Guarin super e l’Inter travolge l’Atalanta

Guarin super e l’Inter travolge l’Atalanta

guarinDopo la buona prova contro il Palermo della settimana scorsa, l’Inter di Mancini continua a vincere e convincere. Tramontato l’esperimento 4-2-3-1 e accantonata l’ipotesi del tridente, l’allenatore neroazzurro conferma il modulo vincente della scorsa giornata: 4-3-1-2 con Podolski e Palacio supportati da Shaqiri. A centrocampo fuori Kovacic e dentro Brozovic mentre in difesa parte titolare Santon.
Ma il vero eroe di giornata è Guarin che agisce tra le linee avversarie e sulla trequarti diventa il vero mattatore della gara. Inventa due gol di rara bellezza dalla distanza e inventa l’assist per il quarto gol.
L’Atalanta invece ha il merito di aver affrontato l’Inter a viso aperto dando vita ad un primo tempo ricco di emozioni, con Pinilla che avrebbe potuto cambiare volto alla partita se avesse finalizzato un paio di palle gol nitide. Nella ripresa Colantuono si ritrova orfano di Benalouane che si è fatto espellere per delle inutili proteste e la sua squadra non ha più potuto contenere le incursioni offensive dell’Inter. I bergamaschi non hanno saputo approfittare degli stop di Cagliari, Empoli e Verona e ora la classifica si fa davvero pericolosa.

Nel segno di Guarin – Pronti, via e Inter subito in vantaggio. Bellini atterra Guarin in area e Banti concede il rigore agli ospiti dopo un minuto. Sul dischetto si presenta Shaqiri, Sportiello intuisce la direzione ma non basta e il pallone si insacca.

Ma l’Atalanta non si demoralizza. e col passare dei minuti comincia a creare diversi pericoli per Handanovic. Al 10’ Pinilla di testa non inquadra la porta. Al 18’ è sempre l’ex genoano a fallire un’occasione clamorosa: Moralez lo serve con un pallone d’oro a due passi dalla porta di Handanovic ma la punta atalantina spara alto sopra la traversa.
Il pareggio è nell’aria e infatti arriva puntuale al 27’. Pinilla si fa perdonare le occasioni fallite e con una sponda di testa serve Moralez che la butta dentro senza troppe difficoltà.
La partita cresce d’intensità e le due squadre si affrontano a viso aperto. Al 37’ ci pensa ancora Guarin, il migliore dei suoi, a risollevare il morale dei tifosi ospiti. Il colombiano dell’Inter fa tutto da solo e dal limite dell’area inventa una traiettoria imprendibile per Sportiello.
Negli ultimi minuti del primo tempo ci provano anche Shaqiri (che tira alto) e Brozovic (che costringe Sportiello ad una gran parata) ma il risultato non cambia.

L’Inter dilaga – La ripresa si apre con l’espulsione di Benalouane dopo sette minuti. Il difensore atalantino riceve due gialli in pochi secondi (il primo per un fallo e il secondo per proteste) lasciando i suoi compagni in svantaggio e in inferiorità numerica.

L’Inter sfiora subito il terzo gol con Palacio che, servito ottimamente da Guarin, fallisce un’occasione d’oro da solo davanti al portiere avversario. Per l’Atalanta ci prova Baselli (entrato al posto di Gomez) dalla distanza ma il suo tiro è troppo debole per impensierire Handanovic.
Al 63’ è ancora Guarin a mettere la firma sulla partita. Il colombiano arriva palla al piede sulla trequarti avversaria e lascia partire un tiro a giro imparabile: e dopo il gol si concede anche un’esultanza un po’ provocatoria sotto la curva avversaria.
L’Atalanta ci prova ma si espone alle ripartenze dell’Inter e solo un grande intervento di Sportiello impedisce il quarto gol su una conclusione di Shaqiri in contropiede.
L’Inter è ormai padrona del campo e al 72’ arriva il gol del 4-1: il solito Guarin serve Palacio con un passaggio filtrante in area e l’argentino insacca senza difficoltà.

Nel finale gli uomini di Mancini si limitano ad amministrare senza rischiare troppo e provando anche qualche sortita offensiva con Guarin che dalla distanza manda di poco alto e con Pdolski che fa tutto da solo ma si vede murare la conclusione dai difensori avversari.

Meritano 2duerighe:

Guarin: si prende il fallo da rigore di Bellini dopo un minuto, fa due gol splendidi dalla distanza e propizia anche il quarto gol. Vince la partita praticamente da solo.

Benalouane: dopo un primo tempo giocato ad armi pari, l’Atalanta si ritrova in inferiorità numerica per la sua esplusione e non riesce più a contenere l’Inter. Poteva risparmiarsi le proteste, inutili peraltro.

Tabellino

ATALANTA – INTER 1 – 4

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello, Bellini, Stendardo, Benalouane, Masiello, Gomez (58’ Baselli), Carmona, Cigarini (75’ Emanuelson), Zappacosta, Moralez (46’ Denis), Pinilla. All. Colantuono

Inter (4-3-1-2): Handanovic, Santon, J. Jesus, Ranocchia, Campagnaro, Guarin, Medel, Brozovic (82’ Kuzmanovic), Shaqiri (68’ Kovacic), Palacio (76’ Hernanes), Podolski. All. Mancini.

Arbitro: Banti di Livorno

Marcatori: 2’ Shaqiri (I, rig.), 27’ Moralez (A), 37’, 63’ Guarin (I), 72’ Palacio (I)

Ammoniti: J. Jesus, Shaqiri (I), Moralez, Pinilla (A)

Espulsi: Benalouane (A, per doppia ammonizione)

 Andrea Speziale

16 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook