Black out Roma

Black out Roma

higuainSabato pomeriggio amaro in casa Roma, i giallorossi escono dal San Paolo con zero punti e lasciano il primo posto alla Juventus di Allegri. Mentre il Napoli gioca probabilmente la miglior partita della stagione, la Roma pecca dal punto di vista della cattiveria agonistica, i giallorossi lasciano al Napoli il pallino del gioco e Higuain al terzo sblocca il match , l’uno a zero a fine primo tempo è forse un vantaggio troppo stretto per i padroni di casa dopo quello visto in campo. Nella ripresa la Roma ci prova ma sempre timidamente, il Napoli si difende e riparte da squadra compatta e a cinque minuti dalla fine ci pensa Callejon a chiudere defintivamente la partita. La stagione è lunga e la Juventus non è lontanissima, l’unica cosa da fare, oltre a recuperare nel più breve tempo possibile tutti gli infortunati, da Castan ad Astori passando per Maicon e Strootman, è rimettersi subito a lavoro e cancellare la prestazione del San Paolo; mercoledì sera c’è il Bayern di Guardiola e sono vietati passi falsi.

Dominio Napoli – Garcia lascia in panchina De Rossi e Cole, dentro Keita e Holebas ma non c’è nemmeno il tempo di commentarle le scelte tecniche poiché a 3′ il Napoli è già in vantaggio; Insigne scarica in porta da venticinque metri, il tiro viene deviato e, oltre a mettere fuori causa Yanga-Mbiwa diventa un perfetto assist per Higuain che in mezza rovesciata trafigge l’ex De Sanctis. La Roma accusa il colpo e i padroni di casa sfiorano il bis in due occasioni: al 10′ con un bel destro a giro di Insigne, fortunatamente per De Sanctis la sfera termina fuori e all’11’ con una conclusione di tutta potenza di Callejon e stavolta è l’incrocio dei pali a negare al Napoli il due a zero. Il Napoli domina e al 43′ va ancora una volta vicino al goal; Insigne serve una buona palla ad Higuain, l’argentino supera De Sanctis e da posizione defilata serve Hamsik, la conclusione dello slovacco sembra destinata ad entrare in rete ma si stampa sulla traversa salvando per l’ennesima volta i giallorossi.

Callejon cala il siprario Nella ripresa la Roma entra in campo più convinta e al 52′ potrebbe riaprire la partita, Totti passa a Pjanic che dal fondo mette in mezzo per Florenzi, completamente smarcato, il numero ventiquattro giallorosso spedisce la palla fuori dal bersaglio. Il Napoli riprende fiato e al 63′ è ancora la Roma a rischiare, Koulibaly guida il contropiede, alza la testa e serve un pallone d’oro a Callejon, lo spagnolo scavalca De Sanctis con un bel tocco sotto ma sulla linea ci pensa Naingollan a negargli l’esultanza. Per Callejon la festa è solo rimandata, all’85’ Higuain lo lancia a rete, davanti a De Sanctis il numero sette biancoleste non sbaglia e buca De Sanctis per quello che sarà il defintivo due a zero.

Meritano 2duerighe

Koulibaly: una diga, non perde un contrasto, non spreca un pallone e rende vano ogni attacco giallorosso, per non farsi mancare nulla regala anche un assist perfetto a Callejon al 63′.

Iturbe: con il suo ingresso in campo ci si aspettava maggiore spinta e profondità ma l’argentino si è visto poco e niente.

Tabellino

NAPOLI – ROMA 2-0

Napoli (4-2-3-1): Rafael, Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Jorginho, D. Lopez (34′ st Inler), Callejon, Hamsik (21′ st Gargano), Insigne (27′ st Mertens); Higuain. All.: Benitez.
Roma (4-3-3):De Sanctis; Torosidis (39′ st Ljajic), Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas, Pjanic, Keita, Nainggolan, Florenzi (20′ st Iturbe), Totti (20′ st Destro), Gervinho. All.: Garcia.
Arbitro: Tagliavento di Terni.
Marcatori: 3′ Higuain, 45′ st Callejon
Ammoniti: Maggio, D. Lopez (N), Holebas, Florenzi, Nainggolan (R)

Lorenzo Bruno

1 novembre 2014


Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook