Milan ancora in testa e la juve è sempre lì

Inter  in crisi come la lazio, Udinese solo un pari, Roma e Napoli in crescita

Salutiamo la 24^ giornata in attesa di vedere la sfida scudetto fra Milan e Juventus. Questa giornata lascia presagire che ci aspetterà una sfida davvero all’ultimo sangue, già con le prime polemiche e punzecchiamenti da parte di Allegri in conferenza stampa che neanche troppo velatamente lascia intendere che il gol di Chielini di sabato sera non era proprio regolare, dopo che la Juventus chiedeva arbitraggi per così dire all’altezza.

Aspettiamo dunque questo match straordinario e aspettiamo anche di sapere la decisione in merito alla squalifica di Ibrahimovic. Con o senza Ibra sarà comunque una partita decisiva, spettacolare ed agonisticamente maschia.
La Juve chiama, il Milan risponde. Nella 24esima giornata di Serie A i rossoneri replicano alla vittoria dei bianconeri, maturata contro il Catania, espugnando Cesena, effettuano il controsorpasso in classifica e si presenteranno al big match a San Siro in programma sabato prossimo da prima della classe anche se la squadra di Conte ancora deve recuperare la gara di Bologna rinviata per neve domenica scorsa. L’uno-due terrificante che taglia le gambe ai romagnoli è firmato dal nuovo arrivato Muntari, al gol all’esordio con la maglia rossonera dopo aver giocato per diversi anni sull’altra sponda del Naviglio con i cugini dell’Inter, e da Emanuelson. Nella ripresa Robinho mette in cassaforte il risultato siglando la rete del 3-0, il Cesena trova poi il gol del definitivo 1-3 con Pudil.
La Roma riscatta la brutta sconfitta di Siena battendo il Parma all’Olimpico 1-0 dando così il primo dispiacere a Donandoni al suo primo ko da quando è alla guida dei ducali. Match winner l’ex Borini che porta a 6 i suoi centri stagionali in campionato. I 3 punti conquistati oggi consentono ai giallorossi di Luis Enrique di scavalcare in classifica l’Inter che venerdì era crollata in casa, sconfitta 3-0 dal Bologna e mettendoci molto del suo con un Ranocchia disastroso ed un Di Vaio che non si fa pregare e segna una doppietta. Nerazzurri che sono stati superati anche dal Napoli (3-0 alla Fiorentina) con la corsa, non solo al terzo posto ma anch quella per l’Europa League che si complica ulteriormente. Il Napoli ritrova la continuità in zona gol di Cavani e l’inesauribile voglia di correre e sacrificarsi da parte di uno straordinario Lavezzi.
Grande prova del Chievo che riesce a violare Marassi battendo il Genoa 1-0 con rete decisiva dell’attaccante francese Thereau. Termina senza reti Novara – Atalanta mentre nell’anticipo dell’ora di pranzo il Lecce aveva travolto 4-1 il Siena in una vera e propria sfida salvezza. In evidenza Cuadrado che segna il gol della domenica con un coast to coast che termina con un gol in pallonetto con tocco sotto: una delizia!
Senza Di Natale l’Udinese non riesce a segnare e si deve accontentare di uno 0 a 0 con il Cagliari. La Lazio capitola inesorabilmente sotto i colpi di un Palermo straordinario che viola la porta biancoceleste per ben 5 volte. Molti assenti in casa biancoceleste ma non può rappresentare un alibi sufficiente a giustificare l’eccessiva morbidezza con la quale si è fatta superare da un Palermo super!

Gabriele Serraglia

20 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook