Alfageme balla con il picchio due volte

Una doppietta nella ripresa dell’ argentino piega un Ascoli poco attentato nel reparto difensivo.

Al Del Duca, nella 28/a giornata di serie B, l’Ascoli cerca i tre punti per continuare a sperare nella salvezza. Nei precedenti due scontri diretti casalinghi, contro Gubbio e Nocerina, è stato bottino pieno.

Il Grosseto, ancora in trasferta dopo il 2-2 pirotecnico di Crotone, non ha nulla da perdere, in piena metà classifica.
Silva conferma tutti, nel 5-3-2 in coppia con Papa Waigo c’è Gerardi e non Soncin. Ugolotti fa esordire Keko dal 1′ al posto dello squalificato Sforzini. Appiedato dal giudice sportivo anche Mancino, in difesa Antei e non Petras.  Tantissimi gli ex dell’incontro: Papa Waigo, Gerardi e Soncin da una parte, Giallombardo, Olivi e Lupoli dall’altra.

E’ l’Ascoli a fare gioco, sfruttando i movimenti di Papa Waigo. Il Grosseto agisce di rimessa, per ora affidandosi all’estro di Keko, spagnolo classe 1991. I marchigiani tengono il pallino del gioco ma non riescono ad essere incisivi sotto porta. L’unica occasione pericolosa nello specchio della porta la creano i toscani. Al 33′ sfondamento centrale di Alfageme, che lascia sul posto il diretto marcatore, giunge in area e poi tenta il colpo di punta. Tiro centrale, Guarna si salva. La partita vive di una fase confusionaria con errori da entrambe le parti. Si va al riposo su uno scialbo 0-0.
La ripresa è subito vivace. Al 47′ cross di Sbaffo dalla sinistra, Papa Waigo sul secondo palo la rimette in mezzo, il pallone finisce sui piedi di Ciofani, il cui mancino in girata è debolissimo. Le squadre appaiono più intraprendenti, manca solo l’ultimo passaggio. Al 54′ primo cambio per il Grosseto: esce Keko ed entra Lupoli, ex fischiatissimo.  Un minuto dopo miracolo di Narciso su Sbaffo. Il numero 10 colpisce al volo di piatto su cross di Ciofani, il portiere toscano respinge di piede. E’ l’Ascoli a premere di più, il Grosseto è chiuso nella propria metà campo. Ugolotti perde, per una botta al capo, Caridi, al suo posto entra Misuraca.

I cambi danno ragione al grifone. Al 65′ il neo entrato Lupoli, serve di mancino un assist per Alfageme,  l’argentino s’invola verso l’area dell’Ascoli e supera Guarna con il destro. Sesto gol stagionale per Alfageme. Silva corre immediatamente ai ripari: esce Sbaffo, entra Soncin. L’ Ascoli prova a crederci ancora e risponde subito. Al 69′ Papa Waigo per Gerardi: destro di collo pieno, alto sopra la traversa. L’ allenatore bianconero effettua la seconda sostituzione per dare maggiore verve alla fase offensiva: fuori Pasqualini, dentro Tomi, ex Foggia. L’ Ascoli fa fatica a sfondare il muro toscano e, quando subisce le ripartenze va in difficoltà. Al 74′ Guarna la combina grossa.  Il portiere in uscita disperata falcia Alfageme, che lo aveva superato ma il movimento dell’ estremo difensore è inspiegabile, visto che su Alfageme stava arrivando Faisca e, inoltre, l’argentino si trovava a circa 30 metri dalla porta. Sulla punizione destro velenoso di Jadid che si spegne non lontano dal palo. L’ Ascoli ci prova senza convinzione, pressato molto bene dal Grosseto che, difende con le unghie. L’ unica conclusione verso la porta arriva con Tomi all’ 83′, la sua sventola mancina finisce di poco oltre il palo. In contropiede il Grosseto fallisce il match point al 90′. Tre contro due in campo aperto, Consonni consegna all’ex Arsenal Lupoli un pallone d’oro, il destro in diagonale finisce a lato. Al 94′ gli ospiti chiudono i conti. L’argentino Alfageme ruba la sfera ad Andjelkovic, rallenta e poi indovina il pallonetto con Maurantonio fuori dai pali. Il Grosseto non commette l’errore di settimana scorsa ( era in superiorità numerica e in vantaggio 0-1 ma, sprecò la ghiotta occasione e uscì dal campo con un solo punto), chiude il match nel finale e porta a casa tre punti pesanti. Prima vittoria di Ugolotti bis sulla panchina dei toscani, che si confermano bestia nera dell’Ascoli, mai vittorioso in scontri diretti. Il picchio resta in fondo alla classifica (penultima posizione) e subisce l’ottavo ko interno. Il distacco dalle rivali rimane invariato, solo l’ Empoli e l’ Albinoleffe fanno un punto.

C’è grande soddisfazione nelle parole di Ugolotti: “Abbiamo interpretato molto bene la gara, chiudendo tutti i spazi e colpendo al momento giusto. Sono contento per Alfageme, è un ragazzo promettente. Proveremo a dare fastidio a tutte senza fissarci degli obiettivi”.

E’ molto deluso dall’ ennesimo ko interno mister Silva: “Mi aspettavo qualcosa in più dalla squadra. Ci è mancata la lucidità in area. Siamo stati puniti alla prima occasione. Avevo pensato di inserire Soncin come terza punta prima del gol. Dobbiamo ritrovare le energie e la compattezza”.

Non poteva chiedere di più il mattatore della partita Alfageme: “Sono felice per i tre punti. Non era facile vincere con una squadra importante come l’ Ascoli. Hai avuto contatti con i bianconeri? Si ne ho sentito parlare, ma non ho avuto offerte concrete, comunque sarei venuto volentieri nelle Marche visto che ho poco spazio nel Grosseto”.

Stadio : Del Duca (Ascoli Piceno)

28 a giornata serie B

Ascoli – Grosseto 0-2
Marcatori: 65′ e 94′ Alfageme (G)
Ammoniti: Antei (G), Lupoli (G), Pederzoli (A), Padella (G)
Espulsi: Guarna (A)

Formazioni:

Ascoli (5-3-2)                                                   Grosseto (4-4-2)

Guarna                                                              Narciso
Andjelkovic                                                      Antei
Ciofani                                                              Giallombardo
Faisca                                                                Olivi
Pasqualini                                                          Padella
Peccarisi                                                            Caridi
Di Donato                                                          Crimi
Pederzoli                                                           Jadid
Sbaffo                                                                Keko
Gerardi                                                              Sciacca
Papa Waigo                                                       Alfageme

All. Silva                                                          All. Ugolotti

Arbitro: Irrati

Panchina
Ascoli : Soncin, Tomi, Maurantonio, Giovannini, Ilari, Parfait, Falconieri
Grosseto: Lupoli, Misuraca, Consonni, Viotti, Calderoni, Formiconi, Curiale

Armin Sefiu

20 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook