Juventus implacabile in Coppa Italia: i bianconeri battono 6-1 l’Hellas Verona

Juventus implacabile in Coppa Italia: i bianconeri battono 6-1 l’Hellas Verona

Juventus-Hellas Verona 6-1Una prova di forza quella della Juventus che travolge in scioltezza con sei reti un Verona troppo remissivo per essere reale. Partita giocata con la calma dei forti da parte dei bianconeri che passano in vantaggio già nei primi minuti del match grazie ad una punizione di Giovinco. La rete della formica atomica apre la danza al banchetto del gol della Juventus a cui partecipano con famelica voluttà già nel primo tempo Pereyra e nuovamente Giovinco e nella ripresa Pogba, Morata e Coman. Il gol della bandiera degli scaligeri è invece realizzato da Nene.

Giovinco e Pereyra chiudono il match-Turnover per Allegri che rivoluziona il tridente offensivo schierando il lungo degente Pepe, buono il suo rientro dopo l’infortunio, Giovinco e lo scalpitante Morata. Spazio anche per Padoin , reinventato da Allegri come esterno basso sulla sinistra. Per il Verona assenza pesante in avanti con Toni non al meglio, al centro dell’attacco di Mandorlini spazio per Nenè. La Juventus inizia nel migliore dei modi e al 6’ minuto è già in vantaggio grazie ad una bella punizione di Giovinco. Passa meno di un quarto d’ora e i bianconeri trovano il raddoppio: Pereyra, servito in verticale da Lichtsteiner, fa fuori il diretto avversario e con un pregevole esterno insacca in rete. Il Verona tenta la reazione con Nico Lopez che con un sombrero supera Marchisio e conclude dalla trequarti, il tiro non trova lo specchio della porta. Poco dopo è Campnharo, sempre per gli scaligeri, a impensierire Storari con un tiro potente da posizione defilata. Nel momento di maggiore sforzo del Verona arriva allo scadere del primo tempo la terza rete di Giovinco che ben piazzato supera nuovamente il portiere dell’Hellas.

Pogba, Morata e Coman dilagano-La partita appare virtualmente chiusa già all’inizio del secondo tempo, ma un mai domo Nico Lopez cerca con determinazione la rete personale, solo un tempestivo intervento di Storari nega la gioia del gol all’uruguaiano. Il Verona è anche sfortunato e al 53’ un rimpallo fortunoso in area favorisce Pogba che a tu per tu con il portiere riesce con un doppio controllo a segnare il quarto gol. Solo dagli sviluppi di un calcio d’angolo l’Hellas riesce a trovare la rete della bandiera con Nenè, ma la Juventus non è ancora sazia e al 63’ allunga nuovamente le distanze siglando la manita grazie ad un calcio di rigore di Morata. Nel finale del match, dopo la girandola dei cambi, Allegri regala gloria anche a Coman: il gioiellino francese fa stropicciare gli occhi allo Juventus Stadium con un gol ad alto tasso tecnico accelerando in pochi metri e concludendo in rete all’incrocio dei pali. Al triplice fischio finale il risultato finale è un roboante 6-1.La Juventus accede dunque ai quarti di finale.

Meritano2duerighe:

Pogba: il centrocampista bianconero gioca in scioltezza regalando numeri e gesti tecnici da grande campione. Una prestazione di personalità arricchita dalla rete. Top Player

Agostini: partita da dimenticare per il difensore scaligero che non riesce mai ad trovare le misure adeguate contro la velocità del pacchetto offensivo. Impacciato

Tabellino:

Juventus (4-3-3): Storari; Lichtsteiner (37′ st Mattiello), Bonucci, Ogbonna (39′ Chiellini), Padoin; Pereyra, Marchisio, Pogba; Pepe, Morata, Giovinco (20′ st Coman). A disp.: Buffon, Rubinho, Evra, Vitale, Romagna, Llorente. All.: Allegri

Verona (4-3-1-2): Rafael; Sorensen, Marquez, Rodriguez, Agostini; Tachtsidis (20′ st Greco), Campanharo, Halfredsson (24′ st Martic); Valoti; Nico Lopez (39′ st Cappelluzzo), Nenè. A disp.: Benussi, Gollini, Marques, Checchin, Brivio, Sala, Christodoulopoulos, Fares, Saviola. All.: Mandorlini

Arbitro: Calvarese

Marcatori: 6′ e 46′ pt Giovinco (J), 21′ Pereyra (J), 55′ Pogba (J), 57′ Nenè (V), 63′ rig. Morata (J), 79′ Coman (J)

Ammoniti: Nenè, Rodriguez (V)

Damiano Rossi(Roma)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook