Il muro bianconero resiste a Modena e si regala un punto

Finisce a reti inviolate tra Ascoli e Sassuolo,una partita brutta e monotona per 45 minuti. Nella ripresa due occasioni per parte e un gol annullato.

Torna a giocarsi il recupero della 26/a giornata al Braglia tra Sassuolo e Ascoli, rinviata per il maltempo. Si affrontano due squadre con obiettivi opposti: il Sassuolo vuole continuare la rincorsa verso il sogno serie A, mai raggiunto nella sua storia, l’ Ascoli cerca disperatamente punti fondamentali per la permanenza nel campionato cadetto. Pea deve rinunciare agli squalificati Magnanelli, Cofie, Bianchi e all’infortunato Terranova. Centrocampo da inventare per i padroni di casa alla ricerca di una vittoria per continuare a rimanere in alto.

L’Ascoli in 13 gare ha totalizzato ben 20 punti, perdendo solo a Verona e con il Grosseto. Silva non può contare sullo squalificato Guarna. In attacco spazio a Falconieri e Gerardi. Turno di riposo per Papa Waigo,Soncin e Sbaffo che, partono dalla panchina. Dal primo minuto c’è il grande ex della partita, arrivato a gennaio, Gazzola.

Succede poco nel primo tempo. Ritmi bassi, complice anche la poca fantasia del centrocampo di casa, orfano di Cofie, Magnanelli e Bianchi. Sansone non crea particolari problemi all’Ascoli che si difende senza problemi. Fin dalle prime battute gli emiliani sono padroni del campo, fanno girare bene la palla ma pungono poco in area marchigiana. L’andamento lento e prevedibile dei neroverdi favorisce la copertura massiccia dei bianconeri. Il primo tiro della gara avviene al 10′, Gazzola prova la conclusione, con il sinistro, il tiro è ribattuto da un difensore prima di finire tra le braccia di Maurantonio. Il Sassuolo fatica a trovare spazi, l’Ascoli resiste con ordine. I padroni di casa ci provano al 33′, la conclusione, dalla distanza, di Valeri  finisce alla destra di Maurantonio. Si chiude 0-0 una brutta  prima parte di gara, avara di emozioni. Una noia incredibile tra gli spalti. Meglio il Sassuolo ma, il picchio, ben colto dietro, non si è reso mai pericoloso tra le parti di Pomini.

Molto più attiva la ripresa. Le due squadre giocano a viso aperto e spingono di più in fase offensiva.  Al 50′ il primo tiro in porta è dell’Ascoli, Tomi cerca il sinistro vincente da fuori area, rasoterra, finisce a lato non di molto. La partita stenta a decollare. Il primo squillo dei padroni di casa arriva al 57′. Pericolosissimo Gazzola, solo in mezzo all’area, Peccarisi salta a vuoto, e il numero 26 colpisce di testa, la palla termina alta di pochissimo. Dall’ altro fronte arriva immediataente la risposta dei marchigiani. Scalise se ne va sulla destra, mette in mezzo e Ilari colpisce a botta sicura. Provvidenziale Marzoratti a respingere il tiro potente. Il picchio prende coraggio e continua a insistere. Al 63′ altro brivido per Pomini, Falconieri si libera di Marzoratti e da pochi passi calcia in porta, l’estremo difensore para d’istinto. Silva fiuta la possibilità di compiere l’impresa al Braglia e, inserisce il suo miglior realizzatore, il senegalese Papa Waigo, al posto di uno spento Gerardi. Pronta la risposta di Pea, dentro Donazzan e Bruno, fuori Consolini e un deludente Marchi. Passano i minuti, la gara resta inchiodata sullo 0-0. Manca la lucidità agli uomini di Pea che, sono poco pericolosi negli ultimi 20 metri. Le conclusioni dalla distanza non inquadrano lo specchio della porta. L’ Ascoli sembra aver perso quella freschezza atletica che, aveva messo in difficoltà la retroguardia emiliana. L’ allenatore ospite prova a cambiare qualcosa nell’ atteggiamento, diventato troppo remissivo, inserendo Parfait e Ciofani, uscito per una botta al piede. All’ 85′ brivido per la porta ospite quando Bruno mette in rete ma, l’arbitro annulla per fuorigioco. Un minuto dopo Pea tenta il tutto per tutto, pronto Boakye al posto di Missiroli. L’ulima chance capita sui piedi del bomber Sansone. Al 93′ Maurantonio para la punizione ,diretta all’incrocio, del numero 12 neroverde. Una parata che vale il risultato.

L’Ascoli ferma il Sassuolo, raccoglie un punto d’oro in ottica salvezza ma, soprattutto torna a fare un risultato positivo dopo due sconfitte consecutive. Intanto ,però, il Gubbio vince in casa e alluga a 3 punti sui marchigiani.  Il Sassuolo sale a quota 55 punti in seconda posizione. E’ il secondo pareggio consecutivo a reti inviolate per gli uomini di Pea, all’ asciutto da due settimane che, hanno fermato la corsa verso il vertice, ora lontano momentaneamente un punto.

C’è un po’ di delusione nell’ ambiente emiliano dopo il secondo pareggio consecutivo che, ferma il cammino, fin ora impeccabile del Sassuolo. Molto tranquillo è il ct dei neroverdi Pea: Abbiamo sofferto il caldo e le tante assenze. Sapevamo che sarebbe stata una gara impegnativa.  Avevamo di fronte un club molto affamato più di noi. Ora guardiamo con serenità alle prossime sfide. Accettiamo i fischi ma, ricordiamoci da dove veniamo.”

Un punto che risolleva l’ Ascoli, che può guardare con un po’ di fiducia alle prossime partite. E’ soddisfatto mister Silva ma, allo stesso tempo realista: “Abbiamo fatto la nostra partita. Non pensavo di vedere un Sassuolo cosi, pur sapendo del momento difficile che attraversano. Li abbiamo chiusi bene e forse potevamo fare qualcosa in avanti. Era giusto far riposare qualcuno. Le nostre possibilità di salvarci sono le stesse di prima, non è cambiato nulla.”

Stadio : Alberto Braglia (Modena)

recupero 26 a giornata serie B

Sassuolo – Ascoli 0-0

Marcatori: nessuno

Ammoniti: Pederzoli (A), Missiroli (S)

Espulsi: nessuno

 

Formazioni:

 

Sassuolo (3-5-2)                                                   Ascoli (5-3-2)

 

Pomini                                                                 Maurantonio

Bianco                                                                 Faisca

Consolini                                                             Giovannini

Gazzola                                                                Peccarisi

Marzoratti                                                            Di Donato

Piccioni                                                                Ilari

Longhi                                                                 Pederzoli

Missiroli                                                              Scalise

Sansone                                                               Tomi

Valeri                                                                   Falconieri

Marchi                                                                 Gerardi

All. Pea                                                               All. Silva

Arbitro: Baracani

Panchina

Sassuolo : Donazzan, Bruno, Boakye, Bassi, Benedetti, Vaccari, Troianiello

Ascoli: Papa Waigo, Parfait, Ciofani, Melillo, Andjelkovic, Sbaffo, Soncin

Armin Sefiu

26 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook