Fiorentina corsara batte il Verona al Bentegodi

Fiorentina corsara batte il Verona al Bentegodi

fioreverLa Fiorentina prova a cambiare marcia dopo due sconfitte consecutive. Trasferta ostica contro il Verona, reduce da tre pareggi di fila e rinfrancato dal punto raccolto a San Siro. Il Verona in attacco schiera il tridente composto da Nico Lopez, Toni e Ionita. Tachtsidis in regia, ai suoi lati Obbadi e Hallfredsson. Gonzalez terzino destro. Fiorentina che risponde con Mario Gomez – in campo dal primo minuto – affiancato da Joaquin. In difesa c’è Basanta, Alonso e Cuadrado gli esterni. Pizarro guida il centrocampo, Aquilani in panchina.

Gara aperta ed equilibrata Dopo un quarto d’ora di studio, la viola prova a rendersi pericolosa con il tiro sul primo palo di Cuadrado, Rafael si rifugia in corner ma sugli sviluppi dell’angolo calciato da Fernandez – dopo una sponda di Alonso – arriva la rete di Gonzalo Rodriguez. 1 a 0 per la formazione di Montella. La Fiorentina sale di tono e dopo 5 minuti Gonzalo ci riprova di testa, stavolta salva Rafael. Al 27′ Gomez colpisce il montante con un potente destro da dentro l’area; l’azione si era avviata da un errore precedente di Moras. Al 34′ si vede anche il Verona che con Toni colpisce il montante dopo essere intervenuto sul cross di Hallfredsson. Passano però solo 5 minuti e i padroni di casa pareggiano i conti: Nico Lopez, servito da Toni, a tu per tu con Neto non sbaglia e sigla l’1 a 1. Fiorentina nervosa nel finale di frazione: rimedia ben 2 gialli e rischia di rimanere in 10 uomini a causa dell’intervento di Pizarro su Nico Lopez. Dopo 3 minuti di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Cuadrado porta avanti la viola La seconda frazione comincia meglio per la formazione ospite, Cuadrado e Alonso riescono ad arrivare alla conclusione ma il risultato resta invariato. Il Verona si affida alle ripartenze. Sono i viola adesso a dominare, al 59′ combinazione Borja Valero-Joaquin, palla ad Alonso che spreca calciando sull’esterno della rete. Qualche minuto più tardi ci prova Gomez con uno stacco di testa da centro area, la palla però finisce sul fondo. Gli uomini di Montella ci credono e al 62′ passano in vantaggio con Cuadrado, che raccoglie l’invito di Alonso e insacca da dentro l’area piccola. 1 a 2 al Bentegodi. Il Verona prova a scuotersi al 68′ con il gran tiro di Tachtsidis da fuori area, la palla finisce non distante dal palo difeso da Neto. Christodoulopoulos rileva Hallfredsson e il greco si mette subito in mostra con un bel tiro dalla distanza che impegna Neto e poi con il colpo di testa da centro area su invito di Ionita. Al 79′ c’è la dviazione di Toni sugli sviluppi di un corner ma la palla si spegne sul fondo. Sul finale di gara Babacar si libera di Marquez ma conclude debolmente, blocca Rafael. La partita in sostanza si conclude qui, inutili per il Verona i 3 minuti concessi da Di Bello.

Meritano 2duerighe:

Cuadrado: Ottima gara per il colombiano che torna a gonfiare la rete e regala i tre punti alla viola. Fondamentale.

Gomez: la traversa nega la rete al panzer che comunque non riesce a incidere in fase offensiva. Evanescente.

Tabellino:

Hellas Verona (4-3-1-2): Rafael; Gonzalez, Moras, Marquez, Agostini; Ionita, Obbadi, Hallfredsson; Tachtsidis; Lopez, Toni. A disp.: Benussi, Gollini, Rodriguez, Saviola, Luna, Lazaros, Gomez Taleb, Marques, Brivio, Campanharo, Nenè. All.: Mandorlini.
Fiorentina (3-5-2): Neto; Basanta, Gonzalo, Savic; Cuadrado, Borja Valero, Pizarro, Fernandez, Alonso; Joaquin, Gomez. A disp.: Tatarusanu, Lezzerini, Richards, Badelj, Vargas, Marin, Aquilani, Babacar, Tomovic, Hegazi, Ilicic. All.: Montella.

Marcatori: Gonzalo Rodriguez (F), Nico Lopez (V), Cuadrado (F)

Arbitro: Marco Di Bello

Ammoniti: Campanharo, Christodoulopoulos (V); Pizarro, Neto, Borja Valero, Basanta (F)

Davide Lazzini
23 novembre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook