Poker della Fiorentina, al Manuzzi Cesena sconfitto 1 a 4

Poker della Fiorentina, al Manuzzi Cesena sconfitto 1 a 4

f5c316ae5ada427d20f3d5fe81576ada_169_lLa Fiorentina, dopo il ko indolore contro la Dinamo Minsk in Europa League, va alla caccia del successo sul campo del Cesena per non perdere di vista il terzo posto. Di Carlo esordisce sulla panchina del Cesena affidandosi alla coppia d’attacco Defrel-Hugo Almeida. Montella deve rinunciare a Cuadrado per squalifica, al suo posto dentro Joaquin, con Mario Gomez unica punta.

Vantaggio gigliato Parte subito forte la squadra viola, all’8′ conquista una buona punizione calciata da Mati Fernandez, la palla arriva a Mario Gomez che di testa prova a infilare Leali, ma l’estremo difensore riesce a deviare il pallone. Sulla ribattuta Gonzalo colpisce l’esterno della rete. La Fiorentina fa gioco, il Cesena osserva e si difende, l’unico spunto bianconero è l’azione personale di Mazzotta, che una volta entrato in area va al tiro di mancino, palla fuori. Gli uomini di Montella non si lasciano sorprendere e attaccano pur senza riuscire a finalizzare almeno fino al 43′ quando Borja Valero raccoglie una corta respinta di Volta sugli sviluppi di un angolo e di destro trafigge Leali.

Dominio Fiorentina La ripresa comincia nel migliore dei modi per la viola, al 47′ Mati Fernandez pennella su punizione una grande palla per Savic, che di testa buca Leali. I gigliati non sembrano per nulla soddisfatti e confezionano occasioni su occasioni: al 52′ il cross di Alonso dalla sinistra attraversa tutta l’area ma nessun giocatore riesce a ribadire in rete; un minuto dopo Mario Gomez si ritrova a tu per tu con Leali ma inciampa sul pallone e perde il tempo per la battuta a rete. Gli uomini di Montella sembrano in pieno controllo, l’unico pericolo potrebbe essere generato dalla distrazione ed è proprio quello che si materializza al 59′: Savic appoggia la sfera di testa a Neto, il quale liscia il controllo e la sfera si deposita in rete. Sembrano aprirsi di nuovo i conti ma al 79′ Pizarro riceve palla da un angolo battuto corto, il suo cross finisce sulla testa di Gonzalo Rodriguez il cui colpo di testa si insacca all’angolino, è 1 a 3 al Manuzzi. In chiusura di gara c’è un’altra gioia per la squadra di Montella: al 93′ Mati Fernandez da due passi prova a piazzarla, Leali respinge ma sulla ribattuta arriva in neo entrato El Hamdaoui che deposita in rete.

Meritano 2duerighe:

Mati Fernandez: ha giocato un’ottima gara, prestazione maiuscola e ottima sensibilità di piede

Volta: nervoso e impacciato, spesso costretto al fallo. Lascia il campo anzitempo per somma di ammonizioni. Partita deludente.

TABELLINO:

CESENA – FIORENTINA 1 – 4

CESENA (3-5-1-1): Leali; Volta, Capelli, Lucchini; Nica (dal 17’ s.t. Garritano), Carbonero (dal 28’ s.t. Tabanelli), Cascione (dal 41’ s.t. De Feudis), Coppola, Mazzotta; Defrel; Almeida. (Agliardi, Bressan, Rodriguez, Magnusson, Djuric, Succi, Cazzola, Pulzetti, Ze Eduardo). All. Di Carlo.
FIORENTINA (3-5-1-1): Neto; Savic, Gonzalo Rodriguez, Basanta; Joaquin, Aquilani, Pizarro, Borja Valero (dal 39’ s.t. El Hamdaoui), Alonso (dal 42’ s.t. Vargas); Mati Fernandez; Gomez (dal 30’ s.t. Ilicic). (Tatarusanu, Lezzerini, Richards, Badelj, Marin, Kurtic, Tomovic). All: Montella.
Arbitro: Daniele Orsato
Reti: Borja Valero; Savic; Savic (autorete); Gonzalo Rodriguez; El Hamdaoui
Ammoniti: Cascione, Coppola (C); Borja Valero (F)
Espulso: Volta (somma ammonizioni)
Davide Lazzini
14 dicembre 2014
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook