F. Anderson abbatte la Samp. Tris biancoceleste

F. Anderson abbatte la Samp. Tris biancoceleste

foto articolo Lazio-SampdoriaLa Lazio battezza il nuovo anno con una vittoria preziosa e una prestazione ad alti livelli. La serata è impreziosita dalle magie di F. Anderson che, da solo, annienta la compagine di Mihajlovic. Gol e assist per il brasiliano che regala il terzo posto alla Lazio ed energie positive in vista del derby contro la Roma. La Sampdoria non entra mai in partita e subisce il pressing e le ripartenze veloci sulle fasce. La partenza di Gabbiadini si fa sentire e la sterilità nei tiri in porta ne è un allarmante sintomo, Okaka non riesce a trovare nessuno spunto e Eder conclude solo una volta dalla distanza.

Incontenibile Anderson. La sfida dell’Olimpico tra le terze in classifica si apre con un pressing asfissiante da parte delle due compagini. Gli spazi sono stretti e le giocate sono difficili da eseguire, tanta densità a centrocampo non rende possibili azioni pericolose. I padroni di casa sono più determinati, anche se imprecisi, riescono a proporsi con maggiore continuità nelle parte della difesa doriana, tuttavia, i cross non sortiscono gli effetti voluti. La Sampdoria tenta di spaventare la Lazio con ripartenze veloci e centrali affidate ai piedi di Eder  e al fisico di Okaka. Negli spazi ridotti sale in cattedra F. Anderson che scalda i motori con due discese veloci che mettono seriamente paura alla retroguardia di Mihajlovic. Proprio dai piedi del brasiliano nasce la giocata che porta i biancocelesti in vantaggio: palla recuperata a centrocampo, progressione in area e sfera indietro per l’inserimento vincente di Parolo che insacca sotto l’incrocio dei pali. Anderson che raddoppia, tre minuti dopo, con un colpo da biliardo. Palla controllata fuori area e collo esterno destro che si imbuca sul palo più lontano dove Viviano non può nulla. 2-0 Lazio e squadre negli spogliatoi.

Solo Lazio. Nella ripresa la Lazio non vuole fare l’errore di San Siro e inizia come aveva finito, in avanti e padrona del campo. La Sampdoria non riesce ad avanzare il proprio baricentro e non costruisce nulla di pericoloso. I Biancocelesti aggrediscono gli spazi, fraseggiano e dettano i tempi delle giocate con relativa facilità. Djordjevic cerca di sfruttare un’uscita fuori tempo di Viviano, il suo tiro è facile preda di Gastaldello. Sempre Lazio nella trequarti blucerchiata, Parolo, in area, non riesce a imprimere potenza al suo colpo di testa. La perla della serata parte, ancora una volta, dai piedi di F. Anderson. Progressione da oltre metà campo, diretti avversari seminati e palla al centro dove, Djordjevic, deve solo appoggiare in rete. Tris Lazio e gara terminata anticipatamente. La Sampdoria prova a svegliarsi dal torpore ma riesce solo a collezionare un tiro dalla distanza da parte di Eder. Poco, molto poco per impensierire Marchetti. La Lazio, nonostante il largo vantaggio, continua a macinare gioco e a creare azioni. Finisce così, tra gli applausi dei tifosi biancocelesti.

Meritano 2duerighe

F. Anderson. Scatenato, incontenibile e determinante. Il brasiliano è l’incubo della difesa doriana:si smarca con facilità, macina campo con grande velocità, regala due assist e sigla un grande gol.

Okaka. L’ex Roma non riesce a sfondare con il suo fisico, fa pesare terribilmente la partenza di Gabbiadini. Tira in porta una sola volta dalla distanza e in malo modo. Poco per una prima punta.

Tabellino

LAZIO – SAMPDORIA 3-0

LAZIO (4-3-3) – Marchetti, Basta, de Vrij, Cana (46’ Cavanda), Radu, Parolo, Biglia, Lulic (49’ Onazi), Felipe Anderson, F. Djordjevic, Mauri (77’ Candreva). All. Pioli.

 SAMPDORIA (4-3-1-2) – Viviano, Cacciatore, Gastaldello, Romagnoli, Regini, Rizzo (46’ Wszolek), Palombo, Obiang (67’ Bergessio), Soriano, Eder (73’ Duncan), Okaka. All. Mihajlovic.

Arbitro: Calvarese (sez. Teramo)

Marcatori: 38’ Parolo (L), 41’ F. Anderson (L), 67’ Djordjevic (L).

Ammoniti: Cana (L), Gastaldello (S), Basta (L), Soriano (S)

Damiano Rossi (Frascati)

5 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook