Psg e Montpellier nel segno dell’ uno. Tris per Lille e Lione. Marsiglia ok

Un gol in extremis di Giroud fa volare gli arancioblu. Doppietta al debutto con la nuova maglia per Roux. Cheyrou fa volare le fenici. Per Ancelotti seconda vittoria di fila.

Nella ventunesima giornata della Ligue 1 , continua la marcia trionfale del nuovo Psg di Ancelotti. I parigini battono in trasferta il Brest per 1-0 e, rimangono soli in vetta alla classifica.

Tiene il passo, il Montpellier ,che batte di misura il Nizza con lo stesso punteggio e resta a soli tre punti dai rossoblu. Non si ferma neanche il Marsiglia che espugna Rennes per 2-1 nel finale. Vincono anche Lille e Lione che battono St. Etienne (3-0) e Digione (3-1).

Allo stadio Francis-Le Blè inedito match tra Brest e Psg. I precedenti sorridono ai parigini che, si sono imposti per tre volte e ne hanno pareggiati sei. Due vittorie per i padroni di casa. Nonostante il pronostico sia a favore della squadra di Ancelotti,il Brest viene da una serie positiva di risultati.La squadra di Dupont ha perso solo quattro volte in questo campionato,collezionando molti pareggi e facendo soffrire le grandi.
Dupont schiera dal primo minuto il neo acquisto Alphonse come unica punta, prelevato dallo Zurigo dopo la partenza di Roux, andato al Lille. Ancelotti deve fare a meno di Pastore,Menez e del nuovo acquisto Alex, ex difensore del Chelsea. In attacco Gameiro,supportato da Nene e Bodmer.

Bastano solo 6′ minuti agli ospiti per passare in vantaggio. Jallet batte il corner,Bisevac,ben appostato nell’area di rigore,non sbaglia da pochi passi. Il Psg insiste alla ricerca del raddoppio. Al 17′ tiro dalla distanza di Gameiro,para Elana. Il Brest man mano mette alle corde gli ospiti che soffrono e, non riescono a ripartire.Il portiere italiano Sirigu grande protagonista. L’estremo difensore si supera sulle conclusioni di Alphonse,Ben Basat e Ewolo. Al 43′ i padroni di casa si salvano quando, Bodmer coglie la traversa. Nella ripresa calano i ritmi e le emozioni. Primo quarto si fa vedere Licka che, impegna due volte la retroguardia rossoblu. Poi nell’ultima mezz’ora il Psg tiene bene il campo,soffre poco e porta a casa tre punti pesanti.

Non manca la risposta del Montpellier che, all’ultimo respiro, agguanta la vittoria che vale oro,contro il fanalino di coda Nizza. Nei 12 precedenti allo stadio du Ray sono 6 le vittorie per gli aquilotti, 3 i pareggi e 3 vittorie per gli ospiti. Nel 2010 si imposero i bluarancioni per 1-0,ultima vittoria dei padroni di casa risale al 2003, fini 2-1. Le due squadre non vincono il titolo da circa vent’anni. Il Nizza si è reso protagonista negli anni ’50 vincendo quattro campionati e due coppe di Francia, ora rischia di retrocedere in seconda divisione. Il Montpellier ha vinto solo coppe (due negli anni ’90) e questo anno, sta provando a giocarsi lo scudetto contro un ostico Psg plurimiliardario.

René Marsiglia, ct del Nizza, deve fare a meno di alcuni giocatori impegnati in coppa d’Africa e si affida a Abraham in attacco. Girard conferma in attacco Giroud,decisivo nel big match con il Lione.Buon ritmo di gara,il Montpellier fa la partita,il Nizza riparte di rimessa. Al 10′ occasione per Mounier,il colpo di testa esce a lato. Passato il pericolo, il Montpellier prende di mira la porta rossonera andando vicino alla rete prima, con un tiro insidioso di Estrada e, poi con Cabella, bravo Ospina a respingere. Al 31′ l’attacante Giroud si guadagna un calcio di rigore e lo sbaglia. Al 34′ Djedje impegna Jourdren che blocca in due tempi. Nella ripresa succede poco, il maggior pericolo arriva al 52′ con Giroud che conclude di potenza,si esalta Ospina. Nel primo tempo di recupero il bomber arancioblu trova il guizzo vincente,sfrutta l’assist al bacio di Bocaly e trafigge l’estremo difensore ospite.
Dopo due sconfitte consecutive,torna a vincere il Lione che batte in casa la neopromossa Digione, al primo campionato nella massima serie.
La squadra di Carteron,dopo la convincente vittoria per 3-1 contro l’Evian, subisce il primo stop del 2012. A confronto due mondi diversi. Da una parte il Lione che ha fatto la storia della Francia, conquistando sette titoli nazionali e molte coppe,dall’ altra un Digione,alla prima esperienza nel massimo campionato,vanta una semifinale di coppa di Francia. Remi Garde si schiera con il classico 4-4-2 con il tandem d’attacco composto da Lopez e Gomis,le ali di centrocampo sono Bastos e Briand. Per il Digione Jovial unica punta. In panchina il nuovo acquisto dal Chelsea, Kakuta centrocampista 20 enne della nazionale francese.

Partita subito in discesa per i padroni di casa che passano all’ 8′ con Briand che di testa trafigge Reynet. Al 10′ gli ospiti si guadagnano un rigore ma Jovial lo sbaglia. Les Gones,sulle ali dell’entusiasmo sfiorano il secondo gol con il suo bomber migliore Lopez, Bastos e Cissokho ma la porta ospite riesce a resistere con affanno. Nella ripresa, a sorpresa, arriva il pari di Sankhare che trafigge con un bel tiro angolato Lloris. D’ora in poi è solo assedio Lione. Il Digione si oppone alle conclusioni di Grenier,Fofana e Bastos ma si deve arrendere al 82′ a Gomis, che raccoglie una bella palla di Gonlons e batte Reynet. Al 84′ pericolo per i padroni di casa che si salvano sulla conclusione di Kakuta. Nel tempo di recupero arriva il tris di Lacazette su perfetto assist dell’attaccante del Lione Gomis che chiude il match.

Torna a vincere ,dopo la sconfitta di Marsiglia, il Lille. La squadra di Rudi Garcia batte il temibile St.Etienne,rivelazione del campionato, per 3-0. Sfida storica fra Lilla e St-Etienne: al Lille Metropole 45 i precedenti con 22 successi per Les Dogues, 12 i pareggi e 11 i successi per i verdi di St-Etienne (ultimo dei quali nella stagione 1993/94). Nel 2010 fini 1-1, l’anno prima il Lille si impose con un poker. In campo ci sono tredici campionati francesi e sei coppe di Francia a testa. Il Lille ha vinto il campionato l’anno scorso, il St. Etienne non lo vince da più di vent’anni. Ora si affrontano per obiettivi diversi. Il Lille vuole avvicinarsi alle prime, il St. Etienne punta a un posto in europa league.

I verdoni devono fare a meno di Aubameyang (ex Milan),impegnato in coppa d’Africa con il suo Gabon e giocano dal primo minuto con l’unica punta Kitambala. Assenti Alexsic e Pongolle infortunato. Rudy Garcia  schiera dal primo minuto il neo acquisto Roux supportato da Hazard e J.Cole. Non convocato l’altro acquisto in difesa Cetto, argentino proveniente dal Palermo. Primo tempo equlibrato con occasioni da entrambe le parti. Al 3′ Guilavogui impegna Landreau che, para in presa bassa. Al 20′ ci prova Belmont,para in due tempi Ruffler. Nel tempo di recupero conclusioni insidiose di Ghoulam e Pedretti che sono preda dei due portieri. La ripresa inizia con il botto. Al 50′ Hazard porta in vantaggio i suoi su calcio di rigore. Il film della partita cambia perchè il gol taglia le gambe agli ospiti che, riescono a resistere fino al 86′ quando Roux, appena arrivato dal Digione controlla la palla e spiazza Ruffler. Un minuto dopo Hazard lancia sul filo del fuorigioco il numero 23 che, realiza la sua doppietta personale. Il Lille resta in terza posizione a sette punti dal Psg capolista.
Continua la sua risalita in classifica il Marsiglia che, batte in trasferta il Rennes e lo scavalca al quinto posto.
Il Posticipo della 21esima giornata vede leggermente favorito i padroni di casa nei 40 incontri disputati: 18 successi per il Rennes, 10 i pareggi e 12 vittorie per il Marsiglia. L’anno scorso il Marsiglia vinse per 2-0,l’ultima vittoria dei padroni di casa risale al 2008,allora giocava un certo Wiltord che fu decisivo nel 3-1 finale. L’ultimo pareggio è datato 2009,fini 1-1. Nel suo palmares il Rennes vanta due coppe di Francia e una Supercoppa. Ben diverso il cammino del Marsiglia che oltre a vincere molti titoli nazionali, si è imposta anche a livello internazionale conquistando una coppa dei campioni.

Deschamps deve fare a meno dei fratelli Ayew,impegnati nella coppa d’ Africa,lascia in panchina Brandao e si affida al duo Remy-Vallbuena per scardinare la difesa ospite.  Anche Antonetti è privo di alcuni giocatori africani,Pitroipa e Hadji , impegnati in coppa , punta in attacco su Montano con Kembo-Ekoko e Mvila pronti a pungere in mezzo al campo. Primo tempo c’è solo il Rennes in campo, il Marsiglia sembra rimasto negli spogliatoi. Al 14′ un bel tiro di Doumbia porta in vantaggio i suoi,poi, due interventi di Mandanda su Montano e Kembo-Ekoko evitano il raddoppio.Al 44′ arriva,però, un inaspettato pareggio con un autogol del difensore Apam. La ripresa è decisamente più equilibrata. I padroni di casa cominciano con il piglio giusto sfiorando il gol con Kembo-Ekoko. La risposta dei fenici non si fa attendere. Cheyrou e Lucho Gonzalez impegnano Diallo che, compie due interventi decisivi. La partita è molto tesa,le due squadre non si espongono e provano sui calci piazzati a rendersi pericolosi. Al 77′ i padroni di casa si dimenticano di Cheyrou che, con un preciso tiro segna il 2-1. Nel finale,Marsiglia in totale controllo, porta a casa  tre punti che valgono oro, dopo una prestazione poco convincente.

In fondo alla classifica,quarta vittoria consecutiva per l’Ajaccio che,nello scontro diretto con il Valenciennes, si impone per 2-1. Vantaggio di Eduardo al 6′, pareggio di Aboubakar al 47′. Nel finale arriva il definitivo vantaggio di Kinkela al 92′. Crisi per l’Auxerre che subisce la seconda sconfitta e scende in terzultima posizione dopo il ko interno con il Nancy. Succede tutto nella ripresa. Mollo e la doppietta di Niculae tra il 68 e il 78′ chiudono il match,inutile il gol della bandiera di Cisse all’ 81′.

         Squadra                 PG     V      N       P     Reti        Punti

1.

PSG

21

14

4

3

35:18

46

2.

Montpellier

21

13

4

4

41:23

43

3.

Lille

21

10

9

2

36:21

39

4.

Lione

21

12

2

7

34:23

38

5.

Marsiglia

21

10

7

4

31:19

37

6.

Rennes

21

10

5

6

32:25

35

7.

Tolosa

21

9

7

5

22:20

34

8.

St. Etienne

21

9

6

6

24:24

33

9.

Bordeaux

21

6

9

6

22:23

27

10.

Lorient

21

6

8

7

21:24

26

11.

Brest

21

4

12

5

20:20

24

12.

Evian TG

21

5

8

8

28:32

23

13.

Nancy

21

5

7

9

22:29

22

14.

Digione

21

6

4

11

24:39

22

15.

Ajaccio

21

5

6

10

24:38

21

16.

Valenciennes

21

5

5

11

20:25

20

17.

Caen

21

5

5

11

14:32

20

18.

Auxerre

21

4

7

10

28:35

19

19.

Sochaux

21

4

7

10

22:36

19

20.

Nizza

21

4

6

11

21:25

18

Tolosa – Caen 1-0
Nizza – Montpellier 0-1
Lorient – Sochaux 1-1
Lione – Digione 3-1
Brest – PSG 0-1
Auxerre – Nancy 1-3
Lille – St. Etienne 3-0
Valenciennes – Ajaccio  1-2
Evian TG – Bordeaux  0-0
Rennes – Marsiglia  1-2

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook