Milan in scioltezza sul Cagliari: è 3-0

Un super Ibra trascina i rossoneri a -1 dalla Juve. Lo svedese regala una perla su punizione,offre il 2-0 a Nocerino,poi,chiude i conti Ambrosini. Sardi discreti.

Nel posticipo serale della ventesima giornata di Serie A il Milan affronta un abbordabile Cagliari. I rossoneri vogliono vincere per portare il discorso per il campionato, ad un lungo duello con la Juventus.

Dopo il ko pomeridiano dell’Inter, è l’obiettivo del Milan, che se vuole restare ad una sola lunghezza dalla capolista deve battere il Cagliari. Dal canto loro i sardi sono abbastanza incostanti, anche se il pari colto recentemente proprio a Torino con la Juve è sufficiente perchè i rossoneri mantengano alta l’attenzione.

Allegri sceglie Robinho quale partner di Ibrahimovic, con Emanuelson a sostegno, mandando in panchina il nuovo arrivato Maxi Lopez, l’emergente El Shaarawy e Pippo Inzaghi. Diga equilibrata tra quantità e qualità a protezione di una difesa nella quale manca Thiago Silva: gioca Mexes, mentre a sinistra (Antonini ko) c’è Mesbah. Ballardini non fa troppi calcoli e se la gioca a viso aperto: Cossu libero di svariare sulla trequarti, Ibarbo e il fresco arrivato Pinilla di punta. In mezzo non c’è Conti, gioca Ekdal.

Prmo tempo di allenamento per il Milan che comanda il match, senza dare la la sensazione di spingere del tutto sull’acceleratore. Grande partita di Ibrahimovic che inventa il gol e fa l’uomo assist verso i compagni. Cagliari poco lucido,lascia fare ciò che vuole ai rossoneri,senza pungere in maniera decisa.
Buona partenza dei sardi che ci provano dalla distanza senza impensierire l’estremo difensore rossonero. La gara vive una fase tattica, ritmo non molto alto. All’ 8′ rilancio lungo di Astori che pesca Ibarbo: bel controllo a seguire, decentrato,destro sulla pressione di Mexes e palla che sfila sul fondo. Al 18′ Ekdal ci prova dai 30 metri, palla fuori alla destra di Abbiati che controlla. I rossoneri man mano iniziano a prendere le contromisure. Al 21′ destro dalla distanza di Mesbah,palla imprecisa. Al 25′ Robinho per Ibrahimovic che ha spazio ai 20 metri, destro ad incrociare e palla che finisce fuori. Il Milan gestisce la gara in maniera un po’ leziosa. Al 27′ Ibra favorisce la giocata di Mesbah che, decentrato, prova di potenza, la sfera termina alta non di molto. Al 28′ è sempre Ibra a cercare una verticalizzazione, respinge la difesa: dai 20 metri destro al volo di Van Bommel, la palla è parata centralmente da Agazzi. Dal limite dell’area Ibrahimovic si guadagna una punizione interessante al 33′. Esecuzione perfetta dello svedese e Milan in vantaggio.  Il suo destro dai 25 metri è potente e preciso e,si insacca in rete a mezza altezza alla destra di Agazzi. Il Milan insiste. Al 39′ Mexes lancia Ibrahimovic, spalle alla porta: perfetta sponda di petto per l’inserimento di Nocerino, gran sinistro di prima intenzione e rete alla destra di Agazzi. Era dai tempi di Benetti che, un mediano del Milan non segnava così tanto come Nocerino, al suo settimo centro stagionale. Il Milan controlla la gara senza dare neanche l’idea di un impegno spasmodico. Si va al riposo con i rossoneri avanti 2 a 0 sul Cagliari.

Nella ripresa possesso palla del Cagliari, il Milan attende l’avversario nella propria metà campo, senza alzare i ritmi che non decollano. Al 55′ prima fiammata rossonera. Ibrahimovic per Robinho, velo, rimpallo con un difensore, arriva Nocerino,destro e bella parata di Agazzi in tuffo. Primo cambio di Allegri che toglie Robinho inserendo El Shaarawy. Al 66′ punizione di Seedorf: cross basso, destro al volo dell’italo-egiziano e palla fuori di pochissimo. Un minuto dopo Emanuelson si libera sullo scatto di Ibarbo, tiro dalla distanza,para in due tempi Agazzi. Al 69′ ci provano gli ospiti con El Kabir,il suo tiro dalla distanza è deviato da Nesta e Abbiati controlla senza problemi. Al 75′ Emanuelson avanza indisturbato sul settore destro, converge e serve Ambrosini: zona centrale, controllo a seguire , esterno destro e rete.  Al 78′ Ibarbo converge e prova la botta da posizione decentratissima, la palla è potente e termina fuori non di molto. Nel finale Allegri da spazio anche a Inzaghi,per la gioia di San Siro. L’ultima chance è per il Milan. Van Bommel scaglia un destro dai 25 metri,para Agazzi in tuffo. Il Milan batte meritatamente il Cagliari per 3-0 e resta a un solo punto dalla capolista Juventus. Si ferma il Cagliari dopo due pareggi consecutivi.

E’ molto contento del risultato e del gioco del Milan Massimiliano Allegri che commenta cosi il post partita: “Inizio non brillante,poi la punizione di Ibrahimovic ha messo il match in discesa. Era importantissimo vincere per restare in scia alla Juve”. Milan a -1 dalla Juve: “Ce la giocheremo sino in fondo”, assicura Ambrosini.

Non molto contento dell’atteggiamento della sua squadra è mister Ballardini: “Abbiamo contenuto nei primi 30 minuti, ma la squadra non mi è piaciuta. Dobbiamo essere più aggressivi. Bene Pinilla per l’impegno e la qualità”. Parla della partita e in chiave mercato il presidente del Cagliari. “Male la squadra”, dice Cellino, che però aggiunge: “Nainggolan resta”.

Milan – Cagliari 3-0
Marcatori: 32′ Ibrahimovic (M), 39′ Nocerino (M), 75′ Ambrosini (M)
Ammoniti: Van Bommel (M), Nesta (M)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Milan (4-3-1-2)                                                     Cagliari (4-3-1-2)

Abbiati                                                                   Agazzi
Abate                                                                     Agostini
Nesta                                                                      Astori
Mexes                                                                    Canini
Mesbah                                                                  Pisano
Emanuelson                                                           Nainggolan
Van Bommel                                                          Ekdal
Nocerino                                                                Dessena
Seedorf                                                                   Cossu
Ibrahimovic                                                            Pinilla
Robinho                                                                  Ibarbo

All. Allegri                                                             All. Ballardini

Srmin Sefiu

30 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook