Il Parma vince di misura sulla Fiorentina, errore di Gomez dal dischetto

Il Parma vince di misura sulla Fiorentina, errore di Gomez dal dischetto

75559c24fbc5ae70d2f28b7042f1d367-k2XB-U10202776229984r8B-568x320@LaStampa.itGrandi attese da una parte e dall’altra al Tardini per la sfida tra Parma e Fiorentina, gli emiliani sono in cerca di riscatto  per puntare a recuperare punti in classifica e abbandonare l’ultimo posto mentre i viola, reduci da 3 vittorie esterne consecutive cercano punti per entrare tra le pretendenti per l’Europa. La squadra di casa si affida a Cassano e Palladino in avanti, centrocampo ricco in cui Lodi agirà centralmente e difesa a 3 con Paletta, Lucarelli e Costa. La Fiorentina, dopo la controversia con Neto, partirà con Tatarusanu tra i pali, Pizarro in regia e Cuadrado ad agire alle spalle di Gomez unica punta.

La partita sembra accendersi subito: dopo 10 minuti di gioco il Parma è già in vantaggio: corner di Lodi, prolunga Lucarelli e di testa insacca Costa da due passi. La reazione della Fiorentina non si fa attendere e al 15′ Gomez, smarcato da Fernandez, si ritrova solo davanti alla porta, ma calcia debolmente tra le braccia di Mirante. Al 28′ è di nuovo la squadra di Montella a rendersi pericolosa: sponda di testa di Joaquin e destro di prima intenzione di Cuadrado, Mirante si allunga e blocca la sfera. La viola insiste e al 33′ ha l’occasione di rimettere in piedi la partita grazie al rigore conquistato da Cuadrado, fermato irregolarmente da De Ceglie in area. Sul dischetto va Mario Gomez, che si fa parare il rigore da Mirante. La Fiorentina rimane in avanti fino alla chiusura di frazione ma senza creare significativi pericoli.

Il secondo tempo riparte con la squadra ospite in cerca del pari, al 49′ da segnalare il cross insidioso di Joaquin, Gomez non ci arriva e Cuadrado devia a lato da posizione ravvicinata. La viola è costantemente in attacco e al 50′ con Alonso e al 55′ con Fernandez arriva al tiro ma senza fortuna. Pian piano il livello di gioco cala, così come le occasioni da rete, il Parma è arroccato e si difende con ordine, la Fiorentina non trova lo spunto per far male. Cresce invece la frustrazione e il nervosismo: sono parecchie le ammonizioni ed espulsioni che si susseguono: il primo ad abbandonare anzitempo il terreno di gioco è Gonzalo Rodriguez, a cui si aggiunge Savic all’86’. Dopo 4′ minuti di recupero l’arbitro sentenzia la fine dell’incontro, viola battuti dall’ultima in classifica mentre il Parma – cinico e ordinato – ha avuto il merito di tenere a bada la squadra ospite e portare a casa 3 punti preziosi.

Meritano 2duerighe:

MIRANTE: ottima partita da parte dell’estremo difensore ducale, para un rigore a Gomez che vale almeno quanto una rete segnata. Fondamentale.

GOMEZ: altra prestazione da dimenticare per il panzer, anche oggi non è riuscito a mettersi in mostra e ha anche fallito il rigore del possibile pareggio.

TABELLINO:

PARMA – FIORENTINA 1 -0

PARMA (3-5-2): Mirante; Lucarelli, Paletta, Costa; Cassani, Mauri, Lodi, Gobbi, De Ceglie; Palladino, Cassano. A disposizione: Cordaz, Iacobucci, Felipe, Mendes, Ristovski, Rispoli, Mariga, Bidaoui, Souza, Pozzi. Allenatore: Roberto Donadoni.

 FIORENTINA (3-5-2): Tatarusanu; Savic, G.Rodriguez, Basanta; Joaquin, Kurtic, Pizarro, M.Fernandez, M.Alonso; Cuadrado, M.Gomez. A disposizione: Neto, Lezzerini, Tomovic, Richards, Pasqual, Aquilani, Ilicic, Marin, El Hamdaoui. Allenatore: Vincenzo Montella.

ARBITRO: Antonio Damato

MARCATORI: Costa (P)

AMMONITI: Rodriguez, Savic (F); De Ceglie, Gobbi, Lucarelli, Bidaoui, Cassano, Mirante (P)

ESPULSI: Gonzalo Rodriguez, Savic (F)

Davide Lazzini
6 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook