Gabbiadini ferma la Juventus: i bianconeri pareggiano 1-1 con la Sampdoria

Gabbiadini ferma la Juventus: i bianconeri pareggiano 1-1 con la Sampdoria

juventus-sampdoria 1-1Partita dai due volti quella dello Juventus Stadium, un primo tempo ad alta intensità per gli uomini di Allegri che passano in vantaggio già nei minuti iniziali con Evra.I bianconeri non chiudono la partita e nella ripresa la Sampdoria acciuffa il pareggio grazie alla rete del neo entrato Gabbiadini, escluso dall’undici iniziale di  Mihajlovic. La squadra bianconera non riesce a trovare il bandolo della matassa e nel finale potrebbe anche subire il gol del controsorpasso blucerchiato sempre con Gabbiadini, ma Buffon con uno splendido intervento inchioda il risultato sull’1-1.

Supremazia bianconera- Allegri schiera Morata affianco di Tevez, mentre al posto dello squalificato Chiellini scende in campo Ogbonna. Parte subito con il piede sull’acceleratore la squadra bianconera, che nei primi 20 minuti del match schiaccia letteralmente la Sampdoria nella sua metà campo. La supremazia juventina si concretizza al 12’quando Evra sfrutta al meglio un calcio d’angolo di Marchisio segnando di testa. Esultanza stizzita dell’esterno francese che corre rabbiosamente verso la panchina, non è chiaro chi fosse il destinatario del messaggio dell’ex Manchester. Al 21’ Marchisio cerca di mettere al sicuro il risultato con una potente conclusione dal limite, attento Romero nel deviare il tiro in tuffo. Pochi minuti dopo è Pogba ad essere pescato regolarmente in area, il centrocampista francese controlla di petto ma sbilanciato non riesce a trovare lo specchio della porta. Solo nel finale di tempo i blucerchiati si affacciano in avanti, sfruttando la fisicità di Okaka bravo nel far salire la squadra e a smistare palloni per i compagni.

Gabbiadini show- Mihajlovic capisce che è necessario dare una scossa alla squadra ed inserisce Gabbiadini al posto di Krsticic, arretrando Rizzo. E’ proprio il neo entrato giocatore blucerchiato al 51’ ad far male alla Juventus superando Buffon con un preciso sinistro a giro. La squadra di Allegri appare meno aggressiva e meno intensa rispetto al primo tempo, calo probabilmente fisiologico dopo l’impegno di Champions. Il tecnico ex Milan decide di mettere mano alla panchina per fare rifiatare i suoi, Lllorente prende il posto di un insufficiente Morata mentre pochi minuti dopo è Coman a subentrare a Marchisio. I bianconeri spingono ma non riescono a trovare il varco giusto mentre la Sampdoria è determinata a non concedere occasioni alla Juventus.All’85’ Gabbiadini potrebbe regalare un nuovo dispiacere alla squadra juventina inventando una traiettoria a giro, ma questa volta ad avere la meglio è Buffon che con un riflesso felino nega la doppietta al blucerchiato. Nel finale c’è tempo solo per l’ingresso di Giovinco, il risultato finale è di 1-1.

Meritano2duerighe:

Gabbiadini: viene chiamato a dare il suo contributo nella ripresa, realizza la rete del pareggio e sfiora la doppietta nel finale. Determinante

Vidal: altra partita negativa del cileno, nervoso e poco preciso. Nella ripresa rischia di lasciare in dieci la propria squadra in un momento decisivo della gara. Fuori fase

Tabellino:

Juventus-Sampdoria 1-1

Juventus (4-3-1-2): Buffon, Lichsteiner, Bonucci, Ogbonna, Evra, Vidal, Marchisio, Pogba, Pereyra (32′ st Coman), Tevez (42′ st Giovinco), Morata (26′ st Llorente). A disp.: Rubinho, Audero, Padoin, Mattiello, Pepe, Pirlo. All.: Allegri.

Sampdoria (4-3-1-2): Romero; Cacciatore, Gastaldello, Romagnoli, Regini, Rizzo, Palombo, Obiang (38′ st Duncan), Krsticic (1′ st Gabbiadini), Okaka (27′ st Bergessio), Eder. A disp.: Da Costa, Viviano, Fornasier, Mesbah, Marchionni, Soriano, Fedato, Djordjevic. All.: Mihajlovic.

Arbitro: Doveri.

Marcatori: 12′ Evra (J); 5′ st Gabbiadini.

Ammoniti: Regini, Romagnoli, Gabbiadini, Okaka, Romero (S); Vidal, Bonucci (J)

Damiano Rossi (Roma)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook