Sahin-Gundogan. Nessuna sorpresa in casa Juventus con Morata preferito a Llorente. Il match si accende immediatamente e al 13’ la Juventus passa in vantaggio: contrattacco orchestrato con intelligenza da Morata con Tevez che approfitta della respinta dell’estremo difensore tedesco per il tap in vincente in complicità con Schmelz. Il vantaggio bianconero dura circa cinque minuti e il cuore del supporters della vecchia signora si ferma nel petto quando Chiellini scivola su un disimpegno consegnando il pallone a  Reus che ringrazia pareggiando i conti. La rete della stella dei gialloneri incrina le sicurezze della Juventus che non riesce a contrastare i ritmi e il giro palla del Borussia. Il centrocampo tedesco gioca in scioltezza e a complicare ulteriormente la situazione per la squadra di casa, Pirlo deve uscire per problemi fisici, al suo posto Pereyra con Marchisio in cabina di regia. Proprio nel momento migliore del Dortmund la Juventus con una fiammata trova la rete del nuovo sorpasso con Morata che finalizza una bella azione corale sull’asse Tevez-Pogba.

Agonismo e muscoli-Nella riprese Klopp cambia inserendo Kirch in difesa al posto di Papastathopoulos spostato a destra nel primo tempo per l’infortunio di Piszczek e autore di una partita incolore. Nel secondo tempo i bianconeri scendono in campo con maggiore personalità, cercando di spingere sugli esterni dove nel primo tempo avevano avuto maggiore iniziativa i gialloneri. La difesa del Borussia scricchiola sotto i colpi delle ripartenze della Juventus,ma la squadra di Allegri non riesce a trovare lo spunto vincente. Al 71’è Tevez a suonare la carica sfiorando la rete con un bel tiro dopo una mischia al limite dell’area, la conclusione dell’ex Citizen termina di poco fuori. All’argentino della Juventus risponde Immobile con un destro dalla distanza alto di poco. Il Borussia Dortmund nel finale di gara cala inevitabilmente dopo aver speso molto durante tutta la partita. I bianconeri sembrano avere più benzina nelle gambe e al 77’ Tevez impegna ancora l’estremo difensore tedesco, obbligandolo ad un intervento con i pugni. La grande occasione per la terza rete capita all’86’ sui piedi di Pereyra che non sfrutta a dovere l’assist di Morata con un diagonale che non trova lo specchio della porta. Allo Juventus Stadium termina 2-1 per la Juventus.

Meritano 2duerighe:

Tevez: giusta la standing ovation riservata all’Apache quando esce all’89’ per far spazio a Coman. Il numero 10 bianconero è l’uomo cardine di questa Juventus, trascinando i suoi al successo. Top Player

Papastathopoulos : è in ritardo nel primo gol della Juventus, spostato a destra dopo l’infortunio di Piszczek è spesso fuori posizione, Klopp nella ripresa lo sostituisce. Confuso

Tabellino:

Juventus-Borussia Dortmund 2-1

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo (37′ Pereyra), Pogba; Vidal (43′ st Padoin); Morata, Tevez (45′ st Coman). A disp.: Storari, Caceres, Ogbonna, Llorente. All.: Allegri

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weindefeller; Piszczek (32′ Ginter), Papastathopoulos (1′ st Kirch), Hummels, Schmelzer; Gundogan, Sahin; Aubameyang, Mkhitaryan, Reus; Immobile (31′ st Blaszczykowski). A disp.: Langerak, Kehl, Ramos, Blaszczkowski. All.: Klopp

Arbitro: Lahoz (Spa)

Marcatori: 13′ Tevez (J), 18′ Reus (B), 43′ Morata (J)

Ammoniti: Vidal, Pereyra (J)

Damiano Rossi(Roma)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook