L’Empoli fa tremare la Roma

L’Empoli fa tremare la Roma

gruppo-abraccio-2-roma-empoliCi si aspettava una prova di carattere dalla Roma dopo il pareggio con il Palermo ma l’unico carattere visto in campo è stato quello di un Empoli che esce a testa alta dall’Olimpico. La Roma scende in campo con gran parte dei suoi titolari, Garcia lascia in panchina solo Manolas, Holebas (costretto comunque ad entrare al 24′ del primo tempo) e Ljajic, il tecnico francese cerca risposte concrete ma di concreto ci sono solo i fischi a fine match da parte dell’Olimpico. I giallorossi partono bene, al 5′ Iturbe gonfia la rete ma poi di bello non c’è più nulla anzi, a dieci minuti dalla fine Astori commette il secondo errore fatale in meno di una settimana e Verdi pareggia i conti, nei supplementari ci pensa un generoso rigore concesso da Di Bello a regalare i quarti alla Roma.

Subito Iturbe- Al 5′ Maicon scodella in mezzo un pallone, Barba devia il cross e regala ad Iturbe un ottima palla goal, l’argentino doma la sfera e calcia a rete, Bassi non può nulla e la Roma si porta in vantaggio. La risposta dei toscani arriva al 35′ quando Signorelli tenta la sorte con una bella conclusione dalla distanza ma il tiro del centrocampista venezuelano i spegne alto sopra la traversa. Al 46′ la Roma potrebbe mettere a segno la rete dell’ipotetico ko: Bianchetti pasticcia in area di rigore e Destro ha l’opportunità di mandare i suoi compagni negli spogliatoi su due a zero ma a tu per tu con Bassi il numero ventidue giallorosso spara clamorosamente fuori bersaglio la sfera.

Astori complica tutto- La ripresa si apre con due buone occasioni per i padroni di casa: al 50′ è Maicon a servire Destro al limite dell’area ma il tiro si spegne fuori dallo specchio della porta mentre al 54′ si fa vivo Pjanic con un diagonale leggermente fuori misura. La Roma fa tanto possesso palla ma fatica a tirare in porta, l’Empoli si chiude bene e gioca sulle ripartenze e all’80’ arriva il pareggio: Vecino inventa un lancio con il contagiro, Verdi brucia Astori e manda fuori tempo Skorupski, da posizione defilata calcia a rete e riapre il match. Durante i tempi supplementari la Roma prova qualche timido affondo ma al 112′ assegna un rigore molto più che dubbio alla Roma per un presunto fallo di Zielinski su Paredes, dal dischetto De Rossi non sbaglia e salva la Roma.

Meritano 2duerighe

Mario Rui- Il portoghese disputa una gara perfetta, non spreca un pallone e al 103′ salva l’Empoli con un intervento sulla linea di porta.

Astori- Dopo Palermo, l’ex Cagliari commette un altro gravissimo errore che regala un goal agli avversari.

Tabellino

ROMA – EMPOLI 2-1 d.t.s.

ROMA (4-3-1-2): Skorupski, Maicon, Yanga-Mbiwa, Astori, Cole (24’ Holebas), Pjanic (81’ Paredes), Nainggolan, De Rossi, Totti ( 67’ Ljajic), Iturbe, Destro. All.: Garcia.

EMPOLI (4-3-1-2): Bassi, Laurini (52’Hysaj), Bianchetti, Barba, Mario Rui, Vecino, Signorelli, Laxalt, Saponara (56’ Zielinski), Tavano, Maccarone (69’ Verdi). All.: Sarri

ARBITRO: Di Bello di Brindisi.

MARCATORI: 5′ Iturbe (R ), 80′ Verdi (E), 112′ De Rossi (R ).

AMMONITI: Bianchetti, Vecino, Zielinski (E), Yanga-Mbiwa (R ).

Lorenzo Bruno

21 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook