La Viola vola alto, superata l’Atalanta 3-2

La Viola vola alto, superata l’Atalanta 3-2

fiorentinaMontella arriva alla sfida con l’Atalanta reduce da una serie di risultati positivi. Il tecnico viola, orfano di Rodriguez in difesa, preferisce Badelj a Pizarro per guidare il centrocampo. In avanti sarà Diamanti il partner d’attacco del redivivo Mario Gomez.
Colantuono rinuncia a Pinilla (lasciato inizialmente in panchina) e perde Biava per problemi fisici. L’Atalanta arriva a Firenze con una chiara idea di gioco: superiorità sulle fasce.
E la strategia paga, almeno nei minuti iniziali. I bergamaschi dominano sulle corsie esterne con Bellini, Masiello, Moralez e l’ottimo Zappacosta.
Nel primo tempo i viola subiscono l’aggressività degi ospiti e si trovano subito in svantaggio. Ma col passare dei minuti ritrovano il pallino del gioco e si rendono pericolosi soprattutto sulle palle da fermo (su cui arriva il gol del pari) e grazie alle giocate individuali di un Diamanti ispirato.
Nella ripresa i ritmi restano alti ma le occasioni sono più rare: il leitmotiv della gara sarà soprattutto il duello Diamanti-Sportiello.
Nel finale arriva una pioggia di gol che si conclude con la rete di Pasqual che fissa il risultato sul 3-2. Fiorentina ora vicinissima alla zona Champions e i nuovi acquisti (Diamanti su tutti) fanno ben sperare per il futuro.
Per l’Atalanta invece la classifica è meno serena ma Colantuono può comunque dirsi soddisfatto della prestazione dei suoi.

Atalanta superiore ma non basta – I bergamaschi partono forte e prendono subito possesso del campo. In particolare sfruttano bene la superiorità sulle fasce. Dopo tre minuti arriva il primo brivido per i viola: Masiello crossa e di testa Moralez manda fuori di poco. A far tremare Montella ci pensa anche Tatarusanu che, con un pessimo rinvio, regala il pallone a Zappacosta in area di rigore. Ma la conclusione dell’esterno è murata dalla difesa viola.

Al 9’ arriva il primo gol della partita. Dalla fascia sinistra dell’Atalanta arriva il crosso del Papu Gomez, Tatarusanu è indeciso sull’uscita, il pallone arriva a Zappacosta che da pochi passi insacca di testa.
Gli ospiti sono sempre più padroni del campo e cinque minuti più tardi è sempre il Gomez atalantino che impegna Tatarusanu con una gran botta dalla distanza: ma il portiere della Fiorentina in tuffo manda in angolo.
Gli uomini di Montella però cominciano a regire con Diamanti che si libera dalle marcature ma tira debolmente e Sportiello para a terra senza problemi.
Al 18’ arriva il pareggio dei padroni di casa. Mati Fernandez batte una punizione da posizione defilata, nell’area atalantina svetta Basanta (lasciato libero dalle marcature) e di testa supera Sportiello.
La partita si accende e le occasioni arrivano da entrambe le parti. Ci prova Diamanti con un tiro a giro che non impensierisce l’Atalanta. Poi è la volta di Papu Gomez che dalla distanza non inquadra la porta. Nel finale la Fiorentina cresce e comincia a schiacciare gli ospiti: Al 42’ Zappacosta sfiora la doppietta in rovesciata dopo un’ottima sponda di testa di Mario Gomez. Gli ultimi minuti sono tutti per gli ospiti però. Zappacosta in contropiede costringe Tatarusanu a una gran parata e al 45’ Maxi Moralez di testa colpisce l’esterno della rete dando l’illusione del gol.

Girandola di gol nel finale – La ripresa comincia con Diamanti scatenato. Al 49’ conclude dalla distanza, Sportiello vede il pallone all’ultimo ma è bravo a parare. Un minuto più tardi Diamanti, in un’azione fotocopia, impegna di nuovo il portiere avversario: Sportiello respinge e Gomez ribatte in rete. Ma l’arbitro annulla per fuorigioco.
Al 63’ Tomovic di testa fa sfilare il pallone a due passi dalla linea di porta degli ospiti ma nessun attaccante viola riesce ad arrivarci. Al 67’ si rinnova il duello Sportiello-Diamanti con l’ex Bologna che si vede parare l’ennesima conclusione.
L’ultimo quarto d’ora è una girandola di gol.
Al 76’ arriva il 2-1 viola firmato Diamanti. Il fantasista raccoglie un pallone vagante, entra in area palla al piede, supera due avversari e batte Sportiello con un tiro preciso.
Ma l’Atalanta reagisce e al minuto 83’ trova il pari. Cigarini scodella un pallone nell’area viola verso Pinilla (entrato per uno spento Denis). L’attaccante fa da boa e serve Zappacosta che mette un cross basso e teso su cui arriva Boakye (che ha rilevato Gomez) che insacca da due passi.
Ma le emozioni non sono ancora finite. Mati Fernandez al minuto 89’ controlla un pallone nell’area di rigore degli ospiti e serve Pasqual che si è inserito tra le maglie avversarie. Il capitano della Fiorentina sigla il gol che chiude la partita. 3-2 per i padroni di casa.

Meritano 2duerighe:

Zappacosta: il giovane talento atalantino è padrone indiscusso della fascia. Le occasioni più pericolose della sua squadra arrivano tutte da lui. Segna e fa segnare: ha un futuro da top player.

Tatarusanu: con Neto la Fiorentina aveva una delle difese migliori del campionato, con lui ne sono arrivati otto nelle ultime cinque gare. Imbarazzante in occasione del gol di Zappacosta, regala anche un pallone potenzialmente fatale agli avversari su un rinvio sbagliato.

Tabellino

FIORENTINA – ATALANTA 3-2


Fiorentina (3-5-1-1):
Tatarusanu, Basanta, Savic, Tomovic, Pasqual, B. Valero (57’ Pizarro), Badelj, M. Fernandez, Joacquin (65’ Salah), Diamanti (81’ Rosi), Gomez. All: Montella.

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello, Bellini (61’ Del Grosso), Benalouane, Stendardo, Masiello, Moralez, Carmona, Cigarini, Zappacosta, Gomez (80’ Boakye), Denis (64’ Pinilla). All: Colantuono.

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa.

Marcatori: 9’ Zappacosta (A), 18’ Basanta (F), 76’ Diamanti (F), 83’ Boakye (A), 89’ Pasqual (F)

Ammoniti: Bellini (A), M. Gomez (F)

Andrea Speziale

8 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook