Il Milan non sa più vincere: contro la Samp è 2-2

Il Milan non sa più vincere: contro la Samp è 2-2

Un rigore di Menez tiene a galla il Milan nell’anticipo serale di Marassi. In vantaggio con una finezza di El Sharaawy in avvio, i rossoneri vengono rimontati dalla Sampdoria con le reti di Okaka ed Eder, prima di riacciuffare il pari dal dischetto a metà ripresa. I blucerchiati rimangono imbattuti in casa mentre per il Milan è il quarto turno di fila senza vittorie.

Inzaghi rispolvera Bonera in difesa e ritrova Essien in mediana, il trio d’attacco lo compongono Menez, El Sharaawy ed Honda; Mihajlovic invece recupera Silvestre al centro della retroguardia e si affida al confermatissimo tridente con Gabbiadini, Eder e Okaka.

Il ritorno del “Faraone” Dieci minuti di studio e alla prima fiammata il Milan passa subito: El Sharaawy prende palla sulla trequarti, si accentra partendo da sinistra e fulmina con un gran tiro ad effetto Romero, 1-0 per gli ospiti. Al 21’ Eder impegna Diego Lopez chiamato al primo vero intervento, lo spagnolo si allunga e devia in corner. Quattro minuti dopo è Gabbiadini a rendersi pericoloso sfruttando un’uscita a vuoto del portiere milanista ma l’azione non si concretizza e il Milan si salva. Sul finire della prima frazione la Samp aumenta il forcing e sfiora il pari con De Silvestri che completamente solo non inquadra la porta di testa sugli sviluppi di un corner, poco dopo è invece Soriano a tentare il destro che termina a lato. Al 45’ arriva il pari dei blucerchiati con Okaka che anticipa Bonera e batte Lopez in spaccata raccogliendo un cross dalla sinistra di Gabbiadini.

Botta e risposta – Nessun cambio nell’intervallo e Samp che riparte subito forte, al 51’ infatti Eder porta in vantaggio i padroni di casa dopo un palo di Obiang su calcio d’angolo, il brasiliano è reattivo e insacca per il 2-1. Inzaghi inserisce Torres per un deludente Honda ma al 64’ Mesbah tocca il pallone di mano in area e l’arbitro decreta il rigore. Menez spiazza Romero è riporta in equilibrio il confronto. La partita cala di ritmo, Orsato interviene ripetutamente spezzettando il gioco e il ritmo ne risente, al 78’ ancora Menez sciupa una bella ripartenza rossonera cercando la giocata personale e perdendo così il pallone. All’84’ Bonera viene ammonito per la seconda volta e lascia in anticipo il terreno di gioco, la Samp non si rende mai davvero pericolosa e la partita scende ulteriormente di tono. All’88’ Soriano trova un destro potente sul quale si oppone Diego Lopez che salva il risultato, i tre minuti di recupero scivolano via senza emozioni finali, termina 2-2, un pari che non serve a nessuno se non alla Lazio che vincendo contro l’Empoli potrebbe scavalcare la Samp al terzo posto.

 

Meritano 2duerighe

Okaka: trova il gol del pari bruciando Bonera e Diego Lopez. Punto di riferimento costante, lotta e usa molto bene il fisico. Mihajlovic lo sta valorizzando al 100%.

 

Bonera: altra prestazione insufficiente per il difensore rossonero. Viene anticipato sul gol dell’ 1-1 e si fa espellere nel finale. Pessimo rientro.

 

Tabellino

 

SAMPDORIA – MILAN 2-2

 

Sampdoria (4-3-3): Romero, De Silvestri, Gastaldello, Silvestre (82’ Regini), Mesbah, Soriano, Obiang (90’ Bergessio), Duncan (66’ Rizzo), Gabbiadini, Okaka, Eder.

All.: Mihajlovic.

 

Milan (4-3-3): Diego Lopez, De Sciglio, Rami, Mexes, Bonera, Essien, De Jong, Bonaventura, Honda (58’ Torres), Menez (85’ Poli), El Shaarawy.

All.: Inzaghi.

 

Marcatori: 9’ El Shaarawy (M), 45’ Okaka (S), 50’ Eder (S), 65′ rig. Menez (M).

Arbitro: Orsato di Schio.

Ammoniti: Mexes (M), Duncan (S), De Sciglio (M), De Jong (M).

Espulsi: Bonera (M).

 

Matteo Ciofi

9 novembre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook