L’arciere castiga la lupa… che Siena

Una rete del siciliano ad inizio ripresa condanna la Roma, fragile in difesa e sterile in attacco. Grande organizzazione e grinta dei bianconeri.

Nelle due differite della 23/a giornata di Serie A la Roma perde con il Siena, rigore di Calaiò, e si allontana dalle posizioni che contano.  Torna a vincere dopo due pareggi il Napoli che, regola il Chievo con le reti di Britos al 15′ e Cavani al 38′ su rigore e,torna a sperare per un posto importante in Europa.

Nel posticipo serale del lunedi, la Roma va all’assalto del Siena per cercare di approfittare dei risultati delle dirette concorrenti e, tornare in corsa per il 3° posto. Rispetto alla gara con l’Inter, Luis Enrique perde De Rossi, squalificato, e Gago, per infortunio, e allora dà fiducia al giovane Viviani in cabina di regia mettendogli al fianco Simplicio oltre al solito Pjanic. In difesa turno di riposo a Taddei. A destra si rivede Rosi. In attacco confermato il tridente Lamela-Totti-Borini con Bojan ed il recuperato Osvaldo che partono dalla panchina. Nel Siena Sannino, dopo la bella parentesi di Coppa Italia col Napoli, ripresenta la squadra che ha fermato la Juve con Gazzi al fianco di Vergassola in mediana, Giorgi e Brienza esterni e il duo Calaiò-Destro di punta.

La Roma soffre terribilmente contro un Siena ottimamente organizzato che replica la bella prova fornita con Juve e Napoli. I giallorossi sono irriconoscibili e, non riescono a sfondare il muro eretto da Sannino. Per Pegolo una serata abbastanza tranquilla. Stekelenburg,invece, deve fare gli straordinari per evitare il ko. Prima conclusione è di Destro al 9′, pallonetto di controbalzo e palla che supera di un metro la traversa. Al 16′ lancio in area sulla destra per Calaiò che, tutto solo, calcia a lato di un soffio in diagonale. Siena per ora perfetto a chiudere e ripartire in velocità. Al 20′  si fa vedere finalmente la Roma. Calcio a giro di Lamela e Pegolo vola sulla sinistra. Al 23′ lancio in area sulla destra per Giorgi, palla in mezzo per Destro che, a porta vuota, pur pressato da Juan, manda clamorosamente alto. Ultimo chance, di un primo tempo giocato bene dai toscani, è della Roma:  al 27′  Simplicio allarga in area su Lamela, il cui sinistro termina sull’esterno della rete. Si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa il Siena parte forte e mette subito in difficoltà i giallorossi. Al 47′ lancio in contropiede per Destro il cui sinistro dal limite, debole e centrale, è bloccato da Stekelenburg. Al 50′ Kjaer commette ingenuamente fallo su Calaiò dentro l’area, per l’arbitro Rocchi è rigore. Dal dischetto Calaiò trasforma. Preciso sinistro nell’angolo alla sinistra di Stekelenburg che intuisce ma ,non riesce ad arrivarci.

La Roma continua a far girare palla ma non trova varchi. C’è poca spinta sulle fasce dove Jose Angel e Rosi rimangono bassi e, non aiutano il centrocampo, costretto a indietreggiare. Il gioco fatica a decollare e, le punte rimangono troppo sole davanti. Luis Enrique decide di cambiare qualcosa per dare una scossa: dentro Osvaldo che rientra da un infortunio e Bojan, fuori Totti e Simplicio. Sannino abbassa il baricentro del gioco togliendo una punta, Calaiò, per un difensore, Angelo. La partita rimane bloccata con i capitolini che continuano a giocare sui ritmi blandi, il Siena controlla senza problemi. L’unica azione degna di nota avviene all’ 81′. Cross di Lamela, Vergassola devia sulla destra per Borini,il cui destro al volo, è bloccato all’altezza del primo palo da Pegolo. La Roma continua ad attaccare con grande leziosità. Il Siena ,stanchissimo, è tutto rinchiuso nella propria trequarti. Al 92′ cross dalla sinistra di Angel per Kjaer il cui colpo di testa, debole, è bloccato a terra da Pegolo. Un minuto dopo Angelo si accentra e tenta il sinistro dalla distanza: Stekelenburg è attento e blocca a terra. Finisce 1-0, il Siena conferma il suo stato di forma e allunga a +5 dalla terzultima. La Roma perde l’occasione di avvicinarsi alla Lazio, ora distante 7 punti.

Nel dopo gara del ‘Franchi’ di Siena l’analisi di Franco Baldini è schietta: “C’è poco da sorridere, la partita è stata brutta e mal giocata e il Siena ha meritato. La squadra non ha neanche creato le occasioni che è solita costruire. Forse è stata la peggiore Roma, che deve chiedere scusa ai tifosi che sono venuti a vederla allo stadio nonostante un freddo cane. Difficile parlare di un posto Champions League dopo una prestazione del genere. Paghiamo dazio per la gioventù: il Siena ci ha superato per determinazione”.
E’ molto arrabbiato a fine gara Luis Enrique: “La colpa principale è la mia,poi della squadra. Non ho visto ciò che facciamo in allenamento. Pecchiamo di ingenuità,dobbiamo migliorare sulla continuità”.

“E’ una vittoria molto importante anche in funzione dei risultati delle dirette avversarie. I ragazzi hanno fatto una grande partita e il risultato ci va pure un po’ stretto”. Il presidente Massimo Mezzaroma è visibilmente soddisfatto: il Siena chiude otto giorni fantastici, con un punto a Torino con la Juve, con la vittoria sul Napoli nell’ andata della semifinale di Coppa Italia e con i tre punti sulla Roma. “Sannino ha fermato i giallorossi con la voglia di giocare e senza fare solamente le barricate”.
“La Roma è fortissima, ma ha trovato di fronte un ottimo Siena”: cosi Destro.

E’ raggiante a fine gara l’ allenatore bianconero Sannino: “I ragazzi sono stati fantastici. Non abbiamo fatto giocare la Roma. Sapevamo che incontravamo una squadra molto forte e offensiva. Li abbiamo aspettati per non dare ampiezza di gioco alla loro manovra. I nostri sacrifici sono stati premiati”.

Stadio : Artemio Franchi (Siena)

23 a giornata serie A

Siena – Roma 1-0
Marcatori: 51′ Calaiò (S)
Ammoniti: Totti ( R), Kjaer ( R), Grossi (S)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Siena (4-4-2)                                                   Roma (4-3-3)

Pegolo                                                             Stekelenburg
Vitiello                                                            Jose Angel
Rossettini                                                        Heinze
Terzi                                                                Juan
Del Grosso                                                       Rosi
Giorgi                                                              Viviani
Vergassola                                                        Pjanic
Gazzi                                                                Simplicio
Brienza                                                             Lamela
Destro                                                              Totti
Calaiò                                                               Borini

All. Sannino                                                     All. Luis Enrique

Arbitro: Rocchi

Panchina
Siena : Angelo, Contini, D’Agostino, Farelli, Grossi, Parravicini, A. Rossi
Roma: Bojan, Curci, Greco, Kjaer, Osvaldo, Perrotta, Taddei

Armin Sefiu 

14 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook