Italiani all’estero: il punto

Italiani all’estero: il punto

PIOVACCARIDopo le feste natalizie e le pause di tutti (o quasi) i principali campionati europei e mondiali, vediamo come hanno inziato il 2015 i giocatori e gli allenatori italiani impegnati all’estero.

In Inghilterra Balotelli si fa notare più per le sue bravate fuori da campo che per i gol. Al momento infatti l’attaccante ex Milan e Inter è nel mirino di Equitalia per delle multe per eccesso di velocità non pagate per un valore di circa 10mila euro. Il suo Liverpool non sta attraversando un buon momento di forma ed è reduce da un pareggio 2-2 col Leicester in cui anche l’altro italiano in quadra, Borini, è entrato senza incidere solo nella ripresa.
E domani c’è la sfida il Sunderland di Giaccherini che però sembra destinato all’ennesima panchina stagionale.
Discorso diverso per Pellè, punto fermo di un Southampton che sta disputando un campionato eccellente lottando per un posto nella prossima Champions League.
Infine, sempre in ambito Premier, va segnalato il ritorno in campo col Newcastle di Davide Santon fermo da mesi per un infortunio: anche per lui sembra possibile un ritorno in Serie A a Milano, sponda rossonera.

In Spagna continua a segnare Piovaccari che la scorsa domenica ha siglato la rete decisiva nella vittora del suo Eibar contro l’Espanyol per 2-1.
E anche il Benfica di Cristante sta facendo molto bene, rimanendo saldamente in testa nel campionato portoghese dopo la vittoria per 3-0 della scorsa giornata in cui Cristante ha giocato per tutti i novanta minuti.

E mentre gli altri principali campionati europei ancora sono fermi (questo weekend riparte la Ligue1 mentre per la Bundesliga bisognerà attendere addirittura la fine di gennaio), le notizie principali arrivano dall’Oriente con il ritorno in Italia (salvo sorprese dell’ultimo minuto) di Diamanti che lascerebbe il Guangzhou per andare alla Fiorentina e provare così a strappare un pass per Euro2016.

Sul fronte allenatori si segnala la leggera flessione del Real di Ancelotti che, seppur mantendo la testa della classifica in Spagna, è uscito sconfitto dal Mestalla contro un ottimo Valencia che ha piegato Ronaldo e compagni per 2-1 domenica scorsa.
Gattuso invece, dopo aver lasciato a fine dicembre la panchina dell’OFI Creta per via della disastrosa situazione economica della squadra greca (a proposito: sembra che abbia personalmente staccato un assegno da 50.000 euro per pagare almeno una parte degli stipendi arretrati dei calciatori del club) adesso è in cerca di una nuova sistemazione e la più quotata sarebbe la panchina del Grassopher in Svizzera.

Andrea Speziale

9 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook