Milan e Fiorentina pareggiano al Meazza

Milan e Fiorentina pareggiano al Meazza

fiorentina4Il Milan ospita la sua bestia nera, la Fiorentina, che da tre anni riesce sempre ad espugnare San Siro sponda rossonera. Inzaghi non rinuncia al suo 4-3-3 e propone il tridente ‘leggero’: in avanti non giocano Torres o Pazzini ma il trio El Shaarawy, Menez, Honda. Montella sceglie invece di schierare un centrocampo folto alle spalle di Babacar, unica punta: Cuadrado e Mati Fernandez saranno in appoggio, Borja Valero, Aquilani e Kurtic si occuperanno di gestire la linea mediana.

Partita vivace, più Milan che Fiorentina Parte subito forte la squadra di casa, la prima conclusione della partita arriva infatti al 3′ con il francese Menez che rientra sul sinistro e calcia di potenza, palla sopra la traversa. La Fiorentina non si lascia intimorire e prova subito a reagire con Cuadrado e Borja Valero, ma la difesa rossonera è attenta e interrompe le trame dei giocatori viola. Buoni ritmi di gioco in questo inizio partita. Al 15′ Aquilani prova la conclusione dai 35 metri, tiro deviato che quasi si trasforma in un assist per Cuadrado, ma Abate è in zona e spazza. Di nuovo Fiorentina avanti al 21′: palla di Aquilani per Babacar, il giovane attaccante prova lo stop in area per la battuta a rete, ma non mantiene l’equilibrio e perde la sfera. Due minuti più tardi è il Milan a rendersi pericoloso con il gran destro a giro indirizzato all’incrocio da El Shaarawy ma altrettanto grande Neto che in tuffo devia in angolo. L’azione – sebbene annullata per fuorigioco del faraone – è il prologo della rete rossonera: al 26′ corner di Menez, palla lunga per Zapata che dal secondo palo fa la torre per De Jong; l’olandese impatta di testa e fredda Neto da distanza ravvicinata. La Fiorentina incassa il colpo e prova a reagire, ma l’occasione più ghiotta arriva dal pallone perso di Alex, che si trasforma in occasione per la viola: il destro di Kurtic però sfiora soltanto il palo. Al 44′  contropiede Milan con Honda che va via a Marcos Alonso, palla a Menez ma il cross del francese non ha buon esito: Gonzalo rinvia su Muntari e la palla si perde sul fondo.

La viola agguanta il pareggio La Fiorentina esce dagli spogliatoi determinata ad agguantare il pareggio, al 48′ Borja Valero serve in profondità Babacar ma è perfetta la diagonale di Abate, che sventa la minaccia allontanando il pallone.  Un minuto più tardi Aquilani su punizione mette in mezzo per Babacar che devia di testa, il pallone sembra indirizzato verso Borja Valero, ma Alex è attento e libera. Al 50′ si fa vedere anche il Milan: la respinta di Gonzalo sul corner dei rossoneri finisce sui piedi di Poli, conclusione potente che finisce a lato. Passano pochi secondi ed è di nuovo il centrocampista della squadra di casa a mettersi in mostra con un tacco che serve Menez: il francese si accentra in area e tira ma Neto c’è e blocca a terra. La Fiorentina non molla e al 56′ prova a trovare il pareggio con la botta al volo di Aquilani che vuole sorprendere Abbiati: il portiere però è reattivo e blocca la sfera. La viola insiste con le conclusioni dalla distanza, al 58′ è Mati Fernandez a calciare in porta, ma il tiro non impensierisce i rossoneri. I ragazzi di Montella alzano il ritmo e al minuto 64 trovano il pareggio: percussione centrale di Ilicic che dal limite lascia partire un sinistro potente che si infila sul’angolino alla sinistra di Abbiati, è 1 a 1 a San Siro. Il Milan non ci sta e prova a rimettere la testa avanti con El Shaarawy, al 67′ la conclusione del faraone si perde  sul fondo e, al 71′, è Gonzalo a deviare il tiro dell’avanti rossonero. Al 77′ azione sospetta in area di rigore ospite: proteste del Milan per un tocco di mano ma l’arbitro Banti, molto vicino all’azione, lascia continuare il gioco. All’80’ c’è un doppio cambio: nel Milan entra Torres  ed esce Menez; nella Fiorentina entra Badelj ed esce Babacar.  Inzaghi cerca i 3 punti mentre Montella sembra più propenso a gestire ma, all’86, è Vargas a tentare l’allungo con la gran botta da fuori di sinistro che quasi centra l’incrocio dei pali. La palla termina a lato. Un minuto più tardi è il neo entrato Torres a mettersi in mostra con uno stop di grande eleganza, poi prova una conclusione in acrobazia che non trova la porta. La partita, nonostante i 3 minuti sdi recupero, non regala più emozioni e termina sull’ 1 a 1.

Meritano 2duerighe

De Jong: il centrocampista rossonero si è rivelato prezioso nell’economia del gioco della squadra, tenace e dotato di buoni mezzi tecnici, ha impreziosito la prestazione odierna con il gol.

Borja Valero: brusco stop rispetto alla prestazione fornita in Europa League, è apparso fuori forma e ha delle responsabilità sull’azione da gol del Milan.

TABELLINO

MILAN – FIORENTINA 1 – 1

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Alex, Zapata, De Sciglio; Poli (dal 23′ s.t. Bonaventura), De Jong, Muntari; Honda, Menez (dal 35′ s.t. Torres), El Shaarawy. (Agazzi, Lopez, Armero, Bonera, Rami, Essien, Saponara, Van Ginkel, Niang, Pazzini). All. Inzaghi
FIORENTINA (4-3-1-2): Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic, Alonso; Kurtic (dal 9′ s.t. Ilicic), Aquilani, Borja Valero; Mati Fernandez (dal 25′ s.t. Vargas); Babacar (dal 35′ s.t. Badelj), Cuadrado. (Lupatelli, Tatarusanu, Basanta, Bernardeschi, Joaquin, Lazzari, Marin, Pasqual, Richards). All. Montella
ARBITRO: Banti di Livorno
AMMONITI: Cuadrado, Rodriguez (F); Muntari, De Jong (M)
Davide Lazzini
26 ottobre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook