De Ceglie show, l’Inter sprofonda a Parma 2-0

De Ceglie show, l’Inter sprofonda a Parma 2-0

Nel campo storicamente più ostico, l’Inter perde 2-0 disputando una pessima partita, trionfa invece il Parma trascinato dal bomber inatteso, Paolo De Ceglie, autore di due reti e alla prima doppietta in carriera. Nerazzurri subito sotto su una dormita di Obi e mai in grado di impensierire Mirante, nella ripresa il copione non cambia e nel finale l’esterno gialloblù punisce ancora Handanovic.

Mazzarri ripropone la stessa formazione schierata contro lo Samp con Kuzmanovic al posto di Hernanes; Donadoni invece, si affida a Cassano e Coda, con Lodi in cabina di regia nel 3-5-2 degli emiliani.

Inter non pervenuta – Dopo cinque minuti di possesso palla prolungato l’Inter cade al primo assalto del Parma: Rispoli crossa dalla destra, De Ceglie stringe verso il secondo palo e colpisce il pallone sfruttando un’amnesia di Obi. I padroni di casa sbloccano il match ma i nerazzurri non riescono a reagire, la manovra è macchinosa, gioco sterile e Mirante trascorre 45 minuti di totale serenità, l’unica offensiva interista degna di nota è un colpo di testa di Obi liberato da Lucarelli ad un passo dalla linea di porta. Il primo tempo si chiude con il 75% di possesso palla dell’Inter, un dominio territoriale che non sortisce alcun effetto grazie anche ad un Parma ordinato e combattivo.

De Ceglie condanna l’Inter – Mazzarri non apporta nessuna modifica allo schieramento e la formazione nerazzurra riprende a fraseggiare nel secondo tempo senza incidere mai. Kuzmanovic prova la conclusione dalla distanza senza inquadrare la porta, al 67’ Palacio ha una buona occasione ma di sinistro calcia male all’altezza del dischetto. Il Parma fatica maggiormente rispetto alla prima frazione e l’Inter sembra più pericolosa, Kovacic prova il destro che viene toccato da Costa ma il palo salva Mirante. Mazzarri inserisce anche Hernanes, cambia modulo ma ottiene soltanto una maggior confusione in mezzo al campo. Il Parma si affaccia in contropiede e al 76’ ancora De Ceglie raccoglie una respinta di Handanovic su tiro di Cassano e beffa l’estremo difensore nerazzurro con un tocco ravvicinato per il 2-0 che sigilla la partita. L’Inter crolla definitivamente dopo la rete e rischia di soccombere, prima Ghezzal e poi Rispoli sfiorano il tris con Handanovic che salva in qualche modo.

Finisce 2-0, il Parma si risolleva e lascia l’ultimo posto momentaneamente, l’Inter fallisce la possibilità di accorciare ulteriormente la propria classifica: spenta, confusa e senza idee, la formazione di Mazzarri compie l’ennesimo passo indietro ed è nuovamente notte fonda.

 

Meritano 2duerighe

De Ceglie: si trasforma in bomber e sigla una doppietta incredibile. Lotta sulla sinistra, concede poco a Obi e sotto porta infila Handanovic senza pietà. 

Mazzarri: tutta la formazione meriterebbe una nota negativa, ma il tecnico dell’Inter è inevitabilmente uno dei responsabili della pochezza mostrata da una squadra incapace di fornire prestazioni convincenti e di vincere tre partite di fila da due anni.

 

Tabellino

 

PARMA – INTER 2-0

 

Parma (3-5-2): Mirante, Costa, Lucarelli, Felipe (52’ Santacroce), Rispoli, Acquah, Lodi, J. Mauri, De Ceglie (90’ Gobbi), Cassano, Coda (18’ Ghezzal).

All.: Donadoni.

 

Inter (3-5-2): Handanovic, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus, Obi (52’ Hernanes), Kuzmanovic (73’ Bonazzoli), Medel (89’ Camara), Kovacic, Dodò, Palacio, Icardi.

All.: Mazzarri.

 

Arbitro: Rizzoli (BO).

Marcatori: 5′, 76’ De Ceglie.

Ammoniti: Costa, Lucarelli, Mirante (P), Dodò (I).

 

Matteo Ciofi

1 novembre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook