Menez-Bonaventura, il Milan va. Napoli sconfitto 2-0

Menez-Bonaventura, il Milan va. Napoli sconfitto 2-0

fonte-foto-ivmilcalciomagazineit-610x250Grande vittoria per il Milan di Inzaghi nel posticipo del 15° turno di Serie A. I rossoneri superano 2-0 il Napoli e si lanciano nella rincorsa al terzo posto, ora distante solamente due punti. Due tiri nello specchio della porta di Rafael: due gol. Una vittoria cinica, proprio alla Inzaghi, contro un Napoli deludente.

Inzaghi preferisce Bonaventura a El Shaarawy nel tridente insieme a Menez e Honda. A centrocampo il tecnico rilancia Montolivo, affiancandogli De Jong e Poli.
Benitez rinuncia ad Hamsik e Gargano e si affida a David Lopez e De Guzman, senza modificare il suo 4-2-3-1.

Gol lampo di Menez – Bastano sei minuti di gioco al Milan per andare in vantaggio: Montolivo apre il campo per Bonaventura, che serve un pallone filtrante a Menez; il francese brucia Albiol e Koulibaly e infila Rafael con un rasoterra. Il Napoli accusa il colpo ma rientra in gara alzando il ritmo e pressando alto i rossoneri. Armero accusa qualche difficoltà, infilando un errore dopo l’altro e regalando occasioni per il Napoli, che al 21’ va in gol con Higuain, rete però annullata per una carica su Diego Lopez. Ed è proprio il portiere rossonero a salvare tre volte il risultato: prima respingendo nella stessa azione i tiri di De Guzman e Callejon, poi negando la rete al connazionale spagnolo al 25’. Il Milan reagisce sfiorando il gol con Poli al 34’, per poi rischiare di subire un’autorete al 42’ con Mexes. Il primo tempo finisce sul punteggio di 1-0.

Bonaventura raddoppia al 52’ – Nella ripresa il Napoli preme forte il piede sull’acceleratore alla ricerca del gol del pareggio. Gli azzurri tirano da tutte le posizioni, senza però trovare il gol. La difesa del Milan regge, il resto della squadra riparte veloce in contropiede appena può. Come al 52’, quando Armero riceve sulla sinistra e mette davanti a Rafael una palla che Bonaventura devia in rete di testa. Benitez getta nella mischia Hamsik per il deludente Jorginho. L’ingresso dello slovacco, però, non produce l’effetto desiderato, e il Napoli sprofonda in un torpore da cui si riprenderà solo nei minuti finali. Ma il risultato ormai è scritto. Inzaghi può festeggiare.

Meritano duerighe

Menez: ancora una prestazione maiuscola per il genio francese. Un gol lampo e poi tante giocate di qualità. Un Menez così non lo si era mai visto. È davvero la sua miglior stagione.
Koulibaly: il modo con cui si fa bruciare da Menez in occasione del primo gol del Milan è da giocatore dilettante. Dopo l’errore entra in confusione e non si riprende più.

Tabellino

Milan-Napoli 2-0 (Primo tempo 1-0)
Marcatori: Menez al 6’ p.t.; Bonaventura al 7’ s.t.
Milan (4-3-3): Diego Lopez; Bonera, Rami (dal 21’ s.t. Zapata), Mexes, Armero; Poli (dal 32’ s.t. Muntari), De Jong, Montolivo (dal 41’ s.t. Essien); Honda, Menez, Bonaventura (Abbiati, Agazzi, Zaccardo, Albertazzi, Saponara, Pazzini, El Shaarawy). All: Inzaghi.
Napoli (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; David Lopez, Jorginho (dal 16’ s.t. Hamsik); Callejon, Mertens (dal 27’ s.t. Zapata); De Guzman (dal 32’ s.t. Gargano); Higuain (Andujar, Colombo, Henrique, Britos, Inler, Hamsik). All: Benitez.
Arbitro: Damato.

Giuseppe Ferrara
14 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook