Road to Euro2016: trionfo Olanda, stop dell’Italia. Gioia per la prima vittoria delle Far Oer

Road to Euro2016: trionfo Olanda, stop dell’Italia. Gioia per la prima vittoria delle Far Oer

euro-2016Si è conclusa ieri sera la quarta giornata delle fasi di qualificazioni per Euro 2016 e non sono mancati spettacolo, delusioni e polemiche.
In questo lungo weekend di nazionali non sono certo mancate le soprese (tra le probabili dimissioni di Capello e la storica vittoria delle Isole Far Oer), ma andiamo con ordine.

GRUPPO A:

Paesi Bassi-Lettonia 6-0

Rep. Ceca-Islanda 2-1

Turchia-Kazakistan 3-1

La nazionale Orange dà spettacolo e tramortisce la Lettonia con un punteggio tennistico che fa ben sperare i tifosi olandesi. Gli uomini di Hiddink infatti sono stati molto altalenanti finora e non sembrano più la squadra schiacciasassi vista al Mondiale brasiliano.

Chi invece può sorridere è la Repubblica Ceca, che ha superato l’Islanda nello scontro al vertice del girone e che si gode ora il primato solitario. Adesso la qualificazione sembra ben salda per la nazionale slava, con l’Islanda che può sognare una storica qualificazione. Mentre per il terzo posto, l’ultimo che può consegnare il pass per il torneo francese, sembra che sarà sfida a due tra Olanda e Turchia: e si rischia subito un’assenza importante ad Euro2016. Lettonia e Kazakistan sono destinate ad essere delle semplici comparse.

Classifica: Rep Ceca 12, Islanda 9, Paesi Bassi 6, Turchia 4, Lettonia 2, Kazakistan 1

GRUPPO B:

Belgio-Galles 0-0

Cipro-Andorra 5-0

Israele-Bosnia 3-0

In un gruppo che all’inizio poteva sembrare una questione a due tra Belgio e Bosnia è la nazionale israeliana a guidare, sorprendentemente, la classifica (con una partita in meno, da giocare contro il Belgio). A deludere è soprattutto la Bosnia, penultima davanti alla cenerentola Andorra, che rischia di non arrivare a qualificarsi. Rischia l’eliminazione anche il Belgio che contro un ottimo Galles non va oltre il pareggio (da segnalare un serio infortunio del napoletano Mertens che ha anche perso i sensi sul campo dopo un colpo alla testa), mentre proprio la nazionale britannica e Cipro si contendono il secondo posto nel gruppo.

Classifica: Israele 9, Galles 8, Cipro 6, Belgio 5, Bosnia 2, Andorra 0

GRUPPO C:

Lussemburgo-Ucraina 0-3

Macedonia-Slovacchia 0-2

Spagna-Bielorussia 3-0

Nessuna sorpresa nel Gruppo C con le vittorie nette di Ucraina, Spagna e Slovacchia. Lussemburgo, Bielorussia e Macedonia, a meno di clamorose sorprese sono già tagliate dalla corsa a Euro2016 dopo solo quattro giornate. Da segnalare soprattutto la solidità e la continuità della nazionale slovacca che guida il gruppo a punteggio pieno, con tre punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici Spagna e Ucraina.

Classifica: Slovacchia 12, Spagna 9, Ucraina 9, Macedonia 3, Bielorussia 1, lussemburgo 1

GRUPPO D:

Georgia-Polonia 0-4

Germania-Gibilterra 4-0

Scozia-Irlanda 1-0

Il Gruppo D è sicuramente il più equilibrato: alle spalle delle sorpresa Polonia, prima da sola a 10 punti, c’è infatti un nutrito gruppo di squadre tutte a parimerito con 7 punti (Germania, Scozia e Irlanda). La Georgia e la neonata nazionale di Gibilterra invece non hanno molto da dire sul discorso qualificazione. Polonia e Germania hanno travolto senza problemi i fanalini di coda del girone, mentre il “derby britannico” tra Scozia e Irlanda si è concluso con la vittoria della squadra di casa. In un contesto così equilibrato saranno dunque decisivi gli scontri diretti e persino la Germania campione del mondo rischia di non arrivare ad Euro 2016.

Classifica: Polonia 10, Germania 7, Scozia 7, Irlanda 7, Georgia 3, Ginilterra 0

GRUPPO E:

Inghilterra-Slovenia 3-1

San Marino-Estonia 0-0

Svizzera-Lituania 4-0

Gli uomini di Roy Hodgson hanno conquistato la quarta vittoria in quattro partite e guidano saldamente il girone. Per gli inglesi il discorso qualificazione è già praticamente chiuso. Per le altre squadre invece la situazione è molto diversa: Slovenia, Svizzera e Lituania sono a 6 punti, inseguite a due punti di distanza dall’Estonia e poi dalla nazionale sanmarinese che finora ha racimolato un solo punto. Il secondo e il terzo posto, che all’indomani dei sorteggi sembravano destinati alla nazionale slava e a quella elvetica, potrebbero invece finire a sorpresa nelle mani delle nazionali baltiche.

Classifica: Inghilterra 12, Slovenia 6, Svizzera 6, Lituania 6, Estonia 4, San Marino 1

GRUPPO F:

Grecia-Far Oer 0-1

Ungheria-Finlandia 1-0

Romania-Irlanda del Nord 2-0

La Romania conquista tre punti fondamentali e guadagna la testa del girone davanti proprio all’Irlanda del Nord. Dietro di loro si avvicina l’Ungheria che si lascia alle spalle la Finalndia e si prende il terzo posto. Ma la notizia vera è la vittoria (la prima storica vittoria nel girone) della piccola nazionale delle Far Oer che gioca un’ottima gara contro l’esperta Grecia di Ranieri e porta a casa tre punti che le consentono di superare proprio gli ellenici. La Grecia passa dagli ottavi di finale del mondiale brasiliano all’ultimo posto in un girone non proprio impossibile; al contrario le Far Oer festeggiano un risultato storico e imprevedibile: anche questo è il bello del calcio.

Classifica: Romania 10, Irlanda del Nord 9, Ungheria 7, Finlandia 4, Far Oer 3, Grecia 1

GRUPPO G:

Austria-Russia 1-0

Moldavia-Liechtenstein 0-1

Montenegro-Svezia 1-1

Davanti alla Russia testa di serie, davanti alla Svezia di Ibra, davanti al Montenegro di Jovetic: davanti a tutti c’è la sorprendente Austria che continua a vincere e a stupire. Per la Russia oltre al danno si aggiunge la beffa: Capello infatti sarebbe prossimo a lasciare la guida della nazionale in seguito alle polemiche degli ultimi tempi (l’allenatore italiano infatti non percepirebbe lo stipendio da diversi mesi) e alla mancanza di risultati, sia in Brasile che in vista di Euro 2016. Per il secondo posto del girone al momento è una corsa a quattro, con la Moldavia già quasi fuori dai giochi.

Classifica: Austria 10, Svezia 6, Russia 5, Montenegro 5, Liechteinstein 4, Moldavia 1

GRUPPO H:

Azerbaigian-Norvegia 0-1

Bulgaria-Malta 1-1

Italia-Croazia 1-1

Lo scontro al vertice tra azzurri e croati si conclude con un pareggio che consente alla Norvegia di avvicinarsi e di insediare seriamente le due nazionali alla testa del girone. Ma la partita si fa notare soprattutto per il lancio di petardi e fumogeni in campo da parte dei tifosi ospiti che costringe l’arbitro a sospendere l’incontro per diversi minuti. Frena anche la Bulgaria che perde contro Malta l’occasione per rimanere in scia del terzetto di testa. Adesso la qualificazione è un discorso a tre con la Croazia che ha dimostrato di essere la squadra da battere e con gli azzurri (seppur con l’attenuante dei molti infortuni) che per la prima volta nell’era Conte non hanno trovato la vittoria.

Classifica: Croazia 10, Italia 10, Norvegia 9, Bulgaria 4, Malta 1, Azerbaigian 0

GRUPPO I:

Portogallo-Armenia 1-0

Serbia-Danimarca 1-3

Il Portogallo è trascinato dal solito Cristiano Ronaldo che mette a segno il suo 53° gol nelle qualificazioni europee (superando il danese Tomasson) e raggiungendo l’ennesimo record personale. Ma la testa del girone è ancora in mano alla Danimarca (che però ha giocato una partita in più) vincitrice in Serbia in uno stadio vuoto a causa della squalifica inflitta alla nazionale slava dopo i fattacci della sfida con l’Albania.

Classifica: Danimarca 7, Portogallo 6, Albania 4, Serbia 1, Armenia 1

Andrea Speziale

17 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook