Qarabag-Inter 0-0, azeri fuori dall’Europa League

Qarabag-Inter 0-0, azeri fuori dall’Europa League

c3f095facd6557f58a3270a91c16a36a_169_lL’atmosfera è quella della grandi occasioni: stadio pieno e tifosi caldi.  Alla fine però la vittoria non arrivi e, con essa, la possibilità di proseguire il cammino europeo. Inter – Qarabag, sfida valida per il sesto turno della fase a gironi di Europa League, termina sul punteggio di 0-0. Mancini non fa sconti agli azeri, a cui necessitava una vittoria per passare il turno.
Per l’Inter tanti buoni segnali dai giovani: Bonazzoli si impegna e cerca il gol costantemente, senza però trovarlo; Donkor manca di esperienza ma alla lunga dimostra di saperci fare. Entra anche Dimarco, terzino sinistro: un esordio che inorgoglisce.

Qarabag feroce – L’Inter prova a partire forte e si schiera con un 4-4-2 che vede Osvaldo e Bonazzoli davanti, Mbaye alto a destra, Obi a sinistra e la coppia formata da M’Vila-Khrin al centro. Chi si rende subito pericoloso, però, è il Qarabag, che arriva al tiro tre volte nel giro di 15′.  A poco a poco i nerazzurri prendono le misure degli avversari e iniziano a muoversi con maggiore disinvoltura, senza rischiare eccessivamente. Gli azeri sfiorano il gol sul finale del primo tempo: George sfugge a Donkor e lascia partire un tiro da destra su cui Carrizo ci mette il braccio. Si va al riposo.

Gol annullato agli azeri – Nella ripresa l’Inter ci prova con Bonazzoli, ma il suo tiro da centro area è deviato. I 31.000 del Bahramov spingono la squadra, che si infervora e mette alle strette l’Inter. Andreolli chiude come può, M’Vila davanti alla difesa non riesce a garantire il filtro necessario. I tentativi del Qarabag scaturiscono più dalla rabbia che dalle capacità calcistiche. George ci prova senza successo, poi il gol di Richard annullato dal guardalinee Pelikan per un fuorigioco di George, inesistente.
Una mazzata per gli azeri. La qualificazione sfuma, ma gli applausi sono meritati.

Meritano 2duerighe
Bonazzoli: il giovane attaccante nerazzurro dimostra di avere personalità cercando ripetutamente il gol. Alla fine, risulta il più pericoloso dei suoi. Convincente.
M’Vila: alquanto deludente nel suo ruolo di schermo davanti alla difesa. Va troppo spesso in confusione e copre male il campo. Da rivedere.

Il tabellino
Qarabag-Inter 0-0
Qarabag (4-2-3-1): Sehic; Medvedev, Guseynov, Sadigov, Agolli; Alaskarov (60′ Qurbanov), Qarayev; George, Richard Almeida, Muarem; Nadirov (43′ Yusifov). A disp: Veliyev, Guliyev, Ahmadov, Teli, Taghiyev. All: Gurbanov.
Inter (3-4-2): Carrizo; Campagnaro, Donkor, Andreolli; Mbaye, M’Vila, Krhin, Obi (90′ Baldini), D’Ambrosio (84′ Dimarco); Bonazzoli, Osvaldo. A disp. Berni, Costa, Sciacca, Palazzi. All: Mancini
Arbitro: Miroslav Zelinka (Repubblica Ceca)
Ammoniti: Alaskarov

Giuseppe Ferrara
11 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook