Milan – Parma 3-1, Menez show

Milan – Parma 3-1, Menez show

cb9cc0939348c9f366efd47127dc4691-31163-d41d8cd98f00b204e9800998ecf8427eTorna alla vittoria il Milan di Inzaghi. In uno stadio “Meazza” semivuoto, la squadra rossonera si è imposta 3-1 contro il Parma grazie allo show di Menez, autore di due gol e un assist, che oscura il debutto di Destro (in campo dal primo minuto) e regala ai suoi tre punti fondamentali nella rincorsa all’Europa.

Nocerino risponde a Menez – In avvio il Milan è inguardabile. I difetti sono evidenti, con un gioco che sembra quasi improvvisato e una manovra poco fluida. Il pressing alto del Parma mette in difficoltà i rossoneri, che non riescono ad affacciarsi con pericolosità dalle parti di Mirante. È necessario un colpo di testa di Zaccardo, toccato con il braccio sinistro da Rodriguez, per rompere il ghiaccio. Il rigore è contestato, ma trasformato da Menez.
Il vantaggio sembra indirizzare la partita in discesa per il Milan, ma la solita sbandata difensiva permette a Nocerino, ex di serata, di trovare il pareggio con una girata al volo nell’area piccola.
Il Milan non si scoraggia e al 32’ colpisce il palo con un potente calcio di punizione di Alex. Ma al 39’ i rossoneri devono ringraziare Diego Lopez, che salva il risultato prima su Varela, poi, a seguito della respinta, su Nocerino, dimenticato da Rami.

Menez e Zaccardo firmano la vittoria — Nella ripresa Inzaghi lancia Essien al posto di Van Ginkel, autore di una brutta prestazione. Il Milan continua ad arrancare, ma al 12’ riesce comunque a passare in vantaggio: è Cerci a propiziare il gol del 2-1 con un assist che Menez trasforma in rete con un bel tiro dal limite dell’area. Ottenuto il vantaggio, Inzaghi si cautela inserendo Muntari per Destro. Una mossa di copertura che non va giù ai tifosi milanisti, che ricoprono di fischi il tecnico. Il Parma si fionda in avanti, ma a far tirare un sospiro di sollievo e chiudere la partita ci pensa Zaccardo, servito dallo straripante Menez. Almeno per una settimana, il Milan può dormire sogni tranquilli.

Meritano 2duerighe:

Menez: Due gol e un assist per il 3-1 di Zacccardo. Una prestazione maiuscola, che impreziosisce una stagione da indiscusso protagonista in casa rossonera. In un Milan che arranca, lui è l’unico a meritare la lode.

Van Ginkel: insicuro e impaurito, il giovane centrocampista milanista sfodera una prestazione pessima, tant’è che Inzaghi lo sostituisce all’inizio della ripresa. Troppo timido per un Milan che ha bisogno di gente capace di caricarsi sulle spalle la squadra e farla uscire dal buio in cui naviga.

Tabellino:

Milan – Parma 3-1 (1-1 primo tempo)
Marcatori: Menez (M) su rigore al 17’, Nocerino (P) al 24’ p.t.; Menez (M) al 12’, Zaccardo (M) al 31’ s.t.
Milan (4-4-2) Diego Lopez; Zaccardo, Rami, Alex, Bocchetti; Honda, Poli, Van Ginkel (dal 1’ s.t. Essien), Cerci; Destro (dal 28’ s.t. Muntari), Menez (dal 36’ s.t. Pazzini ). (Abbiati, Gori, Calabria, Albertazzi, Di Molfetta, Felicioli, Suso, De Santis, Muntari). All.: Inzaghi.
Parma (4-3-3) Mirante; Costa, Santacroce (dal 15’ s.t. Rispoli), Lucarelli, Gobbi; Galloppa, Mariga (dal 20’ s.t. Mauri), Nocerino; Varela (dal 32’ s.t. Haraslin), Palladino, C.Rodriguez. (Bajza, Iacobucci, Cassani, Paletta, Lodi , Pozzi) All.: Donadoni.
Arbitro: Doveri di Roma.

Giuseppe Ferrara
1 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook