Antonelli fa volare il grifone. Il Genoa batte il Milan 1-0

Antonelli fa volare il grifone. Il Genoa batte il Milan 1-0

Non si ferma la corsa del Genoa che supera a Marassi il Milan per 1-0 ed inanella il nono risultato utile di fila. Un gol di Antonelli nel primo tempo basta agli uomini di Gasperini per portarsi a quota 26 punti e confermarsi soli al terzo posto. Primo tempo stupendo, un spot per il calcio: ritmo, capovolgimenti di fronte e occasione da rete, nella ripresa le due squadre rallentano, il Milan non si rende mai pericoloso mentre il Genoa sciupa un paio di occasioni potenziali in contropiede.

Gasperini schiera un 4-3-3 con Matri in attacco supportato ai lati da Perotti e Iago; Inzaghi invece ritrova Montolivo in mezzo al campo, conferma Armero in difesa a sinistra affidando l’attacco a Menez, El Shaarawy ed Honda.

Un tempo di vero calcio Otto minuti e la prima fiammata arriva da Menez che tenta il tiro ma Perin blocca in due tempi. Al 20’ Armero crossa dalla sinistra, El Shaarawy colpisce di testa prendendo bene il tempo ma il tentativo è troppo debole. Con il passare dei minuti l’aggressività  del Genoa aumenta anche se sono ancora i rossoneri a rendersi minacciosi con Menez che ruba il pallone a Kucka, se ne va palla al piede per 40 metri tirando troppo centralmente con Perin bravo a bloccare. Al 31’ i padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Diego Lopez il quale deve intervenire di piede su un tentativo improvviso di Bertolacci. Un minuto dopo da calcio d’angolo Antonelli brucia Bonera e infila il portiere rossonero per l’1-0. L’intensità non cala, la partita rimane bella e il Milan si riaffaccia in avanti prima con Mexes di testa ed in seguito con Bonaventura, il destro dell’ex atalantino è preda di Perin ancora una volta. L’ultimo sussulto della prima frazione è un tiro di Perotti dopo un’azione confusa in area, Bonera salva tutto sulla linea.

Milan mai pericoloso – Nessun cambio nell’intervallo e partita che ricomincia con gli stessi interpreti in campo, i rossoneri fraseggiano mentre il Genoa prova a ripartire in velocità. Al 64’ Inzaghi inserisce Poli per Montolivo, subito dopo è De Jong a salvare su uno spunto di Antonelli per Matri. Entra anche Pazzini ma il peso offensivo del Milan non cambia e Perin trascorre un secondo tempo senza grandi rischi. Al 77’ Roncaglia tenta il destro da fuori, il pallone si abbassa improvvisamente terminando comunque alto sopra la traversa. La retroguardia del Genoa argina comodamente lo sterile possesso di palla dei rossoneri, Pazzini non viene mai realmente assistito, mentre la squadra di Gasperini sciupa malamente un paio di ripartenze. I tre minuti di recupero concessi da Tagliavento non offrono nulla tranne un giallo a Perotti (migliore in campo) dopo un’altra ottima giocata. Vince il Genoa meritatamente, per la formazione di Inzaghi un notevole passo indietro dopo la buona prestazione di sette giorni fa contro l’Udinese.

 

Meritano 2duerighe

 

Perotti: delizia Marassi ogni volta che tocca il pallone. È uno dei pochi giocatori in Serie A che punta ancora l’uomo saltandolo in dribbling secco.

 

Honda: l’uomo migliore dell’avvio di stagione del Milan si sta lentamente spegnendo. Mai incisivo, diversi errori, viene sostituito da Pazzini dopo una prestazione impalpabile.

Tabellino 

GENOA – MILAN 1-0

 

GENOA (4-3-3): Perin, Roncaglia, De Maio, Izzo (84′ Antonini), Antonelli, Sturaro, Bertolacci, Kucka (71′ Marchese), Iago, Matri (81′ Pinilla), Perotti.

All: Gasperini.

 

MILAN (4-3-3): D. Lopez, Bonera, Mexes, Rami, Armero, Montolivo (63′ Poli), De Jong, Bonaventura, Honda (71′ Pazzini), Menez, El Shaarawy (78′ Niang).

All: Inzaghi.

 

Marcatori: Antonelli 32’.

Ammoniti: Antonelli, Sturaro, Perotti (G), Rami, Mexes (M).

Arbitro: Tagliavento (TR).

 

Matteo Ciofi

7 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook